Notizie

Eventi

Professionisti dell’ICT alla riscossa: se ne parla a Milano, al festival ICT 2015

03/09/2015

MILANO – Dall’Assemblea Digitale 2015 che si è svolta a Riga lo scorso giugno, con l’obiettivo di delineare le strategie per il mercato unico digitale (DMS), è emerso un quadro complessivamente positivo sulle performance digitali in Europa nel 2014 e sul futuro delle tecnologie innovative ICT.

Tra i dati più significativi quello relativo alle prospettive di occupazione: entro il 2020 saranno richiesti oltre 800.000 professionisti in Information and Communication Technologies, numero a cui vanno aggiunte altre migliaia di qualifiche con competenze digitali. Un deciso segnale di crescita per l’ICT in Europa, un’opportunità per i paesi che sapranno coglierla. L’Italia sarà tra questi? Nonostante i gap infrastrutturali che ancora ci separano dagli altri paesi membri e che alimentano le preoccupazioni per il digital divide, sono in corso diverse iniziative, in ambito formativo, per rendere il nostro paese competitivo almeno sul fronte dell’offerta di manager esperti in ICT. Su questo argomento si è focalizzato l’incontro tra il nuovo direttore dell’Agenzia Digitale Italiana (AgID), Antonio Samaritani, e il neoeletto Presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla.

Il tema della formazione di figure professionali di alto livello sarà oggetto di discussione anche al festival ICT 2015, il prossimo 11 novembre, a Milano si rifletterà su come il nostro paese affronta il digital divide secondo i parametri europei e sulle competenze specifiche e sempre più verticali richieste dal mercato delle tecnologie ICT. È possibile leggere la notizia integrale al seguente link:

http://www.festivalict.com/digital-assembly-2015-oltre-800-000-posti-di-lavoro-in-europa-per-le-tecnologie-ict/

 



pagina precedente