luned√¨, 18 ottobre 2021

News

Eventi

Bodycam per operazioni critiche della polizia: se ne parla al corso specialistico

22/09/2021

La polizia potrà utilizzare le telecamere indossabili nel corso di operazioni critiche e potrà conservare i dati fino a sei mesi. L'impiego delle bodycam da parte degli operatori di polizia è infatti sempre più frequente, anche in ragione del forte effetto dissuasivo rappresentato dal fattore visibilità della telecamera sulla divisa e grazie a una tecnologia sempre più performante.

La corretta regolazione di questi sistemi richiede però un'adeguata considerazione dei rischi legati alla privacy: è compito del titolare del trattamento adottare tutte le necessarie misure tecniche e organizzative a tutela del corretto trattamento dei dati personali.

Nel caso posto all'attenzione dell'Autorità, il Ministero dell'interno ha richiesto un parere sulla preventiva valutazione di impatto e sul disciplinare operativo redatto dalla polizia di stato per l'attivazione del proprio sistema di 700 bodycam da assegnare ai reparti mobili che curano l'ordine pubblico.

Il Garante ha espresso parere favorevole ai sensi dell'art. 24 del dlgs 51/2018 evidenziando una serie importante di raccomandazioni. In particolare, l'Autorità ha evidenziato una serie di criticità operative che potrebbero interferire con la sicurezza complessiva del trattamento dei dati personali, specificando che il sistema non potrà essere utilizzato per il riconoscimento facciale e la tracciabilità di tutte le operazioni dovrà essere sempre assicurata ritenendo anche congruo un termine massimo di conservazione delle immagini di 6 mesi.


Sarà uno dei temi del corso specialistico

 Patrocinato da Federprivacy, il corso ha proposto nei primi mesi del 2021 diversi incontri che hanno avuto come protagonisti gli avvocati Marco Soffientini e Andrea Graziotti e il cui obiettivo è stato quello di accrescere le competenze in materia di privacy nel settore della videosorveglianza.

Il successo di questa prima serie di webinar formativi, che ha visto la partecipazione di un pubblico motivato e qualificato di DPOPrivacy Officer, consulenti e funzioni aziendali collegate alla gestione della privacy - oltre che di system integrator e installatori di impianti di videosorveglianza - è stato eccezionale, tanto che si è reso necessario prevedere nuove date per soddisfare le richieste, davvero numerose, degli operatori.

Le nuove date sono: 14, 21, 28 ottobre e 4 novembre 2021. Gli eventi sono sempre a numero chiuso ma è già possibile iscriversi per garantirsi la partecipazione.


I temi trattati

Non poteva mancare iun aggiornamento sul tema delle bodycam: il momento formativo è riconosciuto come corso di formazione specifica ai fini della certificazione rilasciata da TÜV Italia per "Privacy Officer e Consulente della Privacy" nel settore specialistico della Videosorveglianza e rilascerà 16 crediti. Saranno riconosciuti 16 crediti, validi per il mantenimento della certificazione, anche agli esperti di impianti di allarme antintrusione e rapina secondo lo schema CEI - TUV Italia.

Il tema della privacy, così come avvenuto negli incontri della prima parte dell’anno, verrà approfondito dai due relatori e declinato nei vari ambiti applicativi, dalla Videosorveglianza Urbana integrata alla videosorveglianza in ambito domestico, in condominio, in azienda, nelle strutture per l’infanzia e in quelle socioassistenziali per anziani e disabili e si toccheranno gli scenari aperti dal Covid-19.

Il programma dei corsi può essere consultato al seguente link, dove è già possibile iscriversi per garantirsi il posto:

Privacy Officer e Consulente della Privacy nel settore Videosorveglianza Formazione (ethosacademy.it)

 



Tutte le news