Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Videosorveglianza open platform: da centro di costo a business tool

28/07/2016

L’evoluzione della tecnologia di ripresa e di compressione video ha portato anche la videosorveglianza a considerare immagini con risoluzione sempre crescenti, rendendo la qualità 4K UHD un elemento spesso presente nelle soluzioni proposte da diversi costruttori. L’aumento della risoluzione e della qualità video apre, però, nuovi scenari e nuove problematiche in fase di implementazione e, successivamente, di gestione di un sistema di videosorveglianza. L’implementazione di soluzioni con risoluzione 4K UHD, che equivale a 4 volte la risoluzione FullHD 1080p, determina l’incremento delle informazioni disponibili all’interno della rete, in termini di occupazione di banda e storage e di gestione dei flussi video.

Senza un’oculata progettazione, si rischia che lievitino sia i costi iniziali per l’implementazione della soluzione, sia quelli successivi per la gestione. È importante quindi, nel momento in cui si pensa ad una soluzione con risoluzione 4K UHD, considerarne l’impatto sull’infrastruttura di rete, oltre ai benefici concreti che può arrecare agli utenti. Ed è puntando su questi ultimi due elementi che la soluzione 4K UHD della serie Samsung WiseNet fornisce alcune risposte utili per progettare e realizzare sistemi basati su questa risoluzione.

H.265 e WiseStream

Un ruolo fondamentale, per la gestione di flussi video con risoluzione 4K UHD, viene giocato dall’efficacia degli algoritmi di compressione. Tutte le telecamere 4K della gamma Samsung WiseNet implementano due novità tecnologiche che sono state sviluppate per ottimizzare l’utilizzo delle risorse. Da un lato, la conformità allo standard di compressione video più recente H.265, che di per sé determina una riduzione della banda necessaria. In aggiunta, è stata sviluppata un'ulteriore tecnica di compressione, denominata WiseStream, che, associata all’H.265, consente di ottenere una riduzione fino al 25% del flusso video senza conseguenze sulla qualità dell’immagine. Ovviamente è importante che tutta la catena – dalla telecamera, agli apparati di registrazione – sia compatibile con lo standard di compressione H.265 WiseStream.

Soluzioni Edge based e Open Platform

È riduttivo pensare che l’unico vantaggio delle nuove tecnologie sia quello di avere immagini live o registrate con una risoluzione maggiore, e non considerare invece la possibilità di applicazioni e funzionalità diverse e innovative, come migliorare i processi di gestione della sicurezza degli ambienti e delle aree esterne, oppure rendere fruibili agli utenti servizi legati alla business intelligence. Da un punto di vista tecnologico, ciò che rende possibile queste funzioni è la capacità di calcolo dei processori utilizzati all’interno delle telecamere che, oltre ad effettuare la compressione del segnale generato dai sensori, possono utilizzare parte delle risorse per attività di analisi e generazione di Metadata. I Metadata costituiscono la base su cui è possibile costruire le nuove piattaforme aperte di videosorveglianza, passando da un concetto di TVCC  ad uno più ampio di Open Platform, che rappresenta un interessante elemento di sviluppo e di crescita tecnologica e culturale del mercato in generale. La tecnologia WiseNet Samsung, integrata nelle telecamere, è virtualmente al centro di uN'infrastruttura che, partendo dall’unità di ripresa, risponde alle esigenze sempre più complete di sicurezza, efficienza operativa, analisi video e supporto al business.

Il cuore dell’Open Platform: il DSP WiseNet III

Tutte le nuove funzioni e le nuove potenzialità sono supportate da un processore di ultima generazione, WiseNet III, integrato nelle telecamere Samsung. Grazie all’Open Platform, è stato possibile consolidare partnership tecnologiche con altre aziende, contribuendo alla crescita del livello tecnologico oggi disponibile, e favorendo nuove opportunità di utilizzo delle telecamere, con una ricaduta positiva sul business per tutti i player coinvolti, utenti compresi. Le nuove funzionalità rese disponibili con l’Open Platform possono facilmente essere integrate nelle telecamere, con una logica simile a quella utilizzata per caricare una nuova App su uno smartphone.

Nuovi servizi grazie all’Open Platform

Le App disponibili per l’Open Platform aumentano le funzionalità della telecamera, arricchendola di capacità di analisi real-time per molteplici applicazioni. Oltre a fornire immagini video, la telecamera genera anche Metadata, che racchiudono tutte le informazioni risultanti dall’attività di analisi. Tramite i Metadata generati è possibile inviare informazioni, ad esempio, su un numero di targa, sul numero di persone o di veicoli presenti in una determinata area o in transito da un varco virtuale. Da qui, le molteplici nuove applicazioni possibili, che vedono le telecamere come uno strumento di ausilio al business di un’area commerciale, per esempio, o all’attività di un ufficio pubblico.

L’analisi comportamentale e la possibilità di identificare, a fini statistici, parametri come il range di età e il genere diventano uno strumento utile per definire al meglio la “customer experience” all’interno di un punto vendita o per rendere più immediata e efficiente la fruizione di servizi in una filiale di banca. Analogamente, applicando le stesse logiche al controllo del traffico veicolare, è possibile ottimizzare il flusso e i tempi di percorrenza. Un altro ambito importante in cui la logica di Open Platform permette di ottenere vantaggi tangibili è quello della sicurezza dei dati e della trasmissione in rete. Una delle funzioni oggi disponibile sulle telecamere Samsung con tecnologia Open Platform consente, infatti, di garantire l’invio di flussi video criptati sulla rete, eliminando qualsiasi rischio di manipolazione e intercettazione dei dati.

Da centro di costo a business tool

È quindi evidente che i vantaggi offerti dalle soluzioni di ultima generazione vanno ben oltre la risoluzione e la qualità delle immagini, offrendo di fatto nuove opportunità di utilizzo, e quindi di business, anche per gli utenti. Questo presuppone però un cambio, oltre che tecnologico, anche di mentalità, passando dal concetto di semplice TVCC, Televisione a circuito chiuso, che già nel nome indica elementi di limite, a soluzioni Open Platform, aperte, standard e pronte a cogliere le sfide del futuro.


maggiori informazioni su:
http://www.samsung-security.eu/it



pagina precedente