Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Barriere a doppia tecnologia per esterno

23/09/2011

L'idea di partenza per lo sviluppo di Absolute era quella di costruire un dispositivo di rilevazione per esterno che risultasse efficace ed affidabile nel tempo, 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. All'inizio degli anni '90 erano già ben noti vantaggi e svantaggi delle tecnologie basate su raggi infrarossi così come pure delle microonde ed era evidente che i pro dell'uno compensavano i punti a sfavore dell'altro. Si trattava quindi di riunire in unico dispositivo i benefici dell'una e dell'altra tecnologia. Nacque così Absolute, una barriera a doppia tecnologia per esterno contenuta in 2 colonne in estruso di alluminio, che combina la tecnologia della microonda a quella degli infrarossi eliminando la casistica di falsi allarmi con un risultato di alta sicurezza per tratte fino a 200 mt.

Infrarossi e microonde in sinergia

Un'analisi più dettagliata mostra come gli allarmi impropri siano spesso causati da agenti atmosferici o da movimenti difficilmente controllabili. Negli agenti esterni di natura atmosferica le cause di falsi allarmi più ricorrenti sono dovute al vento, che provoca lo spostamento di masse quali fogli di giornali, sacchi di plastica o cartoni che potrebbero interferire nel corretto funzionamento dei raggi infrarossi. La presenza di cani, gatti, lepri o altri animali selvatici sono tra le cause più diffuse del non corretto funzionamento dei raggi infrarossi, in particolar modo per quelli installati ad un'altezza di 30/40 centimetri da terra, che ne avvertono l'attraversamento e di conseguenza ne originano l'allarme. Nei raggi superiori la causa di falso allarme può essere dovuta dall'attraversamento di volatili, molto frequenti in installazioni in campo aperto. Nella barriera per esterno Absolute Plus i segnali della microonda e degli infrarossi attivi vengono ricevuti e trattati individualmente: l'attivazione del segnale d'allarme è quindi il risultato di precisi sincronismi tra le due tecnologie. I circuiti di disqualifica montati a bordo disabilitano gli infrarossi attivi in caso di attenuazione del segnale (come, ad esempio, durante nebbie, forti piogge o nevicate). La microonda invece, opportunamente ridotta di sensibilità, continuerà a rilevare eventuali attraversamenti.

Sempre all'avanguardia

Nel corso degli anni Absolute è stata costantemente oggetto di aggiornamenti tecnologici per offrire un prodotto sempre al passo con le crescenti esigenze del mercato della sicurezza. Gli infrarossi attivi a 4 lenti sono stati sostituiti dai più efficienti raggi sincronizzati a 6 lenti. I dispositivi accessori si sono arricchiti della microonda doppler per coprire le zone cieche nei pressi delle colonne e del co perchio antiscavalmento. L'applicazione della tecnologia digitale ha portato allo sviluppo di un software dedicato che facilitasse le operazioni di controllo e setup delle barriere. La scheda madre analogica è stata aggiornata con una versione digitale con display alfanumerico LCD, che facilita notevolmente le operazioni di setup e programmazione evitando così l'utilizzo di strumenti addizionali per l'allineamento di raggi e microonda. Il sensore di temperatura integrato assicura un controllo costante della temperatura all'interno delle colonne evitando fenomeni di appannamento o di eccessiva umidità che potrebbero compromettere l'efficacia del sistema. La scheda è dotata di un'uscita allarme doppia tecnologia (relè a contatto libero) e un uscita normalmente chiusa per il circuito tamper. Il collegamento tramite RS-485 alla scheda interfaccia IMNMBRD permette la gestione remota di tutti i parametri funzionali delle barriere. Absolute Plus è ora disponibile anche in versione IP con tutti i vantaggi che questa tecnologia offre a livello di connettività e con la possibilità di remotare via internet il controllo di una o più barriere.

Un caso applicativo: il parco solare

Absolute Plus è progettato per proteggere vaste aree sensibili esterne, quali: edifici governativi, aeroporti, aree militari, prigioni e istituti di pena, centrali termiche e nucleari, raffinerie, edifici sensibili, banche, depositi, porti, musei, aree industriali e negli ultimi anni si è rivelato estremamente efficace nella protezione dei parchi solari. In particolare segnaliamo la protezione di un parco solare di medie dimensioni, realizzata di recente in provincia di Brescia. Il parco in questione ha una capacità produttiva di 1,8 MW ed è dislocato su una superficie di 40000 mq. Il perimetro protetto è stato di circa 1000 m e sono state utilizzate 11 barriere Absolute di cui 5 da 200 metri e 6 da 80 metri. Si è provveduto in fase di progettazione ad individuare il posizionamento corretto delle colonne e a predisporre la posa dei tubi per il cablaggio e dei pozzetti in calcestruzzo destinati ad accogliere i basamenti Absolute. Per motivi contingenti si è deciso di gestire i segnali d'allarme tramite contatto relè cablato direttamente in centrale. Ogni colonna è alimentata a 220Vca e portata a 12Vcc/24Vca con l'alimentatore Sicurit dedicato, alloggiato sempre all'interno delle barriere. L'impianto è stato infine testato e messo a punto con il supporto tecnico di Sicurit in collaborazione con la ditta installatrice. Il risultato finale è un livello di sicurezza elevato con un impatto estetico minimo e con tempi di realizzazione contenuti. Una scelta opportuna a fronte di un investimento consistente che merita di essere adeguatamente protetto.

www.sicurit.it



pagina precedente