mercoled√¨, 16 gennaio 2019

Interviste

GDPR e mercato della sicurezza in rapido sviluppo: la strategia security di STANLEY

Intervista ad Alistair Enser, V.P. e General Manager, STANLEY Products & Technology

09/07/2018

L’innovazione è il principio ispiratore di STANLEY®, azienda leader nella produzione di utensili e altamente tecnologica, che negli ultimi anni ha esteso la propria attività al settore security, attraverso una serie di acquisizioni e joint venture.

Alistair Enser, V.P. e General Manager, STANLEY Products & Technology, incontrato a Londra durante IFSEC 2018, dove l’azienda era presente con i marchi PACOM, PAC GDX e 3xLOGIC, ha illustrato a secsolution le dinamiche del settore security e la strategia di sviluppo dell’azienda.  

Iniziamo con una breve presentazione al pubblico italiano

STANLEY® è una azienda di cui molti hanno sentito parlare perché è leader nella produzione di utensili. Tuttavia siamo anche un’azienda altamente tecnologica ed è l’innovazione a guidarci. Sia che lavoriamo con utensili, utilizzando la tecnologia per sviluppare il settore Healthcare, sia nel caso in cui ci occupiamo del business Security, per rendere il mondo un luogo più sicuro, l’innovazione è sempre il nostro principio ispiratore.

Oltre alla crescita organica, Stanley si è sviluppata anche attraverso acquisizioni. In particolare, il nostro business dei Prodotti Security nasce da una serie di acquisizioni e joint venture; la più recente è l’acquisizione di 3xLOGIC, che è presente qui ad IFSEC 2018. Quest’azione rafforzerà il nostro portafoglio, specialmente nel controllo accessi e nella gestione e analitica video, oltre a dare una gamma più ampia di soluzioni a tutto il nostro canale gobale.

Lavoriamo già in USA, Europa e Asia Pacifico e siamo sempre rivolti all’ascolto dei bisogni del mercato della security, supportandolo non solo attraversi prodotti (questo lo fanno tutti) ma integrando tecnologie per valorizzare di più i nostri clienti. Oggi il nostro focus è laddove la sicurezza cyber incontra quella fisica. Tradizionalmente si proteggevano porte, finestre e beni, ma oggi il cliente finale si preoccupa per le minacce alla network security e per il furto di dati. Si tratta ancora di sicurezza, ma sono cambiate le necessità.

Nuove esigenze ed ambienti in costante evoluzione lanciano sfide ai produttori e agli installatori del settore sicurezza. Come azienda riconosciamo di doverci adattare continuamente. Convergenza e innovazione sono il vero motore della nostra strategia.

Quali altri fenomeni ravvisa nella sicurezza?

Un altro fenomeno che stiamo osservando è il crearsi di un’area grigia fra controllo accessi, video analisi, antintrusione o sistemi ancora più ampi quali il building management e l’IoT. È molto difficile definire un confine. Oggigiorno i clienti si aspettano che tutto funzioni in connessione. Quindi la nostra etica è basata sull’integrazione, gli ecosistemi e l’esperienza del cliente. Il che può comprendere l’integrazione dei nostri prodotti o la collaborazione con partner terzi, al fine di completare le nostre competenze e soluzioni.

Oggi, la maggior parte dei sistemi raccoglie tante informazioni di valore, ma queste non vengono sempre usate efficacemente. Vigil Trends di 3xLOGIC permette agli utenti di osservare, ad esempio, il comportamento delle persone, per individuare cambiamenti/anomalie in pochissimo tempo, utilizzando l’analitica e l’intelligenza a bordo del sistema, invece di ricorrere a un essere umano che esamina ore di video e dati. Per noi un successo chiave sarà liberare la potenza di tutte queste informazioni per rafforzare soluzioni e servizi che offriremo ai nostri clienti, sia a scopo security sia per migliorare il proprio business. Ma non ci limitiamo solo ai prodotti. Ascoltiamo i nostri clienti su scala globale, comprendendo le sfide future che dovranno affrontare nella quotidianità, dando una “risposta” ai loro bisogni e migliorando la loro produttività, oltre che la sicurezza.

State dunque pensando al business al di là della sicurezza?

Come già detto, le informazioni e i dati hanno grande valore quando raccolti correttamente in un sistema, non solo a fini di sicurezza, ma anche per la gestione degli edifici, del business o a scopi di marketing.  Collegando diversi sensori possiamo dare risposte alla richiesta di sicurezza di persone e business oltre ad assicurare una grande integrità del sistema. Inoltre, aggiungiamo grande valore in altre aree come quella immobiliare e di business management.  Ad esempio, connettendo sistemi IT, smartphone e security ora possiamo capire se un utente ha fatto il log in nel suo ufficio, riceviamo una conferma dal GPS sul telefono ma il sistema ci mostra che la persona è entrata in un edificio a 50Km di distanza! Questa situazione potrebbe far lanciare un allarme o una richiesta di verifica perché chiaramente è emersa una discrepanza.

Stiamo già notando un cambiamento nell’approccio, prima con le grandi multinazionali, ma ora anche le PMI iniziano a capire il vantaggio che l’intelligence può dare in termini di servizi aggiuntivi, sia che si tratti di migliorare la sicurezza, risparmiare o dare business intelligence.

Considerate il GDPR una opportunità?

Il GDPR esiste e non possiamo ignorarlo e il suo scopo ultimo porta dei benefici. I dati devono essere gestiti in modo responsabile e certamente in STANLEY e nei nostri brand - PACOM, PAC GDX e 3xLOGIC – ciò rappresenta una priorità. A livello di business operativo abbiamo rafforzato i nostri processi interni per garantire la coerenza con il business.

Ritiene che gli installatori siano pronti per la sfida?

Fino a qualche anno fa erano davvero pochi gli installatori al passo con la tecnologia e il cambiamento è stato lento. Credo che ora ci troviamo in un momento cruciale.

Molti installatori e integratori dell’industria vi lavorano da venti, trenta anni: hanno avuto un approccio tradizionale, ottenendo successi. Tuttavia, oggi il mondo del lavoro e i prodotti stanno diventando una merce ed è sempre più difficile ottenere valore e margini. Vediamo una opportunità nell’avvento della generazione dei Millennial, che cambierà decisamente la prospettiva delle aspettative utenti e di come i sistemi vengono sviluppati e ingegnerizzati. Molti installatori stanno iniziando ad adattarsi e non c’è dubbio che i loro figli e figlie inizieranno ad assumere ruoli più attivi nel business, imprimendo un’accelerazione.

http://www.stanleysecuritysolutions.com/

 



pagina precedente