Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Videoverifica anche per esterno senza fili, gestibile via app

11/08/2016

Inviare una notifica sullo smartphone in caso di allarme è una funzionalità ormai ampiamente disponibile nel campo dei sistemi antintrusione: la centrale, dotata di comunicatore GPRS o IP, recapita al proprietario dell’impianto un avviso di allarme in corso, permettendogli di intervenire per verificare, in primis, se si tratti di un falso allarme oppure no. Gli impianti di ultima generazione offrono funzioni di videoverifica che prevedono, contestualmente alla notifica, l’invio di clip video. Questi sistemi consentono all’utente anche di accedere ai flussi video provenienti da una o più telecamere di sorveglianza collegate alla centrale. Urmet ATE, azienda del Gruppo Urmet specializzata nella sicurezza avanzata e leader nel settore dei sistemi per istituti di vigilanza, ha recentemente lanciato “Verify”, un nuovo sistema di antintrusione con videoverifica.

 

La gamma dei dispositivi che compongono il sistema è completa: centrali, rivelatori, controllo accessi e segnalatori ottici e acustici. Rispetto ad altri sistemi, però, Verify si distingue per alcune caratteristiche esclusive, tra le quali riveste particolare interesse la disponibilità di sensori PIR con unità di ripresa integrata installabili non solo in ambienti interni, ma anche in aree esterne. Le ottiche installate all’interno dei rivelatori da esterno, infatti, sono dotate di LED infrarossi per assicurare la visione notturna su una portata di 12 metri. Il corpo del sensore da esterno ha un grado di protezione IP 65, che mette al riparo il dispositivo dall’azione di agenti atmosferici, particolato e umidità; la funzione pet immunity e la protezione con accelerometro, infine, permettono di evitare falsi allarmi dovuti al movimento di animali domestici e tentativi di manomissione. In caso di allarme, la telecamera integrata registra un video (a colori in orario diurno, in modalità IR di notte) di durata programmabile e lo invia all’utente in tempo reale.

 

Un’altra caratteristica interessante di Verify consiste nella possibilità di utilizzare il sistema come espansione di impianti già installati, anche di altri produttori e indipendentemente dalla loro epoca di produzione. Oltre che in modalità stand-alone, le centrali Verify possono infatti essere collegate ad un’uscita della centrale preesistente e configurate come centraline di espansione: in questo modo i rivelatori Verify entrano a far parte del sistema principale, che può così essere ampliato senza dover posare cablaggi supplementari (tutti i dispositivi Verify operano in modalità wireless sulla banda 868 MHz) e consentendo all’utente di ottenere significativi miglioramenti in termini di funzionalità disponibili, prestazioni e sicurezza generale.

 

La possibilità di utilizzare una soluzione moderna, di progettazione e costruzione interamente europea e dall’elevato rapporto qualità/prezzo per l’ampliamento di impianti di qualsiasi tipo e marca è un fatto importante per tutti: l’installatore può offrire ai propri clienti un aggiornamento del sistema a costi interessanti e senza prevedere interventi invasivi e troppo impegnativi in termini di manodopera necessaria; il cliente, dal canto suo, potrà accedere a un livello di servizio più evoluto e implementare funzionalità come la videoverifica da interno e da esterno senza dover affrontare ingenti investimenti legati alla sostituzione del vecchio sistema di sicurezza. Infine, le centrali Verify sono tutte dotate di comunicatore integrato con interfacce GPRS o IP e possono essere facilmente configurate per il collegamento con gli istituti di vigilanza.

 

Per orientare e assistere i professionisti della sicurezza nelle fasi di selezione e implementazione delle soluzioni più adatte ai diversi contesti installativi, Urmet ATE ha organizzato una linea di supporto tecnico dedicata al nuovo sistema Verify.

 

Come abbiamo visto, Verify è un sistema antintrusione che si pone ai vertici dell’offerta di mercato per capacità di incontrare le aspettative della clientela: offre funzionalità innovative come la videoverifica da esterno, si installa facilmente, è flessibile e permette di espandere impianti esistenti. Il quadro positivo è completato dal front-end software che accompagna il sistema. Urmet ATE, infatti, mette a disposizione dei clienti finali un’app per dispositivi Apple e Android che permette un’interazione molto avanzata con il sistema, in tempo reale e da qualunque parte del mondo. L’app Verify permette di svolgere con semplicità operazioni frequenti, come l’attivazione e la disattivazione totale o parziale dell’impianto, il controllo di stato e la richiesta di foto e video.

 

È però in caso di allarme che l’app gioca il ruolo più significativo: grazie a una notifica push, l’utente è informato in tempo reale dell’attivazione di un rivelatore e può accedere direttamente dall’app alla funzionalità di videoverifica; senza più telefonare a vicini e parenti e con la possibilità di controllare in autonomia e in tempo reale se l’allarme sia stato generato da un evento fortuito e occasionale oppure se sia riconducibile a circostanze effettivamente criminose. Grazie ai sensori PIR da esterno con unità di ripresa integrata, tutte le azioni connesse alla verifica e alla gestione dell’allarme possono essere intraprese prima dell’effrazione di porte e finestre che, spesso, rappresenta la parte più rilevante del danno.

 

Verify: videoverifica anche per esterno. Per tutti gli impianti, senza fili al 100% e si controlla con un’app.



maggiori informazioni su:
http://www.urmet-ate.it



pagina precedente