giovedì, 18 luglio 2019

Interviste

Biometria, le risorse di una tecnologia vincente per il controllo accessi

Intervista con Andrea Giacobazzi e Marcello Canali, soci fondatori di Eter Biometric Technologies

10/10/2018

Come evolve il controllo accessi? Quali sono le prospettive per la biometria? Quali le altre tecnologie promettenti in questo comparto? Ne abbiamo parlato con i soci fondatori di Eter Biometric Technologies, specializzata in sistemi innovativi per la sicurezza.  

Con Andrea Giacobazzi, alla direzione tecnica, e Marcello Canali, alla direzione commerciale dell’azienda che ha sede in provincia di Modena, la riflessione si è focalizzata sulle potenzialità e sulle applicazioni attuali delle tecnologie biometriche. L’incontro ha offerto l’occasione per presentare le novità in casa Eter e i progetti che impegneranno l’azienda nei prossimi mesi.

Una riflessione sul livello di sviluppo delle tecnologie biometriche, tra i trend più interessanti nel settore della sicurezza.   

Andrea Giacobazzi: Ritengo che le tecnologie biometriche siano tra le più promettenti per il prossimo futuro, perché hanno ormai raggiunto un livello di sviluppo notevole, a costi molto accessibili; i sistemi garantiscono un livello di sicurezza molto elevato, unito a comodità d’uso: è un gesto molto naturale rivolgere la propria impronta digitale, oppure  il volto o l’iride,  verso un sensore, piuttosto che estrarre un badge e presentarlo al lettore (scomodo, tra l’altro, da portare appresso) o digitare un codice (difficile da ricordare). La biometria consente di riconoscere direttamente la persona, in maniera precisa ed inconfutabile, e non è possibile “dimenticare” o smarrire la credenziale biometrica. Tali tecnologie rappresentano, inoltre, la soluzione definitiva per il controllo delle presenze (timbratrici marca cartellino) per evitare i cosiddetti “furbetti del quartierino” ed eliminare il fenomeno dell’assenteismo sul luogo di lavoro.

Biometria e privacy: come si conciliano?

Giacobazzi: La tecnologia biometrica è ormai evoluta anche dal punto di vista della tutela della Privacy: l’utilizzo di tecnologie crittografiche, per la cifratura del template biometrico, e la memorizzazione del medesimo, su un supporto che l’utente si porta con sé, rendono i sistemi conformi alle specifiche del Garante sulla Privacy: vi è stata una notevole apertura in tal senso dalla fine del 2017, con l’autorizzazione da parte del Garante di impianti di controllo presenze biometrici presso enti pubblici: è un ulteriore segnale dell’altro potenziale di diffusione di questa tecnologia.

Quali altre tendenze significative ravvisate in questo comparto?

Marcello Canali: Un’ulteriore tendenza molto attuale, che costituisce un vero e proprio driver nel mercato della sicurezza, è l’integrazione e la convergenza di più sistemi (controllo accessi, videosorveglianza, allarme e rilevazione incendi) in un’unica piattaforma di controllo software (PSIM). Sicuramente anche lo sviluppo delle telecamere termiche ha un elevato potenziale di crescita, come sistema antifurto perimetrale: gli apparati sono diventati estremamente affidabili e meno costosi, e l’esigenza di proteggere all’esterno gli edifici (aziende, abitazioni private e ville) è fortemente sentita.

Come si colloca attualmente l’offerta di Eter e quali sono i tratti distintivi?

Giacobazzi: Eter è in grado di offrire un’ampia gamma di soluzioni per il controllo accessi, sia con tecnologie biometriche che con badge o codice PIN, anche tra loro combinate, complete di software di gestione. La nostra azienda può vantare una stretta collaborazione con Suprema, produttore leader coreano di controllo accessi, di cui abbiamo la distribuzione esclusiva per l’Italia, e con DDS, produttore Israeliano di controllo accessi, con esperienza trentennale nel settore. Grazie a queste partnership possiamo offrire soluzioni complete di controllo accessi e presenze, integrate con sistemi di videosorveglianza.

Il software di gestione è una piattaforma aperta che, oltre al controllo accessi a locali riservati, ascensori, parcheggi, permette una facile integrazione tra vari sistemi come videosorveglianza, controllo presenze, monitoraggio di allarmi tecnici e di varco, o la gestione integrata degli edifici. È di recente introduzione, infatti, l’integrazione dei sistemi di videosorveglianza, che consente di associare gli eventi di passaggio varco o allarme, un filmato o una sequenza di fotogrammi estratti dalla telecamera di contesto posta sul varco. L'interfaccia web rende questa piattaforma di facile configurazione grazie alle sue intuitive icone.

