giovedì, 26 aprile 2018

Interviste

Con InfinitePlay, la videocitofonia IP integrata parla italiano

Intervista a Matteo Gasparini, product marketing director InfinitePlay

10/05/2017

Sull’entusiasmo e sulla passione per l’innovazione tecnologica, al servizio del mercato professionale e consumer, si fonda il successo di InfinitePlay: un’azienda tutta italiana, con un team di progettazione che da oltre vent’anni realizza soluzioni tecnologiche dall’elevato contenuto di usabilità. Nonostante la giovane età, infatti, InfinitePlay vanta, nella videocitofonia, un’esperienza di lungo corso che deriva dalla proprietà, la famiglia Miozzo, fondatrice, agli inizi degli anni ‘50, del celebre marchio Elvox.

Oggi l’immagine di InfinitePlay è associata a un’idea vincente di integrazione tra la videocitofonia e il mondo della sicurezza, quello degli edifici intelligenti e dell’home automation. In quest’ultimo ambito, InfinitePlay è presente anche con il brand On Automation, che progetta e produce sistemi per l’automazione di cancelli. Di tutto questo e degli scenari futuri del mondo connesso, parliamo con Matteo Gasparini, Product Marketing Director di InfinitePlay.

 

Quali sono stati i passaggi fondamentali nello sviluppo della vostra tecnologia, che integra le funzioni di videocitofonia con quelle di videosorveglianza e sicurezza, di home automation e smart building?

Anche nella videocitofonia, come in tutti gli altri sistemi di sicurezza proposti dalle aziende, si è approdati alla tecnologia IP per poter soddisfare le esigenze del mercato.

Ritengo che InfinitePlay sia il brand pioniere di questa tecnologia per il mercato della videocitofonia. La nostra azienda è presente nel settore da ormai cinque anni, con un importante bagaglio di esperienza, a livello non solo tecnico, ma anche commerciale. Siamo consapevoli che il futuro della videocitofonia sarà l’IP e, prima o poi, il mercato si sposterà totalmente nella nostra direzione.  

Le piazze estere hanno accolto con entusiasmo la vostra soluzione completa di videocitofonia. Dove siete presenti attualmente e con quali piani di espansione e consolidamento?

Come si nota anche in altri ambiti, il mercato estero ha spesso una vista più lunga... e fin dall’inizio ha apprezzato i nostri prodotti. I mercati esteri principali con cui collaboriamo sono quelli dell’area EMEA e in Europa lavoriamo soprattutto in UK, con una sede commerciale a Londra e numerosi distributori di sicurezza; si registrano buone opportunità anche in Belgio e in Germania. Da tre anni partecipiamo a INTERSEC Dubai con l’obiettivo di entrare su quel mercato e i risultati stanno arrivando. Per il momento abbiamo aperto un’agenzia a Dubai, ma serve ancora molto impegno per affermarci in quell’area. Ci siamo mossi inoltre nel mercato asiatico, appoggiandoci ad agenzie locali nelle città di Shanghai, Hong Kong e Singapore. E ancora, i nostri prodotti sono pronti per il mercato americano, in quanto tutti certificati anche su standard UL – FCC –IC .

I progetti per il mercato italiano?

Ci tengo prima di tutto a sottolineare che i nostri progetti hanno sempre una prospettiva globale. Attualmente stiamo sviluppando la nostra rete commerciale in Italia, introducendo in ogni regione italiana un’agenzia affiancata a un centro di assistenza tecnica, per una copertura capillare del territorio.

Tutti i nostri impianti vengono offerti pre-configurati sulle esigenze del cliente, al fine di agevolare l’installatore con una soluzione Plug & Play e con un servizio che attualmente solo InfinitePlay offre sul mercato, senza alcun costo aggiuntivo. Anche tutti i nostri KIT Videocitofonici sono offerti già con la configurazione Plug & Play.

Quali sono i punti di forza della vostra soluzione?

Prima di tutto è Made in Italy: tutti nostri prodotti sono realizzati totalmente in Veneto e per “totalmente” intendo hardware, software e parti meccaniche. 

Un altro elemento di pregio delle nostre soluzioni è la qualità video garantita da una telecamera 5 MPX che installiamo nei nostri posti esterni FLAT & SMALL. Inoltre, non ci sono limiti di sistema: possiamo installare infinite postazioni esterne e infinite postazioni interne; l’ impianto è pensato per poter realizzare grandi complessi edilizi.

