martedì, 7 aprile 2020

News

Business & People

Intelligenza Artificiale, report IBM: il 2020 anno della svolta

27/01/2020

MILANO - Nel mese di ottobre del 2019 IBM ha diffuso i dati di un’indagine che illustra le ragioni della difficoltosa adozione dell’AI (l’Artificial Intelligence) da parte delle aziende.

Pur rappresentando una delle più importanti opportunità economiche dei nostri tempi, le aziende stentano infatti a introdurla, soprattutto a causa di resistenze di tipo culturale. Il 2020, come rilevato dall'analisi di IBM, è però destinato ad essere l’anno della svolta: il nuovo report, From Roadblock to Scale: The Global Sprint Towards AI, evidenzia come i recenti sviluppi tecnologici, dalla correzione dei bias alla formazione di competenze specializzate, porterà a una consistente crescita dell’adozione dell’AI nei prossimi 18/24 mesi, raggiungendo l’80/90% delle aziende.  

IBM ha coinvolto 4514 aziende negli Stati Uniti, in Europa (anche in Italia) in Cina, per comprendere quali fossero gli ostacoli principali all’adozione dell’AI e quali le strategie di implementazione che realtà di qualsiasi dimensione intendono adottare a partire da quest’anno.

L'intelligenza artificiale per la sicurezza dei dati

I risultati principali emersi dall’indagine: 

Per il 37% delle aziende, è la mancanza di adeguate conoscenze e competenze l’ostacolo principale all’adozione dell’AI.

Allo stato attuale, 3 aziende su 4 utilizzano l’AI in qualche misura, dalla piena integrazione all’avvio di fasi esplorative.

La sicurezza dei dati si conferma la finalità principale (con il 36%) che spinge le società ad utilizzare soluzioni di intelligenza artificiale.

La fiducia nell’AI, intesa come capacità di comprenderne con certezza i processi decisionali, è il pilastro portante di qualsiasi decisione in merito alla sua adozione e come primo passo per la costruzione di una cultura della fiducia a livello aziendale e per una piena integrazione della tecnologia.

Intelligenza artificiale e cloud sono interconnessi: le società che hanno già adottato l’AI al proprio interno stanno già guardando a nuove forme di cloud, sia ibrido che multicloud.

    



Tutte le news