lunedì, 24 giugno 2024

Articoli

Scarica allegato

Rischio droni “commerciali”: monitorare lo spazio aereo in ambito civile

29/03/2023

La protezione da potenziali minacce che arrivano dall’alto, nelle città, è ormai da tempo uno dei principali argomenti di discussione nel mondo della sicurezza; esso è direttamente legato alla grande proliferazione di UAS (Unmanned Aircraft System), comunemente definiti droni. Lasciando per un attimo da parte la questione dei droni militari o con guida autonoma, vogliamo mettere il focus sulle problematiche connesse ai droni di tipo commerciale, sempre più alla portata di un’ampia platea di utenti. Questo scenario è più variegato e diffuso di quanto si possa pensare: infatti l’utilizzo improprio (doloso, ma anche colposo) di un piccolo drone commerciale può rappresentare una minaccia in molti contesti. 

di Roberto Maglie - Ingegnere, Project Manager Crisma Security

Pensiamo ad esempio al caso di grandi eventi o di località turistiche particolarmente affollate: qui, un drone, se pur di piccole dimensioni, può causare incidenti di varia natura, ad esempio collisioni con persone o apparecchiature, anche senza un vero e proprio intento criminale. Situazione simile, ma ancora più critica, può essere generata dall’uso sconsiderato di un drone nei pressi di un aeroporto: ricordiamo l’evento di Gatwick nel 2018. Se poi andassimo a considerare i casi in cui vi sia un vero e proprio intento criminale, le possibilità crescerebbero esponenzialmente: basti pensare all’introduzione di materiale proibito nelle case di detenzione, o allo spionaggio industriale o militare, al contrabbando, e così via.

Mitigare il rischio

A differenza degli scenari connessi all’uso di droni militari, la mitigazione del rischio legato agli UAS di tipo commerciale può essere implementata in maniera efficiente e con minori investimenti: infatti, la caratteristica principale di tutti i droni di tipo commerciale, è che questi devono comunicare costantemente con il pilota. La soluzione ideale per mitigare le minacce causate da droni commerciali è rappresentata dall’utilizzo di sistemi c-UAS (counter Unmanned Aircraft System), basati su tecnologia RF. Questi si basano su una rete di sensori per scansionare le principali frequenze utilizzate dai droni, e confrontano, in tempo reale, i dati raccolti con pattern noti; ciò consente l’individuazione e classificazione della maggior parte dei doni commerciali conosciuti, garantendo un numero bassissimo di falsi positivi. 

Localizzare il drone

In molti casi l’analisi si spinge oltre, arrivando alla decodifica del protocollo: in questo modo è possibile avere la posizione precisa sia del velivolo sia del pilota. I sistemi c-UAS più sofisticati consentono di individuare la posizione del velivolo anche in assenza di decodifica, mediante algoritmi di triangolazione basati su AoA (Angle of Arrival) o TDOA (Time difference of arrival). 

Sensori RF

Per garantire la copertura di uno spazio aereo abbastanza ampio, come una di una città, è necessario utilizzare una tecnologia a lungo raggio in grado di coprire sino a 10 Km per singolo sensore e che sia facile da installare e calibrare; caratteristiche queste offerte dai sensori RF. Le soluzioni più evolute consentono la connessione dei sensori direttamente in cloud attraverso rete 4G/5G, semplificando ulteriormente il deploy e la manutenzione del sistema. Bisogna considerare poi, che i sensori RF sono tipicamente degli oggetti “passivi” e possono essere installati, anche in prossimità di altri sistemi radio (ad esempio radar o di trasmissivi), senza causare interferenze. Infine, l’utilizzo dei sensori RF consente, nella maggior parte dei casi, di poter distinguere tra UAS “friend,” ossia autorizzati, e “foe”, ossia Droni sconosciuti. 

In Italia

Alcuni grandi centri urbani europei stanno già iniziando a adottare soluzioni c-UAS per la protezione di zone, anche piuttosto estese, ritenute sensibili quali: centri storici, stadi e strutture sportive, porti e aeroporti, e facilities critiche. Anche l’Italia si sta iniziando ad approcciare la tematica del monitoraggio dello spazio aereo in ambito civile, per prevenire atti vandalici o danni causati dall’uso improprio di droni.

La versione integrale dell’articolo riporta tabelle, box o figure, per visualizzarle apri il pdf allegato. 

Scarica allegato


maggiori informazioni su:
www.crismasecurity.it



Tutti gli articoli