sabato, 23 settembre 2023

News

Eventi

Presentata a Milano MIBA - Milan International Building Alliance, fiera integrata per l'edilizia

07/02/2023

Nasce MIBA, Milan International Building Alliance,  fiera integrata per l'edilizia, che pone l'edificio al centro della rivoluzione sostenibile. Quattro manifestazioni, GEE- Global Elevator Exhibition, ME-MADE Expo, Smart Building Expo e SICUREZZA - si  svolgeranno in un unico appuntamento, in programma a Fiera Milano dal 15 al 18 novembre 2023, che avrà come fulcro della proposta espositiva proprio questa sinergia tra comparti, fondamentali per la progettazione, la costruzione e la riqualificazione dell'edificio.

Grazie alle manifestazioni di MIBA, Fiera Milano offre un'occasione unica per riflettere sulla rivoluzione in atto e per contribuire alla crescita dei mercati intorno a questo mondo. Il settore è sempre più guidato dai driver dell'innovazione e della sostenibiità e vettore importante di sviluppo a livello nazionale. Nel suo ambito, si stanno realizzando iniziative "concrete" per incentivare l'evoluzione dell'edificio e la sua trasformazione e questo mettere a fattor comune energie e competenze di mondi diversi ma contigui porterà il building ad affermarsi come il fulcro di una città sempre più smart e sostenibile.

La presentazione a Milano

Esperti e - fatto di grande rilievo - rappresentanti di primo piano delle Istituzioni hanno ufficialmente presentato MIBA nel corso di un'affollata conferenza stampa, tenutasi a Milano il 7 febbraio 2023.

Presente anche il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini che, facendo un puntuale riferimento al Codice Appalti, che il Governo intende rendere "più fluido e semplice", ha sottolineato l'importanza di un quadro normativo "chiaro, stabile e duraturo" a supporto delle strategie di sviluppo. 

L'attenzione è stata posta proprio sulla necessità, come ha sottolineato Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano - "Di unire competenze ed energie di settori diversi. Le fiere devono infatti essere uno strumento di politica industriale e il tema dell'abitare è centrale perché coinvolge mercati differenti - progettazione, materiali, impianti, tecnologie, tra le quali essenziali sono quelle della sicurezza. I quattro appuntamenti specializzati e di respiro internazionale sapranno quindi  raccontare il meglio dell'evoluzione e dell'innovazione che sta interessando il building nella sua accezione più completa".

Obiettivo di MIBA, che rappresenta il trampolino di lancio ottimale per la filiera verso gli obiettivi al 2030 e al 2050, è quello di dare concretezza alla sinergia di quattro eventi -  appuntamenti di riferimento per i rispettivi settori di appartenenza - espressione di mercati chiamati a lavorare insieme per la creazione dell'edificio efficiente e in grado di aprire enormi opportunità per tutti i mercati coinvolti. Il format consentirà, stando alle previsioni, di portare 1000 aziende qualificate a contatto con gli addetti ai lavori, in un hub privilegiato di incontro per la "building community italiana e internazionale".

In Europa si sta ponendo una speciale attenzione alla riduzione dell'impatto che gli immobili hanno sull'ambiente, con specifici obiettivi di decarbonizzazione entro il 2030. Nel vecchio Continenente l'85% degli immobili è però obsoleto, con oltre 20 anni di vita. Accennando alla situazione italiana: "Trainato dagli incentivi fiscali, il settore delle costruzioni -  ha osservato Michele Camisasca - direttore generale ISTAT - registra da oltre un anno una crescita costante, che ha posiitivi riflessi sull'occupazione (+ 1,4 nei primo tre mesi del 2022)."

Il building è quindi destinato a diventare un autentico traino per l'economia e un "gestore di servizi" (energia, salute, sicurezza, comfort), Non è infatti più sufficiente intervenire su involucro e impianti: da un'abitazione ci si aspetta anche sicurezza, comfort e integrazione nelle future smart city. Nei prossimi anni il giro d'affari si prevede importante: secondo le stime di Energy&Strategy- Politecnico di Milano - presente all'evento il direttore scientifico Davide Chiaroni - "nel 2026 gli investimenti messi in campo andranno da un minimo di 10,7 a un massimo di 21 miliardi di euro, interessando un numero impressionante di immobili: da 110.000 a 230.000".

Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance Milano, Lodi, Monza e Brianza, considera per questo "vincente" la sinergia tra GEE–Global Elevator Exhibition, ME-Made expo, Smart Building Expo e Sicurezza: "Oltre a lavorare sulla componente energetica, è l’occasione per lavorare su quella digitale, sulla building automation e sulla domotica". 

Efficienti, green e connessi, ma anche sicuri, gli edifici del futuro rappresentano una cellula primaria della smart city e un elemento che offre un importante contributo all'evoluzione dei centri abitati, che devono essere sostenibili, intendendo la parola "sostenibilità" - come hanno puntualizzato Pierfrancesco Maran, assessore alla casa e Piano quartiere del Comune di Milano e lo stesso Matteo Salvini - anche in senso sociale. 

Ottime prospettive per Sicurezza 2023

In questa "alleanza", un posto di rilievo ha la manifestazione Sicurezza. Quello della sicurezza, logica e fisica, rappresenta nel settore edilizio una componente fondamentale. "Dobbiamo pensare agli edifici sempre più come domotici e digitalizzati, ma fare riferimento all'antintrusione perché si possa anche parlare di sicurezza" - osserva Luca Palermo -  e quindi la manifestazione - dopo il successo della scorsa edizione - annovera numerosi brand leader del mercato e importanti "ritorni", in particolare nei settori dell'antintrusione, TVCC e controllo accessi.

Il mercato è reattivo: quello della security, antincendio e building automation ha chiuso in modo positivo il 2022 e si prevede che anche l'anno appena iniziato, come riportato da ANIE Sicurezza, conosca un trend di crescita costante. La conferma del Bonus Sicurezza anche per il 2023 agevolerà questo processo che, come è stato sottolieneato: "è un processo di integrazione. Fil rouge di questa edizione sarà dunque il tema dell'integrazione tecnologica".

Intelligenza artificiale, deep learning e gestione in cloud saranno protagonisti: architetture tecnologiche della sicurezza ibride, interconnesse e integrate, che richiedono figure specializzate, dotate di competenze trasversali. Per questa ragione, oltre a una offerta merceologica globale e un network di supporto internazionale, Sicurezza conferma anche un ricco palinstesto formativo, proponendo un'occasione unica di analisi e di confronto, per aggiornarsi su trend, normative e scenari di mercato. Innovazione e sicurezza contemplano anche quella che rappresenta una priorità, in questo momento in particolare: la cyber security. E' quindi confermata la Cyber Security Arena, area espositiva e di alta formazione professionale.

Ma queste sono solo anticipazioni: torneremo senz'altro a parlare di Sicurezza 2023,  con approfondimenti e sempre nuovi aggiornamenti.

 

 

 

 

 


maggiori informazioni su:
www.fieramilano.it



Tutte le news