martedì, 11 dicembre 2018

News

Business & People

Napoli, stanziati 300.000 euro per la videosorveglianza contro l'abbandono dei rifiuti

28/11/2018

MILANO - Un sistema di videosorveglianza può aiutare ad arginare un fenomeno, quello dell'abbandono illegale dei rifiuti e degli incendi in aree di stoccaggio, al centro oggi del dibattito politico e causa di gravi danni all'ambiente e alla salute pubblica.

Un esempio concreto viene da Napoli. "Saranno assegnati ai Comuni dell’area metropolitana di Napoli nel cui territorio risiedono impianti di trattamento dei rifiuti 300.000 euro per l’istallazione di sistemi di videosorveglianza esterna ai siti". Con queste parole, il sindaco della città, Luigi de Magistris ha approvato nei giorni scorsi una variazione di bilancio che permetterà di finanziare, in conto capitale questi Comuni per l’acquisto di sistemi di videosorveglianza da installare nelle aree esterne ai siti di stoccaggio e agli impianti di trattamento dei rifiuti.

In questo modo gli stessi Comuni potranno contribuire direttamente ad un maggior controllo delle aree, prevenendo fenomeni quali gli incendi dei siti di stoccaggio che, soprattutto in queste ultime settimane hanno fatto registrare una preoccupante escalation. 

Sarà anche possibile contrastare in modo più efficace l’abbandono di rifiuti di qualsiasi genere, spesso anche molto pericolosi, nei pressi dei siti di stoccaggio e trattamento, fenomeni che generano non solo un danno grave all’ambiente, ma anche un danno economico consistente per gli Enti che devono provvedere allo sgombro e alla bonifica dei siti stessi.

 



pagina precedente