domenica, 29 maggio 2022

News

Business & People

Johnson Controls, soluzioni per monitorare la qualità dell’aria negli edifici

08/02/2022

Tutti gli ambienti indoor, in particolare di scuole e realtà aziendali, si trovano di fronte all’ennesima sfida imposta dal perdurare della pandemia, a causa del ceppo dominante del Covid-19, la variante Omicron.

Johnson Controls, specialista nella realizzazione di edifici intelligenti, sani e sostenibili, è impegnata nella creazione di spazi condivisi che possano garantire la salute e la sicurezza delle persone. Per agevolare il ritorno a una nuova normalità sul posto di lavoro e a scuola, l'azienda ha quindi identificato i potenziali rischi derivanti dalle particelle di Coronavirus che circolano attraverso i sistemi di ventilazione come una criticità da risolvere in via prioritaria. Proprio con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria all’interno degli edifici, Johnson Controls propone un approccio olistico partendo dallo studio dell’infrastruttura di riscaldamento, ventilazione e condizionamento (HVAC) di un edificio.

L’azienda si impegna a identificare, insieme ai suoi clienti, le strategie ottimali per incrementare la circolazione dell'aria esterna e le opzioni di filtraggio, così da fornire una migliore qualità dell'aria, le impostazioni ottimali di temperatura per rallentare il flusso di agenti patogeni trasportati dall’aria e l’uso di soluzioni di illuminazione a raggi ultravioletti C (UV-C) per debellare gli organismi virali.

Sistemi di condizionamento e di illuminazione innovativi

Per ridurre le particelle nocive presenti nell’aria, Johnson Controls si avvale di sistemi di condizionamento HVAC che trasportano all’esterno maggiori quantità di aria viziata, permettendo un tasso di ricambio della stessa notevolmente più elevato e massimizzandone la qualità grazie alla presenza di filtri ad alta efficienza. Un altro fondamentale supporto viene fornito dalle soluzioni di illuminazione UVC che possiedono la capacità di disinfettare anche le superfici, aspetto cruciale se parliamo di ambienti con un’alta interazione come quelli scolastici. Johnson Control, grazie alle sue competenze, è infatti anche in grado di integrare soluzione tecnologiche di terze parti con la sua piattaforma di controllo BMS e l’interfaccia digitale di Open Blue.

L’azienda ha messo a punto una nuova applicazione ‘all-in-one’ che consente agli operatori degli edifici di monitorare la sostenibilità, la salute e i parametri del benessere, riducendo al contempo l’uso di energia, acqua, rifiuti e la loro impronta di carbonio. 

La nuova applicazione OpenBlue Performance Advisor estende le capacità della soluzione OpenBlue Enterprise Manager di Johnson Controls, grazie a un software di tracciamento dei dati, intelligenza artificiale e dashboard intuitive che monitorano la qualità dell’aria interna, il consumo energetico e forniscono raccomandazioni per l’aria pulita e la decarbonizzazione. Il software intelligente supporta anche la gestione della salute dei dipendenti, la produttività e le esperienze degli occupanti, contribuendo a migliorare la qualità dell’aria interna e il comfort.

Analisi dei dati avanzata

La soluzione OpenBlue Enterprise Manager di Johnson Controls aiuta i facility manager a ottimizzare le prestazioni del portfolio del building attraverso l’analisi avanzata dei dati e l’intelligenza artificiale. L’algoritmo di Johnson Controls misura una varietà di parametri come la dimensione della zona, l’occupazione, l’uso della mascherina e le previsioni meteorologiche e prevede le possibilità di diffusione delle infezioni. Un esempio di valore per il cliente è l’efficienza energetica automatizzata di right-sizing. Gli algoritmi utilizzano i dati operativi storici e caratteristiche dello spazio per costruire un modello dinamico di ogni stanza per prevedere la temperatura futura, la qualità dell’aria e il suo flusso. I modelli vengono poi utilizzati per ottimizzare i criteri di prestazione desiderati, come il costo energetico o il rischio di infezioni. 

L’applicazione Performance Advisor ottimizza l’utilizzo dello spazio e sfrutta i dati di monitoraggio sull’occupazione, raccomandando lo spostamento delle persone in spazi alternativi. Questo approccio supporta il movimento di risorse e individui da spazi sovrautilizzati a quelli sottoutilizzati, suggerendo anche regolazioni ai sistemi HVAC e di illuminazione.

 


maggiori informazioni su:
www.johnsoncontrols.com



Tutte le news