mercoledì, 23 settembre 2020

Interviste

Crisma Security, le vie dell’innovazione per la sicurezza delle infrastrutture critiche

Intervista a Barbara Farulli, amministratore di Crisma Security

18/03/2019

Attenta selezionatrice delle soluzioni più innovative sul mercato mondiale, che poi importa in esclusiva in Italia, l’azienda italiana Crisma Security, specializzata nella progettazione di sistemi di protezione per siti ad elevata criticità, si è affacciata sul mercato della sicurezza nel 2013. E da allora non ha smesso di investire in innovazione e in formazione delle risorse umane. 

Barbara Farulli, amministratore dell’azienda, condivide con secsolution,com soddisfazioni e nuovi progetti, evidenziando i plus che costituiscono i punti di forza di Crisma nel comparto italiano della sicurezza.   

Dal controllo accessi alla sicurezza perimetrale alla videosorveglianza, Crisma Security copre il settore della sicurezza con soluzioni a 360 gradi: un osservatorio privilegiato per valutare l’andamento del mercato security in Italia e i fattori di sviluppo. Una sua riflessione al riguardo?

Crisma Security si dedica da sempre all’innovazione, portando in Italia prodotti e soluzioni all’avanguardia volti ad aumentare il livello di sicurezza delle aziende. I nostri clienti sono principalmente infrastrutture critiche paese (aeroporti, autostrade, stazioni elettriche, data center, ecc..), un ambito nel quale, negli ultimi anni, il tema della sicurezza è diventato molto sensibile e strategico per le aziende, purtroppo anche a causa del numero crescente di atti vandalici e terroristici. La “sicurezza” non è più vista solo come un costo, anzi oggi si ritiene fondamentale dotarsi di sistemi di protezione evoluti. I security manager occupano ora un ruolo strategico nelle imprese e sempre di più accolgono l’innovazione all’interno delle loro strutture.

In questo scenario, come si colloca Crisma Security? Siete soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2018? Gli obiettivi per l’anno in corso e le strategie per conseguirli? 

In questo scenario, Crisma Security si è ricavata una nicchia di mercato. I punti di forza sono, da un lato, il fatto di rappresentare in esclusiva per l’Italia prodotti innovativi e tecnicamente evoluti e, dall’altro, poter contare su un team di ingegneri in grado di affrontare con professionalità e competenza progetti complessi e soddisfare in toto le esigenze dei clienti. Offrendo prodotti innovativi come Radar, Thermal Radar e telecamere termiche intelligenti per la protezione di aree ampie, e non solo di perimetri, ed offrendo inoltre soluzioni integrate per un controllo centralizzato e remotizzato nei SOC, riusciamo a coprire a 360° le esigenze dei clienti nell’ambito della sorveglianza attiva.

I risultati ottenuti nel 2018 sono stati molto buoni, avendo riscosso la fiducia di importanti aziende italiane, di cui abbiamo messo in sicurezza le infrastrutture critiche. Per il 2019 gli obiettivi principali sono quelli di replicare progetti di successo in ambiti simili. Un altro importante obiettivo è quello di ampliare il portafoglio prodotti con nuove tecnologie all’avanguardia, come riconoscimento facciale, beacon per IoT e localizzazione, comando automatico droni, ecc.

Oltre alle referenze attive che i clienti ci portano, saremo sicuramente presenti alle più importanti fiere di settore come SICUREZZA, dove mostreremo le nostre tecnologie e soluzioni, eventi privati e sui nostri canali social, dove è possibile restare aggiornati su tutte le novità.

Vi occupate anche di Cyber Security. In questo ambito proponete una soluzione avanzata e interamente italiana, basata sull’intelligenza artificiale. Ce ne può illustrare le peculiarità? Come è stata accolta dal mercato? 

