martedì, 11 dicembre 2018

Articoli

Termocamere: perimetri, incendi, manutenzione

03/10/2018

della Redazione

Il mercato della videosorveglianza è cresciuto rapidamente negli ultimi anni e sono sempre di più le esigenze che devono essere soddisfatte con telecamere di videosorveglianza. Per dare risposta a queste necessità la tecnologia è avanzata in diversi settori: dalle telecamere con visione a 360°, alle telecamere per il riconoscimento delle targhe, fino alle telecamere termiche.

Abbiamo visto tre interessanti applicativi delle telecamere termiche e le loro specificità tecniche. Ma come funzionano?

Risponde Daniel Villacañas, Product departamento expert in IP Solutions Videotech Security

La radiazione infrarossa viene emessa da qualsiasi corpo la cui temperatura sia superiore a 0 Kelvin (-273ºC). Il funzionamento è il seguente: la radiazione infrarossa viene emessa dal corpo; tale radiazione dipende dalla temperatura del corpo e l’emissività che ha quest’onda di radiazione incide sulla lente della telecamera termica, che concentrerà i raggi di radiazione sul sensore. Il materiale di cui è composto il sensore (in genere ossido di vanadio) risponde alla radiazione che lo colpisce, generando variazioni di tensione che vengono trasmesse all’unità di trasformazione della telecamera, che li converte in un’immagine visibile all’occhio umano.

Le telecamere termiche sono la soluzione ideale per i clienti che non possono soddisfare delle esigenze particolari attraverso l’uso di telecamere di videosorveglianza convenzionali. Il funzionamento di una telecamera termica è in realtà molto simile a quello di una comune telecamera di videosorveglianza, con la differenza che, invece di utilizzare la luce per generare immagini, si utilizza la radiazione infrarossa, che è una radiazione elettromagnetica come la luce, ma con una lunghezza d’onda superiore. Questa caratteristica permette alle termocamere di restituire immagini nitide in qualsiasi condizione, sia di giorno che di notte, con pioggia, neve o nebbia. Le telecamere termiche sono dunque ideali in particolari per tre applicativi. Vediamoli assieme.

DIFESA PERIMETRALE

Molti clienti hanno la necessità di proteggere perimetri particolarmente ampi: un’esigenza che non è possibile soddisfare pienamente con le telecamere convenzionali. Applicando la tecnologia delle telecamere termiche, siamo invece in grado di proteggere efficacemente questi perimetri poiché la portata di rilevamento supera di gran lunga quella delle telecamere convenzionali. Con l’implementazione di funzioni intelligenti (es. crossing line o intrusion) siamo poi in grado di proteggere il perimetro in modo ancor più efficiente e sicuro. Uno dei problemi generati dall’installazione di telecamere termiche è infatti il falso allarme, ma le soluzioni a Deep Learning, attraverso lo sviluppo di uno specifico algoritmo ad intelligenza artificiale, fanno sì che le termocamere riescano a filtrare gli allarmi solo in caso di attraversamento linea da parte di un essere umano o di un veicolo, evitando quindi i falsi allarmi generati dal passaggio di un animale, ad esempio.

RILEVAMENTO INCENDI

Un altro applicativo privilegiato delle telecamere termiche è la capacità di rilevare gli incendi: la tecnologia integrata delle telecamere permette infatti oggi di analizzare l’immagine e di rilevare se si verifica un incendio, prima che si propaghi. Questa utility si rende essenziale per i clienti che desiderano proteggere da incendi le aree di grandi dimensioni (campi, discariche, recinzioni forestali, ecc). Poiché in tutti questi scenari sarebbe praticamente impossibile installare rilevatori di fumo o sensori di temperatura in grado di generare un’allerta, le telecamere termiche diventano la soluzione perfetta, in quanto lanciano un alert prima che l’incendio si propaghi.

MANUTENZIONE PREVENTIVA E CONTROLLO DI PROCESSO

Un altro utilizzo delle telecamere termiche è volto alla manutenzione preventiva: oggi molte industrie contengono assett critici come trasformatori o centraline elettriche che richiedono un controllo continuo. Per prevedere il guasto di questi impianti - e quindi per evitare il verificarsi di danni anche gravi - l’uso di queste termocamere è la soluzione ideale. Infatti, misurando la temperatura e monitorandola costantemente, si renderà possibile lanciare una notifica in caso di superamento del limite prefissato (si potrà ad esempio sapere se un cavo è usurato e si potrà quindi richiedere la manutenzione prima che il cavo si guasti del tutto). Ma non solo: è possibile anche controllare che i tubi che trasportano composti caldi (es. per controllare una caldaia) notifichino l’eventuale perdita, rilevando il cambio di temperatura. Queste applicazioni confermano le telecamere termiche come una soluzione professionale completa, che permette di soddisfare un gran numero di esigenze. Peraltro, assieme allo sviluppo del mercato delle telecamere termiche, si è anche assistito ad una notevole riduzione del prezzo dei dispositivi, aprendo oggi queste soluzioni alla stragrande maggioranza dei clienti.


maggiori informazioni su:
www.visiotechsecurity.com



pagina precedente