mercoled√¨, 5 ottobre 2022

Interviste

Antintrusione: la risposta di Combivox alle richieste di installatori e consumatori

Intervista a Fulvio Facecchia, Responsabile Marketing Combivox

02/08/2022

La spinta innovativa di Combivox continua a introdurre nel mercato dell’antintrusione prodotti capaci di segnare un “prima” e un “dopo”. Nell’intervista rilasciata a secsolution.com Fulvio Facecchia, responsabile marketing dell’azienda con sede in provincia di Bari e orgoglio della sicurezza made in Italy, si sofferma sulla novità (soprattutto in termini di funzionalità, design e competitività) dei dispositivi presentati durante il seguito Roadshow Summer 2022.

L’intervista è stata inoltre l’occasione per approfondire le trasformazioni del mercato antintrusione, le dinamiche di competizione con le aziende estere e i trend emergenti in ambito residenziale.

Durante il vostro Roadshow summer 2022 avete presentato nuovi dispositivi, con funzionalità e prestazioni avanzate: qual è la filosofia a monte di questi prodotti? A quale cambiamento del mercato e del consumatore rispondono?

ll Roadshow Summer 2022 è stato un successo per numero di Aziende partecipanti. I nostri clienti installatori attendevano da parte di Combivox una risposta alla sempre più crescente richiesta di prodotti Wireless performanti e commercialmente competitivi. E sono queste le due leve alla base del progetto Wilma PRO e sistema CTW (Combivox Turbo Wireless) che abbiamo presentato in occasione del Tour che ci ha visto presenti in tutta Italia.

In termini di prestazione tecnologiche il nuovo Wireless di Combivox è più veloce, più sicuro e più flessibile sotto il profilo della programmabilità. Inoltre, una leva, non meno importante, è stata la rivoluzione a livello di estetica e design dei nuovi dispositivi, a partire dal box centrale fino a tutti i prodotti della gamma. Il team design di Combivox è stato impegnato 20 mesi per riprogettare tutti i contenitori dei nuovi prodotti, che oggi rispondono al meglio alla sempre più crescente richiesta del mercato, soprattutto residenziale, in termini di design in grado di collocarsi in qualsiasi ambiente. Ecco, quindi, il cambiamento del mercato e del consumatore al quale rispondono i nuovi prodotti: un design accattivante per il consumatore finale, prestazioni tecnologiche per il cliente installatore ed un prezzo commerciale molto competitivo, in grado di poter contrastare anche la concorrenza di prodotti esteri.

Interpretare e gestire il cambiamento in questa epoca storica assai complessa è una sfida per le imprese di qualunque settore. Nel mercato altamente competitivo della sicurezza, quali sono i segni più evidenti della trasformazione e le sfide più ostiche con cui si deve confrontare oggi il made in Italy? Come si inserisce la proposta di Combivox?

Il mercato dell’antintrusione è molto cambiato negli ultimi tre anni, soprattutto nella fascia media degli impianti a target residenziale. La competizione con aziende estere (europee ed asiatiche), avvantaggiate da condizioni di produzione migliori rispetto all’Italia (costo del lavoro e fiscalità), ha decisamente spinto molte aziende italiane a confrontarsi su un nuovo piano di competitività. Combivox ha raccolto la sfida ed è oggi in grado di competere con una propria proposta che fornisce ai clienti installatori nuove armi per presentarsi al mercato con un prodotto performante, sia per tecnologia e completezza di gamma sia in termini commerciali, salvaguardando la propria italianità che si esprime in qualità, design e stabilità di prodotto.

Il residenziale è il vostro mercato d’elezione. Ci aiuti a mettere a fuoco quelli che, a suo avviso, saranno i trend di maggiore impatto.

Combivox ha sempre percorso una strada ben precisa in termini di marketing di prodotto rivolto al mercato residenziale di fascia media e medio-alta. Il nostro è un mercato B2B, ma in realtà abbiamo due consumatori da soddisfare: il cliente installatore che desidera una gamma completa, soprattutto nella nuova tecnologia wireless, e performante, oltre che competitiva commercialmente, e il consumatore finale che è sempre più orientato alla Smart Home, per gestire tramite APP tutte le aree funzionali del proprio impianto, dall’antintrusione, alla videosorveglianza e videoverifica, alla domotica. Ecco quindi che, per Combivox, tecnologia radio per antifurto, videoverifica e domotica, saranno i trend di maggiore impatto nel prossimo futuro.

