Applicazioni e soluzioni

Innovation Case

Controllo e supervisione centralizzati delle porte uscita di sicurezza

01/03/2011

Innovare: cosa? L'idea

Allo stato, non esiste una norma (né italiana, né europea) che regoli il regime di controllo per le porte uscite di sicurezza. Le normative vigenti, infatti, impongono ai locali dotati di porte uscita di sicurezza di controllarle in presenza di pubblico, senza specificare chiaramente le modalità operative. Tra l'altro, il sistema di verifiche è tutt'altro che semplice, perché richiede sì un controllo di sicurezza (ossia che le porte che devono stare chiuse vengano allarmate in caso di violazione), ma anche l'eventuale gestione delle emergenze in caso di un allarme incendio. In quest'ultimo caso le porte tagliafuoco si dovranno invece chiudere. In assenza di una norma cogente, non esiste uno standard operativo e i responsabili sicurezza, ma prima ancora i progettisti dei sistemi, si devono arrangiare con soluzioni che risolvono solo parzialmente il problema o con tentativi di centralizzazione troppo complessi per la grande quantità di conduttori da portare al presidio di controllo.

Innovazione: come? Il sistema

Il Sistema US COM di Avotec ricerca ed individua tutte le problematiche relative alle porte uscite di sicurezza e alle porte tagliafuoco, verificandole e permettendo all'operatore di reagire con tempestività ed efficienza a qualsiasi emergenza. Attraverso un sistema di comunicazione su bus RS485, l'addetto visualizza infatti immediatamente numero della porta e causa che ha generato l'evento. US COM è in continua evoluzione, sia per la parte software che hardware. Con la creazione di moduli d'ingresso e di uscita, permetterà di integrarsi su sistemi di rivelazione automatici d'incendio. Le componenti base del sistema sono: Master centrale; Periferica ottico acustica; Visualizzazione.

MASTER CENTRALE (A)

Da questa scheda (cervello del sistema) avviene la centralizzazione che, grazie al bus seriale RS485, riesce a controllare, le periferiche connesse ad essa. Attraverso due interfacce RS 485, può gestire fino a 60 periferiche (30 per linea seriale). Esegue continuamente la verifica delle periferiche connesse al bus seriale (polling), richiedendo le informazioni sullo stato di ciascuna unità (allarme porta, allarme tamper, porta aperta, esclusione porta, e anomalie quali sono mancanza rete, guasto batteria, guasto unità, guasto bus seriale). Sono presenti dip switch di programmazione per configurare alcune segnalazioni disponibili su uscite relè. Sulla scheda è presente una EEPROM che può essere configurata stabilendo le esclusioni/reset locali oppure le esclusioni/ reset di zona attivate dalla scheda master. È anche presente una porta seriale RS232 di comunicazione per l'eventuale personal computer di gestione.

PERIFERICA OTTICO ACUSTICA (B)

Le unità protezione porte uscita di sicurezza possono essere suddivise in due sottocategorie: unità ottico acustica versione metallica (per ambienti industriali); unità ottico acustica versione ABS/policarbonato (per ambienti ove è richiesto un design sinergico all'ambiente). Elettronicamente sono identiche. Queste unità uscita sicurezza (U-US) vengono continuamente interrogate attraverso il bus RS485 (polling) dalla scheda master centrale. Dispongono di una segnalazione ottica e di una segnalazione acustica, che vengono attivate a secondo della tipologia di evento. Ogni U-US esegue in tempo reale il controllo di efficienza della batteria, del lampeggiante, della tensione dell'alimentazione, del bus seriale di comunicazione, e (quando interpellata) comunica alla centrale master eventuali anomalie. Ad essa è connesso il contatto magnetico della porta, che può essere controllato se viene selezionata la funzione bilanciamento magnete. In questo caso la sicurezza è attiva, sia per eventuale corto circuito che taglio cavo di connessione contatto magnetico – U-US. Dispone anche della chiave di reset esclusione, che su richiesta può essere remotizzata.

La programmazione dell'unità U-US avviene a mezzo di selettori che stabiliscono:

  • il codice dell'unità (numero di identificazione)
  • temporizzazione autoreset segnalazione acustica
  • attivazione bilanciamento ingresso contatto magnetico (solo con funzionamento seriale e non stand-alone)
  • modulazione allarme.

L'unità uscita sicurezza U-US segnala le seguenti situazioni:

  • manomissione: suono fisso e luce fissa
  • apertura porta: suono modulato (possibilità scelta suono) e luce intermittente
  • esclusione sorveglianza porta: luce fissa ed inibizione suono
  • apertura porta con esclusione sorveglianza porta: luce intermittente ed inibizione suono

VISUALIZZAZIONE (C)

Il monitoraggio e la visualizzazione sono realizzabili grazie all'utilizzo della periferica di visualizzazione eventi. Questa periferica viene connessa alla linea bus per controllare gli eventi del sistema da una o più postazioni. La periferica di visualizzazione può essere connessa su un qualsiasi bus seriale RS485 della scheda master, qualora le periferiche siano distribuite sui due bus seriali. Viceversa, se viene impiegato solo un bus seriale la periferica di visualizzazione deve essere connessa sulla seriale impiegata. E' una periferica passiva, quindi non interessata al polling. La struttura in figura rappresenta un esempio di connessione dei bus seriali delle apparecchiature tipico del sistema US-COM. Dalla scheda US TRD parte il cavo dati (consigliabile un cavo UTP Cat. V) che collega il campo (periferiche ottico acustiche) che non deve essere chiuso ad anello. La migliore connessione per un bus seriale è il collegamento in cascata, anche se è possibile la connessione di tipo a stella con ulteriori diramazioni, purché le giunzioni siano a regola d'arte. La lunghezza massima complessiva di ciascun bus seriale RS485 è di circa 1500m. La connessione tra la periferica e il contatto della porta avviene con un cavo 2 x 0,5mmq, la lunghezza massima consentita può arrivare a 10m. Generalmente queste periferiche sono installate sopra la porta da controllare. Il cavo di alimentazione è da prevedersi in funzione del tipo di alimentazione previsto (230V ad ogni singolo apparato oppure +13,8V se con alimentatore multiplo). Sia con alimentazione a 230V, sia con alimentatori multipli di zona a +13,8V, è necessario connettere in comune i "GND" di ogni scheda elettronica.

Innovare: dove? Applicazioni possibili

US-COM è la soluzione ideale per tutelare beni e cose in locali ove vi sia presenza di pubblico (porte uscite di sicurezza), ma anche per salvaguardare la safety delle persone in caso di emergenze, con presenza di maestranze di lavoro (porte tagliafuoco). Il tutto sia in ambienti pubblici, sia in strutture private.

Innovare: con chi? L'innovatore

Fondata nel 1996, AVOTEC S.r.l. è un'azienda specializzata in progettazione, costruzione e commercializzazione di sirene elettroniche, segnalatori ottico/acustici, nonché di innumerevoli accessori legati ai sistemi di sicurezza. AVOTEC è divenuta in breve tempo una delle aziende leader del settore sicurezza, grazie a professionalità, assistenza illimitata e possibilità di personalizzazioni esclusive e custom-made dei prodotti in base alle richieste del cliente. AVOTEC rende noto che il nuovo sito è ON-LINE, con nuovi contenuti, nuovi prodotti e soprattutto NUOVA GRAFICA!


Tag:   Avotec,   sicurezza,   antincendio,  

pagina precedente