mercoled√¨, 28 febbraio 2024

Articoli

Rilevare, conteggiare, seguire le barche con la termografia

23/01/2024

di Amedeo Basile - Business Development Manager Thermal Outdoor | Thermography | Security presso HIKMICRO Italy

Segui i soldi e trovi la mafia. Un detto di Giovanni Falcone che ben si attaglia al mercato di cui ci occupiamo in questo contributo: i porti. Che i porti attirino criminalità – mafia inclusa - è un fatto ben noto (tra il 2006 e il 2022, 54 porti italiani sono stati oggetto di proiezioni criminali). Forse è meno noto, o meno evidente nell’immediato, l’indotto generato dai porti e la ricchezza ad essi correlata. Il sistema logistico-portuale presenta infatti un forte valore strategico per l’economia italiana, movimenta quantità inimmaginabili di denaro e dà lavoro a migliaia di italiani. Diversi porti rappresentano importanti snodi commerciali via mare, incarnando anche un ruolo strategico sul piano geopolitico. Ecco perché vanno protetti con la massima cura.

Traffico di merce contraffatta e stupefacenti, estorsioni ed infiltrazioni mafiose, immigrazione clandestina. Sono solo alcune delle attività criminose che vedono purtroppo i porti come teatro d’elezione. Ci sono molte strategie per proteggere un ambiente portuale (questa rivista ne ha parlato in diverse occasioni): in questo contributo ci occuperemo della possibilità di intercettare le imbarcazioni prima che raggiungano il porto, dunque prima che si possano consumare i reati. Attraverso la tecnologia termografica.

Monitorare i flussi

Le autorità portuali sono gli organi addetti alla gestione di afflusso e deflusso dei natanti, come pure di tutti i traffici e degli ormeggi, e sono deputati a verificare, tra le altre attività, le aree interdette alla navigazione: monitorare i flussi è quindi essenziale, anche in un’ottica di condivisione dati e coordinamento con altri corpi ed istituzioni per controlli verticali (guardia costiera e Gdf per la parte finanziaria, ministero dell’interno e dei trasporti, rispettivamente per il tema migratorio e stupefacenti). 

Vedere in qualunque condizione

La termografia offre un’interessante risposta tecnologica a queste esigenze. In genere le attività illecite vengono infatti poste in essere in orari notturni, approfittando dell’oscurità o di situazioni atmosferiche che limitano o azzerano la visibilità (pensiamo ad una fitta nebbia). La termografia, rispetto alla videosorveglianza tradizionale, non teme però né buio né meteo avverso, riuscendo ad individuare in qualunque condizione le imbarcazioni in arrivo in banchina. In base alla tipologia di ottica montata, è possibile individuare un’imbarcazione anche tra gli 8 e i 10 km di distanza.

Rilevare le imbarcazioni 

I sistemi più evoluti (come le soluzioni termiche Hikmicro dotate di algoritmo di rilevazione imbarcazioni)  incorporano una doppia ottica (termica e visibile) e un algoritmo di rilevazione imbarcazioni che svolge tre funzioni. In primo luogo è in grado di rilevare e distinguere le barche (è anche possibile impostare dimensioni minime-massime in modo da filtrare l’allarme solo su determinate tipologie di vascello). Poi può offrire informazioni supplementari, come la direzione o il conteggio dei natanti (funzione utile, ad esempio, per limitare le imbarcazioni in entrata/uscita contemporanea in uno stretto a traffico ridotto). Infine per ciascuna barca individuata si può impostare la funzione di inseguimento (tracking), gestendo al contempo lo zoom sulla camera visibile per visualizzare i dettagli e procedere, se del caso, con i necessari interventi. L’algoritmo si basa sul flusso termico: una volta “agganciata” l’imbarcazione di interesse, la termica segue l’ondeggio brandeggiando in automatico (PTZ), oppure a mano in caso di necessità. 

Non solo contro il crimine

Queste informazioni, reperibili dal software di gestione (interrogabile in qualunque momento), possono essere utilizzate per molteplici scopi ed essere anche archiviate per valutazioni successive. Oltre a poter aiutare le autorità portuali a sventare o limitare i danni di una vasta gamma di atti illeciti, i dati – soprattutto i conteggi delle imbarcazioni – possono essere utilizzati per i porti commerciali a scopo gestionale e strategico. È il caso di un importante porto fluviale italiano navigabile che ha deciso di incrementare l’afflusso turistico alla propria città collegando il fiume su cui insiste il suo porto ad un canale che conduce ad altre importanti città d’arte. 

In sintesi

Quasi tutte le regioni italiane vantano un porto marittimo e ci sono anche importanti porti fluviali. Tutte realtà monitorabili con la termografia.


maggiori informazioni su:
https://www.hikmicrotech.com/en/



Tutti gli articoli