giovedì, 23 maggio 2024

News

Eventi

Infrastrutture critiche: interconnessione e tecnologie sostenibili per la continuità operativa. Successo del convegno AIPSA con Security Trust

24/03/2023

Top manager della security aziendale, il Capo Dipartimento della Protezione Civile e un contesto di rara suggestione per l’evento andato in scena ieri, a Roma, su iniziativa di Aipsa, Associazione italiana professionisti security aziendale, in collaborazione con Security Trust: “Terremoti, alluvioni, eventi meteo estremi: come proteggere le infrastrutture critiche con tecnologie sostenibili”.


 L’evoluzione del security management

Il ruolo della security aziendale si trasforma nel segno della duplice interconnessione pubblico-privato e privato-privato, diventa flessibile e adattabile di fronte a eventi sempre meno prevedibili (e sempre più frequenti) che mettono a repentaglio non solo gli asset aziendali, ma anche la stessa operatività delle strutture e la continuità del servizio.  Con un danno evidente per l’intero sistema Paese, quando si tratti di servizi essenziali. Alla protezione delle infrastrutture critiche tramite tecnologie sostenibili, di fronte a eventi calamitosi, quali terremoti e alluvioni, è stato dedicato l’incontro riservato ai professionisti della sicurezza aziendale, organizzato da Aipsa, in collaborazione con Security Trust, il 23 marzo, all’interno di Castel S. Angelo, tra i più iconici monumenti della Capitale. 


Protezione civile: cambio di paradigma

Presente al tavolo de relatori il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, che ha raccolto l’invito del presidente di Aipsa, Alessandro Manfredini, alla condivisione, con le aziende impegnate nel settore dei servizi, delle logiche e delle strategie che devono guidare non solo la prevenzione dei rischi, ma anche e soprattutto la gestione degli effetti. Sui nuovi orientamenti della protezione civile, “cartina di tornasole della società”, si è soffermato Curcio nel suo intervento, anche alla luce dei nuovi concetti introdotti nella direttiva europea di dicembre 2022 sulle infrastrutture critiche, sottolineando l’importanza di una resilienza di rete e di sistema.


Azioni concrete per fare sistema

Fare sistema, dunque, e creare una rete interdipendente, mettere a fattor comune piani e strategie “in tempo di pace”, sottolinea Manfredini, quando non ci si trova sotto la pressione di uno stato di emergenza, sono emersi come elementi fondamentali, per affrontare le prossime sfide, dai relatori intervenuti alla successiva tavola rotonda, moderata dalla giornalista Germana Zuffanti: Fabio Ortolani, Haed of Security Operations di Vodafone Italia, Roberto Massi, Chief Security & Risk Officer del Gruppo Ferrovie dello Stato, e Francesco Ceccarelli, Chief Security Officer di Enel Group.

Il tema del convegno è stato declinato in chiave tecnologia da Gabriele Minniti, CyberSecurity Expert di WhySecurity del Gruppo Security Trust, che si è focalizzato sui sistemi di comunicazione in contesti di calamità, e da Mario Pasquino, Chief Information Officer dello stesso gruppo, che attraverso la presentazione di autorevoli case study ha illustrato soluzioni fondate su intelligenza artificiale e machine learning, per mitigare gli effetti di eventi estremi.  Il convegno è proseguito con l’intervento di Giovanni Bruno, Presidente Fondazione Banco Alimentare, nel segno di una impronta sociale fortemente voluta da Aipsa, e con le riflessioni conclusive di Angelica Cestari, vice presidente dell’associazione che riunisce i professionisti della security aziendale, molti dei quali presenti nella sala gremita, a Castel S.Angelo. Una riflessione speciale merita proprio la sede del meeting, tra i monumenti più rappresentativi e suggestivi di Roma, scelta da Rudy Zucca, CEO del gruppo Security Trust, a cui è stata affidata la manutenzione degli impianti tecnologici del polo museale.

https://www.securitytrust.it/it/

https://www.aipsa.it/#1

 



Tutte le news