lunedì, 10 dicembre 2018

Articoli

Registrazione NVR-based o Video Management Software?

16/03/2018

della Redazione

Il settore della videosorveglianza vive da qualche anno una costante e velocissima evoluzione tecnologica. Si è partiti un decennio fa con la risoluzione analogica (720 x 480), per poi passare negli ultimi anni all’HD (1280 x 720), al FHD (1920 x 1080) e poi al 4K (3840 x 2160). L’avanzare dell’alta definizione alza in modo esponenziale volume di dati video e, di conseguenza, anche i costi di rete e storage per le aziende e le istituzioni pubbliche. Per questo la ricerca punta a fornire soluzioni che permettano di mettere a disposizione strumenti e tecnologie di raccolta e fruizione di immagini e video sempre più nitidi e accurati. Tutto ciò garantendo al contempo un’attenzione a volumi di dati e quindi costi contenuti per le aziende.

Recording NVR-based vs. VMS: pro e contro?

Risponde Antonella Sciortino, Field Marketing Manager Italia per Panasonic Pro Camera Solution

Ognuna delle due tecnologie presenta pro e contro per le aziende. Ci sono alcune considerazioni da fare. Se è vero che i tradizionali sistemi di recording NVR-based permettono una facile installazione e talvolta costi contenuti per i piccoli impianti, è altrettanto vero che - rispetto al VMS - presentano una minore scalabilità (in quanto prevedono un utilizzo di un numero limitato di telecamere), ridotta possibilità di migrazione (è possibile solo aggiungere HDD extra), minore flessibilità di integrazione di telecamere o software di terze parti. Di contro, la completa assenza di costi di manutenzione legati all’utilizzo di hardware e la disponibilità di aggiornamenti software gratuiti, con complessivo abbassamento del TCO dell’impianto, emergono come fattori positivi rispetto al VMS. Panasonic propone un sistema VMS avanzato e certificato Symantec per la secure communication, che protegge da attività illecite come spoofing (dati falsi); manomissione e alterazione video (modifica immagini) e snooping (furto di password). 

L'evoluzione tecnologica oggi permette di ridurre i dati fino a circa il 65% rispetto al passato (con il FHD) o fino a circa 80% (col 4K). A fianco di tecnologie ormai consolidate, come lo Smart Coding e la compressione H265, si parla molto di VMS (Video Management Software). Nella fascia di mercato relativa alle soluzioni per grandi progetti di videosorveglianza, si sta diffondendo sempre più tra le aziende – come alternativa all’uso dei tradizionali NVR - la scelta di avvalersi di nuovi sistemi basati su software, beneficiando di alcuni vantaggi concreti e immediati, quali prima di tutto una riduzione dei costi complessivi ed una più facile e intuitiva gestione degli impianti.

VMS-BASED

Sistema software-based, il VMS permette di connettere fino a trecento telecamere ad un unico server, la gestione centralizzata di impostazioni, utenti, telecamere collegate e virtualizzazione. É compatibile sia con Sistemi Operativi Windows che MAC e permette di impostare regole quali schedulazione, trigger, azioni. VMS presenta, inoltre, compatibilità MP4, plug-in avanzati di trasmissione dati, integrazione moduli I/O (input/Output) ed LPR. Nel complesso, il sistema software-based risulta una buona alternativa alla tecnologia NVR per maggiore espandibilità e flessibilità e per l’assenza di ogni limitazione normalmente imposta dall’utilizzo di soluzioni hardware. Il sistema VMS è Open – permette di connettere telecamere di qualunque marca (ben 3000 diversi modelli di oltre 100 marche) e di selezionare il server preferito; scalabile – permette di espandere lo storage tramite sistemi NAS, SAN, …); integrato – permette l’integrazione di apparati e supporta sistemi di analytics.

SEMPLICITÀ E CONVENIENZA

Un’estrema semplicità d’uso caratterizza i principali software VMS oggi in commercio. Una intuitiva struttura ad albero garantisce, ad esempio, la semplice navigazione tra i server e le telecamere e la scelta tra vari layout personalizzati, senza alcuna necessità di supporto tecnico. Inoltre, VMS supporta la modalità video-wall (multi schermo). Diversi operatori possono monitorare le immagini contemporaneamente e, da un unico PC, è possibile connettere diversi monitor e mostrare ogni singola telecamera da qualunque server collegato. Il Video Management Software trova ideale applicazione nei settori in cui è richiesta una configurazione multi-facility e per impianti di qualsiasi dimensione. Permette infatti di gestire sia un numero illimitato di telecamere sparse in diverse location sia piccoli impianti TVCC. Essendo software-based, un ulteriore beneficio è legato alla flessibilità delle licenze, che consente ad esempio di aggiungere semplicemente telecamere, workstation e funzioni opzionali in qualunque momento. Per questo motivo VMS è ideale anche per le PMI.

APPLICATIVI

Education (scuole, università…), healthcare (ospedali, centri medici), PMI, sicurezza urbana, Forze dell’Ordine sono alcuni dei settori di mercato in cui la modalità di registrazione VMS è in grado di rendere i flussi di lavoro più flessibili per i responsabili della sicurezza. Le operazioni di installazione e configurazione possono essere eseguite, infatti, in qualsiasi luogo. Tutti i dati archiviati e live, raccolti dalle telecamere IP collegate al sistema, possono essere visualizzati su una o più workstation contemporaneamente da remoto. Tutto ciò si traduce in una riduzione complessiva dei costi per le aziende: dai costi di installazione, cablaggio e manutenzione, al costo delle componenti hardware, in molti casi non più necessari o utilizzati in numero minore.


maggiori informazioni su:
http://business.panasonic.it/



pagina precedente