martedì, 26 maggio 2020

News

Business & People

COVID-19, come impatta sul comparto della sicurezza: le previsioni degli analisti

15/04/2020

LONDRA (UK) – Come reagisce il mercato della sicurezza di fronte al Covid-19, che in poche settimane ha già mandato in affanno l’economia globale? Qual è il costo per l'industria della sicurezza fisica? Una domanda comune, che si sono posti anche gli analisti di Memoori, partendo da un dato: il valore della produzione mondiale di dispositivi per la sicurezza fisica (controllo accessi, antintrusione e videosorveglianza), calcolato sul prezzo all’uscita dalla fabbrica. Un valore che nel 2019 era pari a 34,31 miliardi di dollari, con un incremento dell’8.5% sul 2018.

Dall’osservatorio di Memoori risulta che negli ultimi 5 anni il mercato sia cresciuto del 7% all'anno. In questo arco di tempo, il settore ha dimostrato di essere forte, rispondendo bene alle nuove richieste indotte dall'aumento del terrorismo e del crimine a livello globale. Malgrado ciò, l’inevitabile nuovo ciclo di recessione determinato dalla pandemia non potrà che ridurre la domanda nel corso del 2020. Allo stato attuale, la migliore stima degli analisti è che il primo trimestre 2020 mostri un calo del 5%, dovuto principalmente alla riduzione della domanda in Asia, e in particolare in Cina, che per il segmento della videosorveglianza è il più grande mercato al mondo.  

Seguiranno quasi certamente ulteriori cali nei trimestri successivi. Le previsioni per il 2021 dipendono dal modo e dai tempi in cui le misure per contrastare il COVID-19 entreranno in vigore. Se si riuscirà a controllare la pandemia entro settembre 2020, le vendite mondiali di dispositivi di sicurezza potrebbero ricominciare a crescere entro il secondo trimestre del 2021. Dopo tutto, concludono gli analisti di Memoori, COVID-19 è un problema temporaneo e non strutturale.

 

 

 

 


maggiori informazioni su:
https://memoori.com



Tutte le news