mercoledì, 24 aprile 2024

News

Normative

Ecobonus per la casa 2023, tutti gli interventi ammessi

06/01/2023

In un periodo in cui il tema del risparmio energetico e della sostenibillità ambientale sono molto sentiti e "urgenti", è importante conoscere a fondo le agevolazioni previste per il nuovo anno. Installazione di pannelli solari, sostituzione caldaia, riqualificazione ed efficientamento energetico, sconto fiscale per batterie di accumulo e credito d'imposta per le colonnine di ricarica: sono in sintesi le opere principali per le quali sono possibioli detrazioni e benefici.

Sconto Iva per le case in classe A e B

E' tornata, da gennaio 2023, la detrazione del 50% dell'Iva pagata per chi acquista immobili a energia quasi zero, ossia in classe A. Lo sconto viene esteso anche a quelli in classe B. Tale bonus è riconosciuto sia in caso di acquisto dal costruttore sia quando il venditore sia un fondo immobiliare. La detrazione può essere cumulata con tutti gli altri bonus sulla casa.

In tema di Superbonus, accanto alla riduzione dell'aliquota al 90% per condomini e immobili con più appartamenti di un unico proprietario o in comproprietà, sono da rispettare nuovi limiti di reddito per gli interventi sugli edifici unifamiliari. E' infatti previsto un limite di reddito, che va calcolato in base al numero dei componenti il nucleo familiare. La somma complessiva non deve andare oltre i 15.000 euro, dividendo l'importo per 2 in caso di coniugi, 2,50 per le coppie con un figlio, 3 per le coppie con due figli e 4 per chi ha tre o più figli. Si ricords infine che il Superbonus è ammesso solo per le abitazioni destinate a prima casa.

Eco e sismabonus

Chi non possiede i requisiti per rientrare nei nuovi parametri ha la possibilità di riqualificare la villetta, prima o seconda casa, utilizzando l'ecobonus al 65% per interventi che riguardano tutto l'immobile. Per coibentare le pareti è possibile usare anche cappotti verdi, realizzati cioè con solo specie vegetali, purché si rispettino i parametri previsti dall'Enea per la trasmittanza termica. Nel caso in cui sia necessario effettuare anche interventi di consolidamento, per le villette in zona sismica 1, 2 e 3, c'è la possibilità di accedere all'ecosismabonus con aliquota fino all'85%, a seconda delle classi di riduzione del rischio sismico.

Ecobonus al 65% per solare termico e pompe di calore

Viene confermata la possibilità di ottenere l'ecobonus anche per l'installazione di pannelli solari per l'acqua calda, e per le caldaie a pompa di calore che vadano a sostituiire vecchi impianti. La stessa aliquota è prevista per quanti sostituiscono le caldaie a gas con altre a condensazione, purché siano inserite anche le valvole intelligenti sui termosifoni. La detrazione al 65% riguarda anche chi vuole rendere smart tutta la casa tramite sistemi di domotica.

Pannelli solari, batterie e colonnine di ricarica

Per gli impianti fotovoltaici installati al di fuori del Superbonus c'è anche nel 2023 la possibilità di usufruire del 50% di detrazione, che spetta anche per l'acquisto di pannelli da balcone. Lo stesso sconto fiscale è riconosciuto per le batterie di accumulo, e il bonus si può cumulare con i finanziamenti a fondo perduto degli enti locali per gli stessi impanti. Viene confermato per un altro anno il credito d'imposta dell'80% per le colonnine di ricarica.

Per tutti gli altri interventi finalizzato al risparmio energetico è possibile beneficiare del bonus casa al 50%. La detrazione spetta per una lunga lista di voci che vanno dall'acquisto di climatizzatori alla sostituzione di finestre, ma anche di persiane e tapparelle, così come per la semplice installazione delle valvole sui termosifoni.

Bonus per i mobili e il "bonus verde"

Chi beneficia della detrazione al 50% per i lavori che riguardano la casa, anche di  importo limitato, può approfittare anche del bonus mobili al 50% per acquistare elettrodomestici a risparmio energetico. Il tetto di spesa fissato è di 8.000 euro, al netto di quanto eventualmente speso del 2022 per altri acquisti agevolati.

Rimande confermata per il 2023 la possibilità di usufruire del bonus verde, ovvero della detrazione del 36% su una spesa massima di 5.000 euro, per il rifacimento di giardini e terrazzi. 

(Fonte notizia: Repubblica.it - Fonte immagine: airplast)



Tutte le news