Tra gli altri punti di forza, le conversazioni simultanee, l’installazione Plug & Play, su cui mi sono già soffermato, le chiamate video-intercomunicanti grazie alla telecamera da 2mpx installata all’interno dei nostri dispositivi NEXT 7”.  Infine e non per ultima, l’integrazione con altri sistemi – quali sistemi di Home Automation, sistemi d’Allarme, Climatizzazione, TVCC – e l’integrazione con centralini telefonici VOIP tramite Trunk SIP App per smartphone, sia sotto copertura Wi-Fi che 3G-4G per dispositivi (android & iOS ): permette di controllare l’impianto videocitofonico in qualsiasi momento e ricevere chiamate dai posti esterni.

Oggi tutti i sistemi della nostra abitazione confluiscono sul router di casa, punto d’incontro che permette al nostro dispositivo interno NEXT 7” di gestire qualsiasi dispositivo dell’abitazione: non solo un videocitofono, ma un vero e proprio supervisore.

Avete saputo anticipare la richiesta del mercato di integrazione tra la videocitofonia e i sistemi di home automation. A vostro avviso, quali saranno gli sviluppi futuri del settore?

InfinitePlay nasce fin dall’inizio con la possibilità di integrare qualsiasi altro sistema. I nostri dispositivi interni videocitofonici NEXT a 7” e 10” nascono con un browser a bordo in grado di colloquiare con altri web server presenti nell’abitazione; oppure ci integriamo tramite app dedicate dei relativi sistemi partner che incontriamo sul mercato.

Tra le attuali integrazioni ci tengo a citare le più importanti finora realizzate: l’integrazione con sistemi domotici quali KNX, Duemmegi, Domotica Labs, Thinknx, Ergo Solution, idom; con sistemi d’allarme quali Ksenia e Inim; con TVCC InfinitePlay o altri, come per esempio Hikvision; infine, integrazioni con sistemi di climatizzazione, quali Daikin e Toshiba che oggi presentano soluzioni connesse.

Oggi le esigenze di mercato sono sempre più elevate tanto che il cliente finale ritiene ormai di poter fare qualsiasi cosa da qualunque dispositivo. Utilizzare la tecnologia IP ci permette di soddisfare a pieno tutte le esigenze di integrazione.

Gli sviluppi futuri continueranno ad essere legati alla mobilità e all’esigenza di avere il controllo, da remoto, di qualsiasi dispositivo della nostra abitazione, attraverso smartphone prima di tutto, ma anche all’interno dei nostri veicoli, che saranno sempre più connessi e indipendenti nel funzionamento, lasciandoci molto tempo libero per noi stessi. 

Pensiamo per esempio alle automobili come Tesla, già in grado di muoversi senza conducente e che al loro interno offrono un grande pannello digitale, che ci permetterà persino di rispondere alle chiamate videocitofoniche arrivate alle nostre abitazione. InfinitePlay è già in linea con tutti questi scenari che si presenteranno, quindi saremo avvantaggiati dal fatto di essere arrivati per primi ad approcciare la tecnologia IP anche nella videocitofonia.

E le novità in casa InfinitePlay?

Quest’anno InfinitePlay si presenterà alle più importanti fieri mondiali. Abbiamo cominciato da INTERSEC DUBAI, a gennaio, con un ottimo riscontro sul mercato; proseguiremo con IFSEC LONDRA, a giugno, per arrivare al nostro appuntamento più importante in Italia con SICUREZZA Milano, a novembre, dove ci presenteremo con tutto il nostro catalogo prodotti e le seguenti novità: nuova gamma posti interni con schermo 4,3” vivavoce e cornetta; nuove cornette solo audio IP; nuova postazione interna NEXT 7” da incasso a parete, con finitura in acciaio inox anche all’interno della casa.

Inoltre saremo presenti anche con il brand OnAutomation in uno stand di oltre cento metri quadrati, ove si potranno vedere tutti i prodotti dedicati all’automazione per cancelli e le relative applicazioni (residenziale, commerciale, terziario).

http://www.infiniteplay.com/it/home.aspx

http://www.onautomation.com/it/home.aspx

 

 



pagina precedente