venerdì, 27 aprile 2018

Prodotti e tecnologie

Focus Product

Occhio di pesce e di falena: tecnologie ad evoluzione naturale

08/12/2017

La natura da sempre ha ispirato la tecnologia e forse, grazie al popolo asiatico, alla sua storia e cultura, si è riuscito nel tempo a carpire caratteristiche e funzioni dell’occhio animale da applicare alle telecamere al fine di migliorarne la visibilità, la sensibilità e la qualità video. A volte si è andati oltre, implementando il tutto con funzioni di analisi video, estremamente utili per le attuali esigenze della vita quotidiana. E’ il caso delle telecamere Fisheye, e non solo.

VISIONE A 360 GRADI

Guardando dall’alto (quindi installate a soffitto), le telecamere Fisheye offrono una visione a 360 gradi, permettendo che nulla sfugga nello scorrere della vita quotidiana e nello svolgersi delle diverse tipologie di attività da monitorare, che siano commerciali, residenziali, pubbliche o centri di logistica.

OCCHIO DI PESCE

Il nome di questa tecnologia nasce dall’occhio di un animale come il pesce che, malgrado l’ambiente ostile in cui vive, come i fondali marini, fatti di intense luci riflesse ed oscurità, riesce comunque a controllare tutto l’ambiente circostante, difendendosi dai predatori e facilitando l’integrazione con la sua specie.

UN PESCE INTELLIGENTE

Questa tecnologia, ampia ed eccezionale, ha migliorato la qualità dell’immagine, ha aggiunto funzioni Smart, come nel caso delle telecamere IP H.265 Fisheye di UNV, dotate di caratteristiche intelligenti di auto protezione come il cambio scena e di zoom su particolari a seguito di una fonte audio, o ancora la tracciatura di un percorso attraverso l’energia infrarossa (HEAT MAP) generata dal corpo umano.

FUNZIONI SMART

Il cambio repentino di una scena sulla telecamera provocata da un eventuale atto vandalico, che ha come obiettivo di mettere fuori uso il controllo dell’area, attiva immediatamente l’invio di una mail o di un’uscita logica per allertare l’utente o il centro di sorveglianza. La telecamera è inoltre in grado di sentire una variazione repentina del livello audio ambientale e per questo attirare l’attenzione dell’addetto al monitor, attraverso lo zoom digitale, sull’area interessata, oltre a fornire uno storico dei percorsi e dei maggiori punti di interesse su vetrine e quadri, o anche stabilire il percorso di un eventuale intruso. Queste ed altre funzioni smart, ormai presenti in tutte le telecamere IP H.265 di UNV, rendono ancora più sicuri i sistemi di videosorveglianza, segnalando l’eventuale punto di effrazione dei sistemi o contribuendo a statistiche su preferenze e percorsi degli utenti.

OCCHIO DI FALENA

Un’altra tecnologia (detta Starlight) è invece ispirata dall’occhio della falena, animale che vive di notte - fatta di poca luce, se non quella riflessa dalle stelle – con estrema naturalezza e che l’ha portata a sviluppare nella pupilla una sensibilità tale da vedere scene particolari e colori proprio come appaiono nelle più luminose giornate di sole. La telecamera IP Starlight di UNV è anch’essa capace di fornire scene e immagini perfettamente a colori con pochissima luce grazie alla sua altissima sensibilità (definita appunto “starlight”), fornendo immagini con perfetta messa a fuoco, nella sua totale ampiezza e profondità e permettendo riprese che fino ad ora, non erano neanche visibili allo stesso occhio umano.

EVOLUZIONE NATURALE

Le tecnologie che UNV ha applicato al flusso video delle telecamere IP, e nello specifico a quelle Fisheye e Starlight, superano ormai le caratteristiche naturali dell’occhio animale che li ha ispirati, facendo sì che la telecamera diventi una periferica multifunzione ed un’indispensabile compagna delle attività di business, scientifiche, educative e lavorative di tutti i giorni,“naturalmente” integrata.


maggiori informazioni su:
www.eurotek-srl.it



pagina precedente