Vantaggi e criticità (penso soprattutto alla cybersecurity) della diffusione di Cloud, IoT e APP nella sicurezza e nell’antintrusione. 

Combivox ha introdotto il proprio Cloud proprietario nel 2018: in quattro anni, il numero di impianti collegati è cresciuto in modo esponenziale, segno evidente di una forte richiesta del mercato. Il Cloud di Combivox, oggi su server AWS sia per servizi di collegamento IOT che per funzioni video, presenta innumerevoli vantaggi che superano di gran lunga quelle che possono essere alcune criticità.

I vantaggi sono noti: possibilità, per l’utente installatore, di programmare, telegestire e monitorare tutti gli impianti della propria clientela; l’installatore Combivox, grazie all’esclusiva CombiApp, è in grado di conoscere in tempo reale lo stato di efficienza e di funzionamento di ogni singola componente dell’impianto; semplicità, per l’utente finale, gestione da APP di tutte le funzioni di antifurto, domotica, videocontrollo e videoverifica anche in assenza di linea ADSL.

Detto questo, Combivox, che ha inventato il primo combinatore telefonico cellulare 30 anni fa, è da sempre molto sensibile alla sicurezza delle comunicazioni in caso di evento di allarme: è per questo che da sempre abbina ai servizi del Cloud (trasmissione di stati e allarmi tramite notifica push) anche la sicurezza della segnalazione di allarme tramite chiamata telefonica. Per legge, tutti i gestori di rete pubblica cellulare, che offrono servizi internet, sono obbligati a preservare la chiamata vocale necessaria per contattare i numeri di emergenza (118, 115, 112, etc.) in casi estremi (sovraffollamento dei canali internet, scarso segnale di rete GSM): questo, supera le possibili criticità di un Cloud che comunque per segnalare si basa sui centri servizi di notifica push dei gestori Android ed Apple.

Può darci qualche anticipazione dei vostri piani di sviluppo per i prossimi mesi?

Abbiamo investito molto in R&S negli ultimi 20 mesi per il totale rinnovamento della gamma Wireless, con il nuovo sistema CTW (Combivox Turbo Wireless) e ci aspettiamo ora di raccogliere i frutti di questo investimento: nei prossimi mesi completeremo la gamma con nuovi dispositivi radio e continueremo lo sviluppo del sistema Smart Home Combivox anche per quanto riguarda i prodotti wired.

Se dovesse individuare un momento, una tappa particolarmente significativa, nella storia più che trentennale di Combivox, quale sceglierebbe?

Sarebbe semplice rispondere facendo riferimento al primo prodotto che è stata una vera rivoluzione del settore dell’Antintrusione, esattamente 30 anni fa, quando a Sicurezza 1992 presentammo il primo combinatore telefonico cellulare. Da allora, tante, tantissime, sono state le novità di prodotto di Combivox che sono diventate un “must” di settore, fatte proprie anche da imprese colleghe. Ne potrei citare alcune: centrale con comunicatore bidirezionale GSM, tastiera vocale, inseritore di prossimità con audio, tastiera touch screen (la Simplya, la prima tastiera italiana a touch screen è stata presentata a Sicurezza 2008) modulo di interfacciamento IP (Amicaweb), la prima centrale di allarme con funzioni di videoverifica (AmicaVideo nel 2006).

Risponderò, invece, guardando all’ultima tappa di Combivox, ossia una vera novità che abbiamo presentato durante il Roadshow Summer 2022: la nuova frontiera della VideoSicurezza. VideoTauro è un video-rivelatore in grado di offrire funzioni di videocontrollo tramite cloud e di videoverifica; attenzione, non “fotoverifica” come tutti i prodotti radio, perché il VideoTauro è in grado di inviare un videofilmato da 15 secondi con pre-registrazione, ossia prima del rilevamento. Riteniamo che questa sia una innovazione tale da suscitare l’interesse del mercato: integrare in un unico prodotto un sensore di rilevamento e una telecamera WiFi, gestiti da un'unica piattaforma di APP, per offrire funzioni di sicurezza e di videocontrollo.

https://combivox.it/

 

 

 

 



Tutte le interviste