In collaborazione con la capogruppo Crisma, società dedicata alla Data Science e Big Data, abbiamo realizzato la soluzione “Adelean” (Anomaly Detection Engine) che consente il rilevamento real-time di anomalie comportamentali del traffico di rete, basata esclusivamente su algoritmi di machine learning non supervisionati, scritti ad hoc dai nostri data scientists. I punti di forza della tecnologia sono i seguenti: effettuare l’analisi senza perimetrare l’ambito di intervento, non utilizzare un motore a regole e analizzare i dati a prescindere dal loro contenuto. Adelean può essere installato anche su piattaforme virtuali. Questa soluzione fonde insieme due aspetti importanti: un’architettura di Big Data, in grado di effettuare ingestion e gestione delle enormi masse di dati prodotte dai sistemi di rete; algoritmi proprietari di Machine Learning, in grado di funzionare direttamente sull’architettura, analizzando i dati contenuti ed estraendo le anomalie comportamentali.

Quali sono i vostri mercati verticali d’elezione?   

La nostra offerta è principalmente costituita da sensori Radar, Thermal radar e Telecamere termiche intelligenti, che hanno tra i loro punti di forza quello di avere una portata molto elevata, consentire una protezione di area e non solo di linea di perimetro, fornire la georeferenziazione del target, essere dotate di intelligenza a bordo, lavorare perfettamente anche in condizioni meteo avverse o con scarsa visibilità. Grazie alle peculiarità di questi sensori riusciamo a proteggere aree molto ampie con pochi punti di ripresa, ottenendo prestazioni ottime e stabili nel tempo e potendo garantire un numero trascurabile di falsi allarmi e manutenzione ridotta. I mercati ai quali ci rivolgiamo sono le infrastrutture critiche, aeroporti, porti, autostrade, ferrovie e stazioni, impianti elettrici e petroliferi, data center, impianti industriali, Headquarters, impianti fotovoltaici.

Progetti e iniziative in cantiere?

L’innovazione è il nostro leitmotiv. Cerchiamo sempre di innovarci e rinnovare l’offerta. Tra i progetti in cantiere, come già detto, c’è il tema del riconoscimento facciale, quello dell’IoT, quello del controllo automatico droni da parte dei Radar e telecamere. Inoltre, dato che l’intelligenza artificiale e il machine learning entreranno sempre più nell’ambito della security, stiamo lavorando su questi temi, per portare qualcosa di nuovo.

 

http://www.crismasecurity.it/

 



Tutte le interviste

Check APP per la videosorveglianza

Calendario Corsi 2020

INTERACTIVE LIVE STREAMING
23-24-25 settembre 2020

Formazione privacy

  • Videosorveglianza e privacy: tecnologie, GDPR, videosorveglianza, cosa cambia?
    Validato da TÜV Italia
  • 10 domande sulla Privacy
    Validato da TÜV Italia

Formazione Norme CEI

  • Norma CEI 64-8: Criteri di prestazione dell'impianto elettrico
    Validato da TÜV Italia
  • Realizzi un impianto antintrusione secondo la norma?
    Validato da TÜV Italia
  • Norme CEI: Analisi e valutazione del rischio
    Validato da TÜV Italia

Formazione Antincendio

  • Il nuovo Codice di Prevenzione incendio

Formazione Responsabilità

  • Obblighi e responsabilità per gli operatori della videosorveglianza
    Validato da TÜV Italia

Formazione Commerciale

  • Vendere Sicurezza - Prima e dopo il Covid: come è cambiata la vendita

Formazione Manageriale

  • Welfare aziendale: come costruire un piano di successo

Videsorveglianza Urbana integrata

  • Per Operatori della Pubblica Amministrazione
    23 settembre, 9:00-12:30

Privacy Channel

Ethos Academy

  • Nuova data Privacy Officer e consulente della privacy nel settore Videosorveglianza
    Bologna, 29-30 Ottobre

Tecniche di vendita

Vitekna

  • Vendere sicurezza 2.0: dopo il Covid-19 come cambia la vendita
    Cercola (NA), 3-10-17 ottobre

Vigilo4You - Vigilanza Group

  • Vendere sicurezza oggi
    Brescia, data in definizione

Pillole formative

DST
Norme CEI sistemi videosorveglianza

  • Cologno Monzese (MI)
    data in definizione

Ethos Academy propone corsi propedeutici che portano alla certificazione degli operatori
Scopri la programmazione »

Coronavirus e comparto sicurezza