Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Megapixel XVI: tecnologia 4 in 1

01/09/2016

Il mondo della videosorveglianza continua a cambiare velocemente, mettendo talvolta in difficoltà sia i produttori, sia gli importatori per la rapidità di obsolescenza e per la fl uidità tecnologica. I sistemi analogici tradizionali sono ad oggi completamente scomparsi, ed hanno lasciato il posto alle nuove tecnologie Megapixel che viaggiano su cavo coassiale: AHD, TVI e CVI (tecnologie invero molto simili tra loro). Anche all’ultima fiera di Londra (IFSEC), che ha avuto luogo lo scorso Giugno, gli scenari sopra descritti sono stati pienamente confermati: tali scenari andranno probabilmente a delineare il quadro delle vendite di videosorveglianza da qui a fine 2016. Le uniche vere novità messa in mostra (ma ancora non realmente reperibili in termini di massive sales) sono state però la risoluzione 4K e il protocollo di compressione H265.

4K E H265

Il 4K, detto anche Ultra HD, è uno standard per la risoluzione della televisione digitale capace di offrire 4000 pixel orizzontali di risoluzione (4K= 4 mila): 4 volte superiore alla risoluzione Full HD. Un’esperienza di visione impareggiabile, utile soprattutto per coprire aree estese con masse di persone in movimento (es. città, stadi, stazioni), dove occorrerebbero più dispositivi Full HD. Un unico apparato 4K a visione 4 volte più ampia permetterebbe ora di monitorare aree molto ampie. Con telecamere e DVR che supporteranno il 4K otterremo livelli di risoluzione allineati ai nuovi standard televisivi, che permetteranno di vedere immagini a risoluzioni impensabili solo fino a ieri ed a prezzi assolutamente accessibili. Per ottenere ciò servirà però riuscire ad immagazzinare una mole di dati molto più consistente sugli attuali HDD. E’ proprio per questo che il protocollo H265 verrà in supporto di tanta definizione,permettendo di avere tanta qualità di immagine sui supporti magnetici esistenti.

PRODOTTI XVI

Tornando alle nuove tecnologie: sembra che tanti nomi e tipologie di prodotto riconducano ad un’unica sigla: “XVI”. I prodotti XVI daranno la possibilità di scegliere il tipo di tecnologia desiderata (AHD, TVI, 960H, ecc) direttamente dai setting della telecamera stessa. In altre parole: una volta acquistata la telecamera XVI, quest’ultima potrà essere collegata con qualsiasi tipo di DVR. Dal momento che questo tipo di tecnologia Megapixel transita senza difficoltà nei cavi RG59, e ancora meglio nei Video Balun, sarà possibile mettere in campo nuove installazioni completamente Megapixel come pure recuperare vecchie installazioni, nel caso sia utile mantenere le telecamere già presenti ed innovare l’impianto con nuove telecamere in grado di offrire immagini spettacolari che colgono anche i minimi particolari: colori, viso, targhe, ecc. ASSY ha già iniziato a convertire tutto il proprio magazzino con telecamere XVI, anticipando ad oggi addirittura ciò che maggiormente offre il mercato italiano.

DVR 4 IN 1...FORSE 5

Anche relativamente ai DVR vi sono novità importanti riguardo il 4 in 1. Dalla partnership del marchio ASSY con il famoso costruttore taiwanese ICATCH, è in imminente arrivo un potentissimo 4 in 1 (addirittura si parla di un 5 in uno, con l’aggiunta di un’altra famosa tecnologia che ad oggi sarebbe però prematuro menzionare). Proprio così: ASSY avrà a breve a disposizione un DVR in grado di essere connesso a tutti i principali standard ad oggi in commercio: AHD, TVI, 960H e addirittura IP! Il suo valore, inteso come prezzo sul mercato, non si distacca di molto dai più comuni tribridi e permette all’installatore di soddisfare qualunque tipologia di installazione. Non ci si dovrà più preoccupare di cosa sia già eventualmente montato dal cliente che voglia integrare un impianto esistente! Siamo certi che alla fiera di Essen 2016 avremo modo di apprezzare quanto descritto in quest’articolo. Per i prossimi due anni….il cammino pare essere tracciato.


maggiori informazioni su:
www.ascani.com



pagina precedente