lunedì, 6 aprile 2020

Articoli

Ferrovie e paranormale: TVCC e autoapprendimento

17/03/2020

di Pierdavide Scambi - Studio Scambi Vicenza

Le stazioni ferroviarie sono luoghi estremamente complessi e dinamici per l’applicazione di tecnologie che riguardano la videosorveglianza; tant’è che a volte vengono scomodati anche eventi paranormali. In una stazione a Bataou, in Cina, è stato avvistato nientemeno che un treno fantasma! Nel video pubblicato su YouTube dal canale The Hidden Underbelly 2.0, si vedrebbero immagini della forma riconoscibile di un treno che si ferma alla stazione, con fanali puntati e relativo audio che riproduce il rumore di fondo delle ruote sulle rotaie. 

Stando alla descrizione del video, datato 10 marzo 2018, e a detta dei responsabili della sicurezza, questo “treno fantasma” giungeva alla stazione e si fermava, come se stesse aspettando di far salire qualcuno per poi ripartire. Esistono, ovviamente, spiegazioni logiche e scientifiche quali un malfunzionamento del dispositivo di infrarosso della telecamera di sorveglianza, o forse un riflesso di altre viste. Tutto questo per dire che, potenzialmente, quanto di normale e a questo punto paranormale si pensa possa essere ripreso dalle telecamere delle stazioni ferroviarie (luoghi ad altissima densità di eventi), può essere ricondotto al “nuovo stato tecnologico dell’arte” (vecchia regola dell’arte), nello specifico agli algoritmi di autoapprendimento.

Analisi ad autoapprendimento 

L’analisi ad autoapprendimento aumenta l’efficienza del personale addetto alla sicurezza offrendo un monitoraggio efficace e consentendo una risposta proattiva in tempo reale da parte dei preposti. Questa modalità, nata per gestire flussi video ad alta definizione, permette l’analisi integrata nelle telecamere con una risoluzione massima. Gli algoritmi di analisi basati su modelli e funzionalità sono progettati per aumentare la produttività del personale addetto al controllo, aumentando la convenienza e l’effettività del monitoraggio.

Abbattimento falsi allarmi

Il rilevamento avanzato dei modelli video è in grado di riconoscere accuratamente gli spostamenti di soggetti e mezzi di trasporto veicoli, escludendo allo stesso tempo quei movimenti non correlati a una scena. Nell’apprendimento basato su modelli, il sistema impara a conoscere e riconoscere la scena e stabilisce la priorità degli eventi importanti in base al feedback del settaggio. In questo modo si aumenta la sensibilità delle condizioni problematiche, riducendo al tempo stesso i falsi allarmi e ponendo quindi l’attenzione su ciò che davvero è importante.

Ready to use 

La video analisi ad autoapprendimento è “ready to use” (pronta all’uso) senza la necessità di calibrazione manuale, cosa inimmaginabile solo fino a qualche anno addietro, ed è una tecnologia che riduce al minimo i falsi allarmi e aumenta i livelli di rilevamento e attendibilità. Il monitoraggio e la classificazione degli oggetti tramite algoritmi di analisi basata su modelli, è studiata per il riconoscimento di persone e veicoli, ignorando al tempo stesso i movimenti che non fanno parte della scena. La tecnologia di apprendimento “con esempio” consente altresì agli utenti di fornire feedback al sistema sulla precisione, perfezionando il database di analisi basata su modelli.

Funzioni più gettonate

Ecco un elenco di funzioni di video analisi ad autoapprendimento disponibili sul mercato ed efficacemente testate nell’ambito ferroviario:

Oggetti nell’area - L’evento viene attivato quando si supera il numero di persone o veicoli specificato nell’area di interesse in tutta la scena o nell’area disegnata manualmente.

Permanenza ingiustificata di oggetti - L’evento viene attivato quando una persona o un veicolo si trova all’interno di un’area di interesse specificata per un dato periodo di tempo. Rileva gli oggetti in tutta la scena o nell’area disegnata manualmente.

Oggetti attraversano il fascio direzionale - L’evento viene attivato quando il numero di persone o veicoli specificato ha attraversato il fascio direzionale delimitato nel campo visivo della telecamera. Il fascio può essere unidirezionale o bidirezionale.

Oggetto appare o entra nell’area - L’evento viene attivato da qualsiasi persona o veicolo che entra all’interno dell’area di interesse. 

Oggetto non presente nell’area - L’evento è attivato quando nessuna persona o nessun veicolo è presente all’interno dell’area di interesse.

Oggetti entrano nell’area - L’evento viene attivato quando il numero di persone o veicoli specificato è entrato nell’area di interesse.  

Oggetti escono dall’area - L’evento viene attivato quando il numero di persone o veicoli specificato è uscito dall’area di interesse. 

Oggetto fermo nell’area - L’evento viene attivato quando una persona o un veicolo in una nell’area di interesse smette di muoversi per il tempo soglia specificato. 

Direzione violata - L’evento viene attivato quando una persona o un veicolo si muove nella direzione di spostamento non consentita.

Manomissione telecamera.

Appearance Search - Le funzionalità di ricerca rapida della tecnologia “Appearance Search” (ricerca aspetto/apparenza) consentono agli operatori di analizzare grandi quantità di immagini registrate, raggruppandoin modo efficiente i dati video in modo di identificare il percorso di una persona o di un veicolo, da identificarne la posizione precedente, l’ultima posizione nota e supportare le indagini. Durante la ricerca di una persona, la tecnologia “Appearance Search” incorpora le caratteristiche di un volto, oltre a forma, dimensioni, struttura, colore, abbigliamento e accessori. In questo modo la tecnologia può comprendere di stare cercando la medesima persona,anche quando cambiaabbigliamento.


maggiori informazioni su:
www.studioscambi.com



Tutti gli articoli