Il software BioStar 2 di Suprema ha la sua applicazione per smartphone che utilizza BioStar 2 Cloud, progettata per consentire agli utenti l'accesso remoto al server ed eseguire qualsiasi operazione e monitoraggio in qualsiasi luogo o momento, garantendo in ogni caso la sicurezza del server stesso. Tramite l’interfaccia Web e la App, è possibile abilitare o disabilitare gli utenti nel sistema, gestirne i diritti di accesso, consultare gli eventi di transito e di allarme, monitorare lo stato dei varchi ed aprirli da remoto.

Tutte queste funzioni avvengono in un quadro di piena sicurezza, in conformità al nuovo quadro normativo previsto dal GDPR. Le comunicazioni dal server al client sono infatti protette da crittografia HTTPS, mentre quelle tra server e dispositivo utilizzano una crittografia AES a 256 bit. BioStar 2 protegge anche i dati degli utenti come l'impronta digitale, PIN e password usando in questo caso uno standard di crittografia AES a 256 bit.

Quali obiettivi vi siete prefissati per il 2018?

Canali: Abbiamo arricchito la nostra gamma prodotti, inserendo una proposta di tornelli tripodi, a tutta altezza e varchi veloci (grazie all’importazione esclusiva dell’azienda turca Tansa), per il controllo accessi fisico, unitamente ad altri apparati come metal detector o radiogeni, utilizzati elevare la sicurezza di eventi o luoghi pubblici. Inoltre riteniamo che la protezione perimetrale esterna sia tra le esigenze più sentite al momento per la protezione degli edifici, abbiamo quindi inserito in gamma un sistema di protezione interrato, lo Stealth. Intendiamo quindi sviluppare al meglio queste due nuove linee commerciali.

La vostra clientela è trasversale a diversi mercati verticali, dalle infrastrutture sensibili – come aeroporti, ospedali e basi militari – alle imprese al retail. Quali sono gli ambiti in cui siete maggiormente presenti? Potete ricordare anche qualche applicazione che vi abbia dato particolare soddisfazione e i motivi?

Canali: Le soluzioni di controllo accessi sono applicate in diversi settori verticali, sicuramente nei siti sensibili sopra indicati (aeroporti, ospedali e basi militari), ma anche nel settore alimentare (l’obbligo della tracciabilità impone anche il controllo stretto ed efficace degli accessi), nel chimico e farmaceutico (ad esempio abbiamo realizzato il controllo accessi in un’importante azienda di logistica farmaceutica), nonché nei datacenter (la protezione delle informazioni è altamente strategica). Sicuramente anche il retail è un settore interessante: tra i progetti di rilievo mi piace ricordare il controllo accessi che abbiamo realizzato presso un’importante catena di retail, con più di 180 siti sul territorio nazionale, controllati tramite i nostri lettori e gestiti in rete da un unico software su server, accessibile anche da remoto attraverso la rete aziendale. Un’altra applicazione interessante è il controllo accessi realizzato presso un’importante azienda emiliana di produzione di formaggio, con due sedi controllate e gestite da più postazioni in rete.

In Eter puntate molto sull’attività di informazione e formazione degli operatori. Quali iniziative avete in cantiere per i prossimi mesi? 

Giacobazzi: Siamo fermamente convinti che sia molto importante formare gli installatori e contribuire a fornirgli gli strumenti tecnici e commerciali necessari a proporre in modo adeguato le soluzioni tecnologiche più adatte alle esigenze dei clienti, affiancandoli anche, se necessario, nella proposizione al cliente finale. A tal fine programmiamo ed organizziamo frequenti corsi di formazione nella nostra ampia sala meeting e demo, appositamente realizzata nella nuova sede di Formigine (MO), operativa ormai da un anno, nonché presso i nostri distributori.

Altre novità e progetti che vi vedranno impegnati nell’ultima parte del 2018 e nel 2019?

Canali: Intendiamo rafforzare la struttura commerciale e tecnica, per migliorare la penetrazione commerciale sul territorio e fornire un miglior supporto tecnico pre e post sales ai nostri clienti, nonché intensificare la promozione verso gli studi tecnici e i progettisti, organizzando meeting, con attribuzione di crediti formativi ai partecipanti. Abbiamo inoltre sviluppato un’applicazione per Smarphone che consente il monitoraggio delle presenze e il conteggio delle persone presenti ad eventi pubblici, anche gratuiti, in ottemperanza agli obblighi previsti dalla Circolare Gabrielli, a cui deve adeguarsi chiunque organizzi questo tipo di eventi: la nostra soluzione software fornisce un semplice ma efficace strumento per ottemperare alla normativa.

http://www.eter.it

 



pagina precedente
Check APP per la videosorveglianza

Calendario Corsi 2019

Videsorveglianza Urbana Integrata

Ethos Academy

  • Brugherio (MB)
    martedì 10 settembre

Videosorveglianza e Privacy

Spark

  • Padova
    mercoledì 25 settembre
  • Torino
    Giovedì 10 ottobre
  • Roma
    Giovedì 17 ottobre

Pillole formative

Ethos Academy propone corsi propedeutici che portano alla certificazione degli operatori
Scopri la programmazione »

Rimani aggiornato sulle nuove normative