lunedì, 21 agosto 2017

News

Tecnologie

La tecnologia CAME in Kazakistan per Astana EXPO-2017

25/07/2017

TREVISO – Sarà la tecnologia CAME ad aprire le porte ai visitatori di Astana EXPO-2017, in Kazakistan, l’Esposizione Universale dedicata al tema “Energia del futuro”. Il sistema di controllo accessi progettato per gestire gli ingressi al sito è infatti stato realizzato dal gruppo italiano: una piattaforma tecnologica, che dovrà gestire l’accesso dei 5 milioni di persone attese all’evento tra giugno e settembre, il cui fulcro è il tornello a tripode XVia, che coniuga innovazione tecnologica e ricerca estetica, è dotato di testa di lettura intelligente ed è stato progettato dal Gruppo italiano già per Expo Milano 2015.

Questa automazione è stata studiata per gestire la grande complessità di dati e di variabili connesse alla lettura di tutti i tipi di titoli d’ingresso e l’elevato numero di periferiche e di visitatori che confluiranno nello stesso momento al sito espositivo. Basata su un sistema in grado di dialogare con le tecnologie di controllo, sicurezza, sorveglianza e connettività più efficienti oggi disponibili, è la dimostrazione della capacità dell’azienda di proporsi come solution provider in grado di gestire sistemi complessi.

Gli accessi pedonali del polo espositivo di Astana sono controllati da 56 tornelli automatici XVia e da 4 tornelli a battente Saloon, installati per gestire l’ingresso dei visitatori diversamente abili. Sono presenti, inoltre, 11 tornelli a tripode Twister per l’accesso agli uffici degli organizzatori e al centro logistico. A completare la fornitura anche un sistema di gestione automatica dei parcheggi per l’accesso di abbonati, visitatori, operatori e VIP alle 8 aree di posteggio presenti all’esterno del sito espositivo che dispongono complessivamente di 5.300 posti auto, alle quali si aggiungono le 3 aree riservate allo staff dell’evento, con 350 posti auto.

Complessivamente sono state installate 100 unità di ingresso e uscita, di cui 14 a doppia altezza per i pullman, 18 telecamere OCR per il riconoscimento della targa delle auto, 20 casse automatiche PS One per il pagamento della sosta, 35 tabelloni segnaletici per la gestione degli spazi gratuiti e 12 barriere Gard, per un totale di 185 dispositivi collegati.

Il sistema è gestito da un unico server rindondato collegato a tutte le aree attraverso una complessa rete in fibra ottica, una sola rete di supervisione e monitoraggio in tempo reale, che prevede anche un sistema Voip per la gestione delle chiamate citofoniche provenienti dai varchi e dalle casse automatiche.

La tecnologia CAME Connect rende possibile la gestione da remoto le automazioni presenti sulla piattaforma di Astana EXPO-2017. Il programma, installato presso la control room dell’Esposizione Universale, viene utilizzato per monitorare in tempo reale e in modo centralizzato il sistema di controllo accessi, inviando tramite e-mail eventuali alert. La costante connessione alla rete Ethernet consente, inoltre, di controllare in tempo reale tutte le funzionalità dell’impianto.

 


maggiori informazioni su:
www.came.com



pagina precedente