Applicazioni e soluzioni

Focus Product

La video analisi (quella vera) funziona eccome

08/04/2011

C'è un'enorme differenza tra la vera video analisi e i prodotti basati su motion detection. La differenza sta in 25 anni di ricerca nel campo dell'intelligenza di ambiente e in prestazioni immensamente migliori. Ambienti esterni, con pioggia, neve, vento, alberi che si muovono, fontane, erba alta, riflessi di luce, piccoli animali: è qui che si vede la differenza ed è qui che si dimostra come oggi la video analisi - quella vera - sia in grado di offrire soluzioni di enorme valore e qualità, laddove le tecnologie tradizionali nulla possono.

Un modello di vera video analisi

Il modulo VTrack-Intrusion consente di rilevare e segnalare automaticamente e in tempo reale l'intrusione all'interno di aree virtuali o l'attraversamento di linee virtuali da parte di soggetti di interesse. Il modulo si basa sui più moderni algoritmi di video analisi conosciuti a stato dell'arte. Grazie a metodi basati non su semplice rilevazione e sogliatura del movimento, ma su apprendimento dinamico e continuo della scena (self learning background modelling), VTrack Intrusion è in grado di adattarsi automaticamente a qualsiasi condizione ambientale e a modellare e gestire ogni movimento dell'immagine, riuscendo a filtrare con cognizione di causa ogni elemento dinamico che non sia un soggetto di interesse.

VTrack-Intrusion integra le seguenti funzionalità:

  • Funzionalità AreaEntrance: allarme su intrusione di un soggetto di interesse all'interno di un'area virtuale configurata
  • Funzionalità TripWire: allarme su attraversamento di un soggetto di interesse di una linea o un perimetro virtuale configurato, in una determinata direzione configurata
  • Funzionalità Tampering: allarme su oscuramento o spostamento della telecamera
  • Illimitate aree o linee virtuali configurabili
  • Classificazione dei soggetti di interesse sulla base di forma e dimensioni
  • Possibilità di mascherare aree non di interesse

VTrack-Intrusion può integrare tutte le più note piattaforme VMS presenti sul mercato: Milestone, Avigilon, Mirasys, Axis Camera Station, Vivotek, Multisentry, AiVU, ecc oppure può funzionare "stand-alone", pilotando per esempio schede I/O compatibili. VTrack-Intrusion è disponibile anche in versione "edge" integrato all'interno di telecamere Axis.

Vtrack-Intrusion: requisiti tecnici e best practice

  • Compatibile con qualsiasi architettura hardware PC based
  • Disponibile sia per ambienti Windows sia per ambienti Linux, sia 32 bit sia 64 bit
  • Acquisizione flussi video da:
  1. telecamere analogiche, attraverso schede di acquisizione video DirectX o VideoForLinux o attraverso video encoder compatibili
  2. telecamere IP compatibili
  3. piattaforme VMS compatibili
  4. flussi video compressi in tutti i formati standard (JPEG, MPEG4, H264, …)

  • Compatibile con protocollo Modbus per la gestione di schede I/O
  • Area minima del soggetto di interesse per essere rilevato con efficacia: 70-80 pixel
  • Area massima del soggetto di interesse per essere rilevato con efficacia: circa 1/3 dell'immagine
  • Frame rate minimo per prestazioni efficaci: 5fps in ambienti poco complessi, 10fps in ambienti molto complessi
  • Onere computazionale:
  1. Processore: singolo core 2,8GHz, 6 flussi in formato CIF a 10-12fps
  2. RAM: circa 80MB/flusso video

Casi di successo: la protezione dei campi fotovoltaici

Secondo alcune stime riportate dall'Enea, nel 2009 a livello mondiale i furti di pannelli solari corrisposero al 5-7% del venduto nel settore. Da qui la necessità di proteggere i campi fotovoltaici con tecnologie in grado di rilevare un furto in tempo reale e quanto prima possibile, per poter intervenire sul posto in tempo per scongiurare l'evento dannoso. Oltre al valore del pannello stesso, infatti, il furto ha anche un'incidenza notevole sulla produzione di energia e sui premi assicurativi che il produttore di energia deve pagare per tutelarsi finanziariamente. Un prodotto in grado di fornire realmente un supporto efficace permette di abbattere tutti questi costi. Spesso però i campi fotovoltaici si trovano in condizioni ambientali proibitive (in aperta campagna, lontani da centri abitati, senza presidio) e racchiudono in sé tutti gli elementi complessi prima elencati (erba alta, alberi, pioggia, riflessi, terreni scoscesi e irregolari). Proprio quest'ultimo elemento rende molto complesso e spesso impraticabile l'utilizzo di tecnologie tradizionali come barriere a microonde, cavi interrati o sensori analogici di altra natura. Ci sono sensori in grado di capire se il pannello viene asportato, ma quando questo avviene ormai è troppo tardi per intervenire: l'allarme deve arrivare prima dell'intrusione. Per di più queste tecnologie non consentono la visualizzazione di un allarme, che invece la videosorveglianza consente. Ma le tecnologie di videosorveglianza basate su semplice motion detection in un ambiente del genere generano un tale numero di falsi allarme da risultare totalmente inutili. Ecco invece che la vera video analisi offre qui una soluzione formidabile, in grado di rilevare da telecamere di videosorveglianza gli eventi di intrusione anche in condizioni ambientali proibitive, con pochissimi falsi allarmi e prestazioni ad oggi inarrivabili attraverso i sensori tradizionali in un ambiente così complesso. Ad oggi più di 600 campi fotovoltaici in Italia e all'estero sono protetti dalla robustezza ed efficacia del modulo VTrack-Intrusion.

www.technoaware.com


Tag:   TechnoAware,   videosorveglianza,   tvcc,   IP,   fotovoltaico,  

pagina precedente