martedì, 25 giugno 2024

News

Business & People

5G, aumenta in Italia la soddisfazione dei consumatori

11/12/2023

I dati del nuovo report di Ericsson Consumer Lab 5G Value: Turning Performance into Loyalty” parlano chiaro: è in crescita il ivello di soddisfazione dei consumatori italiani per il 5G, aumentato di 14 punti percentuali in un anno.

Analizzando le risposte delle persone intervistate, risultano cambiati anche i fattori che influenzano il livello di soddisfazione: si passa da considerazioni sulla copertura geografica del 5G a metriche più basate sull’esperienza, come la qualità dello streaming video e la disponibilità del 5G entro le mura domestiche. 

Riccardo Mascolo, Direttore Strategia di Ericsson in Italia sottolinea alcuni punti fondamentali: "È interessante notare come circa un utente di smartphone 5G su sei, abbia espresso una chiara preferenza di voler accedere a una connettività con qualità differenziata. Piuttosto che accontentarsi di prestazioni 5G generiche, questi utenti sono attivamente alla ricerca di prestazioni di rete elevate e costanti, in particolare per determinate applicazioni molto esigenti, come il cloud gaming o le video conferenze, o per connettersi in alcuni luoghi specifici. La ricerca mostra che sarebbero disposti a pagare un premio dell'8% qualora l’operatore mobile dovesse offrire loro questa possibilità.”

L'importanza di un servizio adeguato (ovunque) 

Lo stesso rapporto mostra come non positive esperienze di connettività 5G in luoghi importanti come stadi, arene di intrattenimento e aeroporti influenzino in maniera rilevante l'utente al cambiamento dell'operatore.

Questo dato sottolinea quindi quanto sia importante avere un servizio capace di garantire prestazioni adeguate ovunque – sempre più anche in ambienti indoor - per preservare la fiducia di una clientela che cambia operatore senza troppi problemi, visto che il 29% degli utenti italiani ha affermato di averlo fatto da quando c’è stato il lancio commerciale del 5G nel nostro paese. Tra questi, il 39% lo ha fatto a causa dei problemi riscontrati nelle prestazioni (copertura outdoor e indoor, stabilità della connessione, velocità) della rete 5G.

Ericsson ha condotto un’analisi sull’offerta 5G di 105 operatori attivi in 30 diversi mercati che dimostra come circa il 13% abbia iniziato a proporre offerte basate sulla qualità del servizio, con differenti caratteristiche. Qualche esempio: l’offerta “5G Stock Pro” di 3 Hong Kong che garantisce maggiori risorse e l'utilizzo prioritario della rete per migliorare l'esperienza di un'applicazione di trading azionario; l'offerta di China Unicom “Super Live Streaming” offre priorità sull’uplink (ovvero la trasmissione dei dati);  il servizio “ProPing” di Ooredoo Kuwait offre un piano premium con bassa latenza per il mobile gaming su rete 5G.  

Gli operatori che stanno seguendo questa tendenza sono quelli che hanno già lanciato il 5G standalone (SA), che consente loro di utilizzare più facilmente il network slicing e di fornire API agli sviluppatori API per creare applicazioni “quality on demand”, soddisfare le esigenze più evolute e creare quindi nuove opportunità di monetizzazione del 5G.

"Pacchetti" innovativi

La ricerca di Ericsson fa emergere un'alra significativa indicazione:svolge un ruolo essenziale la disponibilità di pacchetti di servizi innovativi al fine di "spingere" l'utente nella verso l’esplorazione e adozione di applicazioni video avanzate, soprattutto nei mercati in cui questi servizi sono facilmente disponibili. 

Lo studio sottolinea infatti che il 56% di utenti 5G italiani con accesso a questo tipo di bundle, dichiara di destinare quasi il 60% del suo tempo allo streaming di contenuti video avanzati, in particolare applicazioni di realtà aumentata (AR)”. Al contrario, gli utenti che non dispongono di pacchetti di servizi di questo tipo dedicano meno della metà del loro tempo ai contenuti immersivi”.  

 


maggiori informazioni su:
https://www.ericsson.com/



Tutte le news