domenica, 14 aprile 2024

News

Business & People

Deep Blue e VV.F: esercitazioni per standardizzare la gestione delle emergenze

21/04/2023

Nei giorni 27-31 marzo 2023 in Umbria, per la precisione nei comuni di Gualdo Tadino e di Valfabbrica, si sono tenute le esercitazioni finali, coordinate e organizzate dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, insieme a Deep Blue, del progetto europeo Strategy. All’esercitazione hanno preso parte rappresentanti dei 23 partner di progetto provenienti da 16 Paesi dell’Unione Europea, la Prefettura di Perugia e le autorità di Protezione Civile della Regione Umbria.

Finanziato dal programma Horizon 2020, il progetto mira al miglioramento dell’interoperabilità di sistemi, strumenti e procedure operative al servizio della gestione delle crisi, sviluppando un quadro di pre-standardizzazione paneuropeo, al fine di rafforzare la resilienza dell’UE contro ogni tipo di catastrofe. Nel corso delle operazioni sono stati sperimentati 12 nuovi standard europei elaborati durante questa iniziativa, con lo scopo di facilitare la gestione delle emergenze nelle fasi di pianificazione, preparazione e risposta operativa.  

Il valore aggiunto di questa esercitazione è stato il riuscire a mettere insieme i diversi attori che partecipano alla gestione delle emergenze, che hanno potuto confrontarsi in maniera sinergica e coordinata” ha dichiarato Alessia Golfetti, Head of Secure Societies Area e responsabile del progetto per Deep Blue.

Gestire fasi di emergenza

Durante un’emergenza tutte le fasi di intervento sono fondamentali per gestire o mitigare una catastrofe e richiedono tempestività nella risposta e cooperazione tra i soggetti coinvolti. È pertanto necessario sviluppare strumenti e protocolli standardizzati che permettano alla molteplicità di attori coinvolti, spesso anche trans-nazionali di riuscire a collaborare in ogni situazione al massimo delle loro capacità. 

In Europa i rischi associati a emergenze e calamità sono in costante aumento. Le ragioni sono ben note e includono questioni legate ai cambiamenti climatici, epidemie globali e situazioni critiche lungo le frontiere che richiedono ai 28 stati membri di affrontare sfide inedite, sulle quali il progetto è impegnato a lavorare attraverso un approccio integrato e inclusivo.

Il ruolo di Deep Blue all’interno del progetto

All’interno di Strategy, Deep Blue si occupa di coordinare il lavoro relativo all’allerta - Early Warning, tra i domini di competenza del Crisis Management - al pubblico. L’Early Warning rappresenta l’insieme di procedure che vanno eseguite in modo tempestivo al verificarsi di un evento catastrofico o di una possibilità di rischio. 

Dal punto di vista della standardizzazione, i documenti relativi ai sistemi Early Warning sono però ancora pochi. Sottolinea Golfetti: “Sebbene l’utilizzo dei social media stia diventando sempre più importante in situazioni di emergenza, è necessario sviluppare protocolli standardizzati per veicolare messaggi di avviso coerenti, chiari e uniformi”.

Il numero crescente di persone presenti sulle piattaforme digitali, rende sempre più evidente la necessità di utilizzare i social media per diffondere in modo attivo allarmi e avvisi in contesti emergenziali. Non esistono ancora linee guida comuni a livello europeo che tengano conto delle esigenze dei first responder e garantiscano una comunicazione efficace tra le parti.  

 


maggiori informazioni su:
https://dblue.it/



Tutte le news