mercoledì, 5 ottobre 2022

Interviste

SICUREZZA al via: il valore aggiunto di fare business “dal vivo”

Intervista a Paolo Pizzocaro, Fiera Milano, Exhibition Director di SICUREZZA

05/11/2021

Mancano pochi giorni a SICUREZZA, la biennale internazionale di security&fire, che dal 22 al 24 novembre prossimi riunirà il settore a Fiera Milano.

Con Paolo Pizzocaro, Fiera Milano, Exhibition Director di SICUREZZA, siamo andati alla scoperta della manifestazione di riferimento per il comparto.

Il binomio esposizione e formazione è un tratto distintivo di SICUREZZA. Quali focus tematici impronteranno la sezione espositiva e quella congressuale in questa edizione 2021?

La security ha fatto – e sta facendo – grandi passi in avanti in termini di integrazione e digitalizzazione e la specializzazione dei professionisti non può che muoversi all’unisono. Per questo confermiamo con convinzione il binomio esposizione-formazione. Anche in questa edizione l’offerta di SICUREZZA sarà ricchissima. La proposta espositiva permetterà di avere un aggiornamento a tutto tondo su videosorveglianza, antincendio, domotica, controllo accessi, fino alla cyber security e alla sicurezza dei dati. Ma in un mercato in continuo cambiamento come è il nostro, la formazione costante è imprescindibile a tutela delle singole professionalità e a garanzia della qualità dei prodotti installati; per questo, grazie al prezioso contributo dei nostri partner – editori e associazioni in primis – gli operatori avranno a disposizione un’offerta che permetterà di aggiornarsi su scenari, trend, nuove sfide come la sicurezza informatica, ma anche su certificazione delle professionalità e nuove normative.  Il palinsesto arricchirà tutte e tre le giornate di fiera, con un obiettivo comune a tutti gli appuntamenti: dare un supporto concreto agli operatori e sviluppare competenze specifiche. E in diversi casi consentirà di ottenere crediti formativi professionali

Parlando di fiere non si può prescindere dal tema delle misure di sicurezza anti covid. Quali modalità avete messo a punto per riportare relazioni e business al centro, garantendo nel contempo la sicurezza di visitatori ed espositori?

Per garantire a visitatori ed espositori la partecipazione in totale sicurezza, Fiera Milano ha elaborato ormai da tempo un Protocollo per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus, nel pieno rispetto delle regole e dei protocolli validi a livello nazionale.  Secondo le indicazioni governative, dunque, per accedere bisognerà essere in possesso di Green pass e indossare la mascherina. Abbiamo naturalmente intensificato le attività di pulizia, ma saranno soprattutto i servizi digitali a fornire un valido aiuto in termini di sicurezza e semplificazione delle procedure: sarà incentivata la registrazione online e grande supporto verrà dal digital signage, la nuova infrastruttura tecnologica che consente una informazione immediata. Infine, attraverso la nuova App di quartiere si potranno acquistare diversi servizi con un click, come i parcheggi o il pasto. Un protocollo che è stato già testato con successo in occasione dei numerosi eventi che abbiamo realizzato da settembre a oggi, che si sono svolti tutti nel rispetto delle regole e con piena soddisfazione di espositori e visitatori. Piccole semplici regole che ci permettono di recuperare il valore aggiunto di fare business “dal vivo”, parlandosi senza il filtro di uno schermo.

Fiera SICUREZZA si svolgerà in contemporanea con Made e Smart Building Expo. Quali sono le potenzialità di questa sinergia? 

L’inedita abbinata consentirà agli operatori di accedere a tre fiere con un solo titolo di ingresso: un’opportunità unica per avere una visione di insieme dello scenario, dei trend e delle opportunità legate al mondo del building e ai suoi professionisti. L’offerta espositiva nella sua globalità, infatti, rappresenterà quanto di nuovo si sta realizzando per il settore edilizio, dai materiali, serramenti e involucri, fino all’impiantistica, agli automatismi e ai sistemi domotici e di security&fire. Non mancheranno inoltre focus tematici trasversali. Due, in particolare, i temi che troveranno approfondimento verticale in ciascuna mostra: la digitalizzazione e la sostenibilità, soprattutto in chiave energetica. Temi che stanno rivoluzionando ogni comparto e che in questo particolare periodo rappresentano un volano per la ripresa, trattandosi di due dei pilastri su cui si fonda il PNRR, cui necessariamente ogni azienda e professionista dovranno guardare nei prossimi mesi.

In sintesi, quali opportunità offre l’edizione 2021 di SICUREZZA ai professionisti del settore, in questa fase di ripresa e di ricostruzione?

In questa fase così particolare SICUREZZA offrirà l’occasione di toccare con mano tutte le novità del mercato e di tornare a confrontarsi finalmente dal vivo. Si tratta di un plus che mancava ormai da troppo tempo. Proprio la pandemia ha dimostrato la capacità abilitante delle tecnologie della security, che hanno contribuito alla costruzione della nuova normalità, trovando applicazione in sempre più ambiti. In questo senso, nel mercato si sono aperte molte più opportunità, che troveranno in manifestazione la loro piena espressione grazie all’offerta degli espositori. Ma l’emergenza sanitaria ha favorito anche una nuova riflessione sul concetto di prevenzione, di rischio, di professionalità in grado di gestire con consapevolezza l’emergenza. SICUREZZA sarà l’occasione per valorizzare ulteriormente queste competenze e aprire un ampio dibattito sulla certificazione dei profili professionali.

Ad oggi, quali sono le vostre aspettative di affluenza?

Come sempre, non facciamo stime numeriche sui visitatori attesi, ma la qualità dell’offerta, la grande voglia di ritrovarsi che registriamo quotidianamente parlando con aziende, associazioni e voi editori e l’esempio dei saloni che si sono svolti nell’ultimo mese, che hanno registrato un afflusso persino superiore alle aspettative, ci fanno naturalmente ben sperare.

https://www.sicurezza.it/

 

 



Tutte le interviste