lunedì, 6 luglio 2020

News

Tecnologie

RISCO Group: nuovo sensore a tenda DT AM cablato

25/06/2020

MILANO - Con il nuovo sensore a tenda DT AM cablato, RISCO Group arricchisce la propria gamma di rilevatori da esterno, progettati per offrire una protezione ancora più affidabile, grazie a tecnologie avanzate.

I nuovi sensori si contraddistinguono per le funzionalità uniche di configurazione e diagnostica da remoto, quando connessi al BUS delle centrali ibride di RISCO: attraverso il cloud, infatti, l’installatore è in grado di intervenire e apportare le modifiche necessarie in qualsiasi luogo si trovi e programmare l’eventuale visita in loco, se necessaria, quando è più conveniente.

Funzionalità e tecnologie innovative

Grazie alla nuova soluzione, il sistema di sicurezza è in grado di identificare un intruso prima che entri nell’area che si desidera proteggere, offrendo le migliori prestazioni di rilevazione nella sua categoria e un elevatissimo livello di sicurezza. Per garantire una protezione ancora più elevata e minimizzare i falsi allarmi, la nuova soluzione è dotata dell’esclusiva tecnologia di rivelazione DT integrata, che combina microonda in banda K con sensore PIR e sensore luce solare per ignorare gli improvvisi sbalzi di intensità luminosa sulla base di un esclusivo algoritmo.

La tecnologia antimascheramento ad infrarosso attivo di cui si avvale è in grado di segnalare eventuali tentativi di manomissione ed è resistente ad acqua, polveri, pioggia e neve – grazie al grado di protezione IP65 – e ai raggi UV.

Angolo di rilevazione

Il nuovo sensore protegge in modo efficiente gli spazi adiacenti un muro perimetrale, una finestra o un’area aperta grazie al fascio di rilevazione molto stretto – di massimo 1 m alla massima distanza – e alla copertura regolabile fino a 12 m di distanza. Il sensore avvisa del passaggio di intrusi all’interno del fascio, ma non genera allarmi per chi si muove nelle vicinanze del fascio. In questo modo, la zona può rimanere inserita 24 ore su 24, anche mentre ci sono persone all’interno degli spazi protetti o che si muovono all’esterno dell’area protetta. Questo si rivela utile per gli utenti che desiderano lasciare le finestre aperte mentre sono a casa, rimanendo al sicuro ed evitando situazioni di allarmi generati in modo accidentale.

Diagnostica da remoto

Ivan Castellan, Branch Manager di RISCO Group Italia sottolinea l'importanza uno specifico aspetto: “La situazione di emergenza degli scorsi mesi, durante i quali era impossibile per gli installatori intervenire in loco, ha confermato ulteriormente l’importanza di offrire soluzioni in grado di supportare la diagnostica e la manutenzione da remoto. Ed è in questa direzione che RISCO si sta muovendo, ovvero contribuire a creare condizioni di lavoro più sicure per gli installatori aiutandoli a ottimizzare tempo e denaro e contestualmente offrire agli utenti finali interventi più rapidi ed efficienti”.

Quello proposto da Risco è il solo sensore a tenda in grado di offrire funzionalità di configurazione e diagnostica da remoto tramite tastiera o software di configurazione, quando il sensore è collegato al BUS delle centrali ibride di RISCO (LightSYS e ProSYS PLUS).

Questo va a vantaggio di installazione e manutenzione, che diventano semplici e più veloci. Grazie al software di configurazione, infatti, l'installatore può utilizzare la funzionalità per la diagnostica e regolare da remoto i parametri dalla schermata di configurazione della zona, limitando gli interventi di manutenzione.

In alternativa, la modifica temporanea da remoto dei parametri permette di ridurre l'urgenza e posticipare l’intervento in loco necessario al momento più opportuno. 

 

 


maggiori informazioni su:
http://www.riscogroup.com/italy/



Tutte le news