giovedì, 16 agosto 2018

Articoli

La Videoverifica degli eventi, un aiuto concreto

23/06/2017

dalla Redazione

La videoverifica degli eventi, ovvero la possibilità di avere una conferma inequivocabile di quanto sta avvenendo in un determinato luogo in tempo reale, rappresenta un eccellente ausilio tecnologico per garantire sicurezza in maniera efficace ed efficiente.

Questa tipologia di soluzione è tuttavia utile ed efficace solo se è: realmente efficiente; di utilizzo immediato; economicamente sostenibile per una grande maggioranza di utenti; semplice da installare e da configurare (perché non risulti essere appannaggio di pochi). Se tutte queste condizioni sono soddisfatte, allora i vantaggi della videoverifica in termini di sicurezza risultano indiscussi.

I BENEFICI

I dati a livello mondiale sono molto chiari al riguardo: il 98% degli allarmi per “intrusione” risultano essere falsi allarmi. Inoltre il tempo medio di risposta delle forze dell’ordine alla comunicazione di un allarme “non verificato” risulta essere di circa 45 minuti, mentre il tempo medio di risposta delle forze dell’ordine ad un allarme “verificato” è di soli 7 minuti. Gli utenti dotati di sistemi di allarme connessi alla Vigilanza Privata beneficiano dunque fortemente di un servizio più accurato e puntuale. Alcuni paesi iniziano addirittura a multare gli utenti per le chiamate che si rivelano poi essere dei falsi allarmi.

UNA SCELTA PROFESSIONALE

Il mercato oggi mette a disposizione dell’utente svariate soluzioni: dalle più semplici, anche “fai da te” e spesso poco efficaci, alle più complesse, che non di rado finiscono con il superare le reali esigenze dell’utente. La soluzione sulla quale ci concentriamo in questo articolo è quella offerta da un sistema semplice ma efficace, che rivela immediatamente all’utente la presenza di un intruso all’interno della proprietà protetta da un sistema di sicurezza integrato. Un sistema così concepito ed articolato rientra nel mercato dei sistemi professionali ove è richiesta, soprattutto, competenza in fase di analisi dei locali da proteggere e poi una corretta installazione dei dispositivi scelti. Questi sistemi necessitano quindi della competenza di un installatore professionale di impianti di sicurezza.

VIDEOVERIFICA SU CLOUD

Perchè la videoverifica sia davvero efficiente, di semplice utilizzo ed installazione ed economicamente sostenibile, la soluzione più adeguata, ad oggi, risulta essere quella del cloud. Il cloud è una piattaforma hardware e software gestita da aziende di riferimento nel panorama mondiale in grado di garantire servizi, continuità di funzionamento e quindi ridondanza completa, nonché sicurezza delle comunicazioni allo stato dell’arte e Privacy in conformità alla normativa europea vigente. E’ ovviamente fondamentale affidarsi ad aziende specializzate nell’erogazione dei servizi cloud. La piattaforma cloud rende disponibile per tanti utenti una serie di risorse hardware e software che altrimenti dovrebbero essere acquistate, installate, configurate e manutenute singolarmente per ogni utente. La soluzione cloud, in definitiva, sembra oggi la migliore scelta per un sistema semplice, immediato ed efficiente di videoverifica, per tutti i segmenti di mercato, dal residenziale al commerciale.

COME FUNZIONA

Il funzionamento della videoverifica basato su una piattaforma cloud permette all’utente, ovunque egli sia, di ricevere sul proprio smartphone ed in tempo reale, una serie di immagini riferite ad un evento di intrusione che comprendono tutta la fase dell’evento: prima, durante e dopo. Oltre alle immagini che evidenziano la fase dell’intrusione - e quindi, eventualmente, la conferma della presenza effettiva di un intruso - si può ottenere anche un filmato dell’evento, solitamente di circa 30 secondi, ed infine lo streaming live in tempo reale. Il grande vantaggio di questa soluzione è quello di avere tutto sul proprio smartphone nella stessa pagina senza doversi spostare, selezionare menu differenti o aprire più applicazioni. L’altro notevole vantaggio è quello di poter consultare immagini e filmati video degli allarmi anche successivamente, per un tempo predefinito e configurabile dall’installatore in riferimento alla specifica applicazione e, di conseguenza, alla normativa vigente. Immagini e video risiedono nell’area protetta del cloud dedicata alla specifica utenza e non possono essere manomesse o trafugate dagli stessi intrusi.

ARCHITETTURA

Ma quali sono le tecnologie usate, i componenti e i rispettivi compiti in un sistema di video verifica così strutturato? Parliamo di: a) sistema antintrusione installato nella proprietà dell’utente costantemente connesso alla piattaforma cloud via IP o GPRS/3G; b) numero virtualmente illimitato di telecamere IP, correttamente posizionate nei punti strategici al fine di garantire la rilevazione della presenza dell’intruso, e connesse via cavo o in WiFi al router dell’utente: c) area specifica dedicata, all’interno della piattaforma cloud, ove mettere in relazione i diversi sensori del sistema antifurto con le varie telecamere installate presso l’utente. Come si evince dall’elenco, la soluzione richiede un hardware veramente minimo poiché tutta la gestione, il funzionamento e la sincronizzazione degli eventi avviene a livello cloud. Anche la fase di installazione e configurazione viene ridotta all’essenziale poiché, a parte la predisposizione del sistema antifurto in funzione dell’analisi del rischio e delle esigenze dell’utente, le telecamere IP sfruttano il sistema di comunicazione p2p, che non prevede alcuna modifica o configurazione del router dell’utente come apertura di porte o indirizzi IP statici/pubblici. Questa tipologia di telecamere, una volta alimentate e connesse alla rete dell’utente, viene subito presa in carico dal cloud e resa quindi disponibile per l’interazione con il sistema di antifurto.

IL P2P NELLA VIDEO VERIFICA

I vantaggi delle telecamere p2p nell’utilizzo dei sistemi di verifica video sono tanti rispetto all’utilizzo delle telecamere IP tradizionali. Ad esempio: non occorre un servizio DDNS; non serve programmare il router dell’utente con il port forwarding o il port mapping; la telecamera IP si connette ad internet anche senza IP pubblico; streaming video completamente cifrato a garanzia della propria Privacy; la connettività cloud viene ulteriormente protetta tramite l’utilizzo di un token temporale specifico per la singola sessione di connessione (streaming live). Tutto questo si traduce in un’installazione realmente Plug & Play.  

La versione integrale dell’articolo riporta tabelle, box o figure, per visualizzarle apri il pdf allegato.



pagina precedente