martedì, 7 luglio 2020

News

Business & People

Cybersecurity e tutela della privacy, dall’UE 49 milioni di euro per l’innovazione

04/06/2020

MILANO - Con l'obiettivo di rafforzare e innovare gli strumenti di cyber sicurezza e tutela della privacy in settori strategici dell’economica dell’Unione europea (Ue), la Commissione europea ha stanziato un pacchetto di 41 milioni di euro che, dato il partricolare momento storico che stiamo attraversando, interesseranno anche il settore sanitario.

Sono 9 i progetti finalizzati al conseguimento di questi obiettivi, dei quali cinque si concentreranno come accennato su soluzioni di cyber sicurezza e protezione della privacy per i cittadini e le piccole e medie imprese (Pmi), i restanti intendono  invece migliorare i sistemi di sicurezza critici come le infrastrutture sanitarie e i sistemi di trasporto multimodale.

Al fine quindi di rafforzare le capacità di cyber sicurezza degli Stati membri,in modo che risultino meglio preparati a contrastare minacce e incidenti informatici, saranno stanziati altri 7,6 milioni di euro. Si tratta di 21 progetti rivolti soprattutto al potenziamento delle infrastrutture sanitarie. A causa della pandemia che ha colpito i paesi dell’Ue, le Istituzioni di Bruxelles e i Governi locali sono chiamati a rivolgere una speciale attenzione al numero e alla qualità delle strutture sanitarie presenti sui territori, al grado di resilienza e al livello di trasformazione digitale raggiunto.

Un mercato che richiede sicurezza

A livello mondiale si è assistito a un aumento della domanda di soluzioni più sicure. Questo ha determinato un cambiamento delle dinamiche di mercato. Le imprese in generale, incluse le piccole e medie imprese, che disporranno di prodotti certificati godranno di un vantaggio competitivo se sapranno far fronte a questa esigenza. 

La rete 5G, futura colonna portante la nuova economica europea e mondiale, è al centro dell'attenzione, con applicazioni strategiche per aree critiche come energia, trasporti, salute, industria, banche, finanza.

E' considerata ormai "evidente” la necessità di fronteggiare ogni genere di minaccia e vulnerabilità in grado di compromettere o anche soltanto di disturbare il nuovo standard. La cyber protezione del 5G  costituisce la prima tra le preoccupazioni per il futuro, sia in riferimento alle valutazioni di rischi, sia rispetto all'individuazione delle misure necessarie per contrastarli.

(Fonte: Key4Biz)

 



Tutte le news