giovedì, 26 novembre 2020

News

Business & People

Digitalizzazione, via per la profonda trasformazione del nostro sistema produttivo

19/11/2020

MILANO - Uno degli appelli più "accorati" fatti al Governo nel corso dell'ultima assemblea di Federazione Anie, svoltasi a Milano lo scorso 13 ottobre, è quello di imboccare, tramite la digitalizzazione, la strada che conduca a una necessaria e profonda trasformazione del sistema produttivo del nostro paese.

"Ora più che mai occorrono competenze, tecnologie, risorse e volontà politica. Le risorse oggi ci sono: i 209 miliardi del Recovery Fund ci offrono un'occasione unica di completare la trasformazione digitale del nostro paese" -  ha detto in apertura di assemblea il Presidente di Anie, Giuliano Busetto.

La linea è condivisa dal vicepresidente di Confindustria, Gianni Brugnoli, che ritiene che non vi sia ulteriore tempo da perdere: "Avremo una tabella di marcia e la tempistica su come spendere i soldi la dobbiamo decidere già ora. Il centro studi di Confindustria ha già illustrato i dati sul Pil che vedono un calo del 10% e un ritorno a 26 anni fa. Partivamo da un —3% prima della pandemia e arriveremo quindi a-13%. Se l'anno prossimo facciamo un rimbalzo di 5-6% saremo a metà del guado".

Come evitare una lunga crisi

Occorre una crescita robusta e costante per scongiurare una crisi lunga dieci anni: "Dobbiamo fare in modo che i fondi del Recovery fund ci permettano di mantenere quel 3% di crescita — ha aggiunto Brugnoli.

Lo stesso vicepresodente di Confindustria ha parlato quindi di sfida per il Paese, una sfida in cui tutti devono fare la propria parte. Quattro le proposte rivolte al governo, con una premessa metodologica: è indispensabile un quadro normativo chiaro che dia alle imprese la possibilità di accedere alle risorse europee con rapidità ed efficacia.

La prima richiesta avanzata è quella di dare priorità all'industria. Anie chiede un rafforzamento del Piano Transizione X.0 in termini di aumento delle aliquote e dei massimali di spesa degli incentivi fiscali.

Il secondo punto è di agevolare il processo di digitalizzazione a partire dal settore delle costruzioni, che è uno dei più penalizzati: si propone un piano casa 4.0 e un'estensione dei bonus.

La terza proposta rigiarda la decarbonizzazione: per il settore energetico è una sfida senza precedenti che deve essere affrontata con determinazione. L'ultima richiesta riguarda i trasporti: occorre puntare sui sistemi European Rail Traffic Management System, sistema in grado di migliorare sicurezza e prestazioni e di ridurre i costi di manutenzione.

 

 


maggiori informazioni su:
www.anie.it



Tutte le news