Applicazioni e soluzioni

Application Case

Protezione di una moderna azienda specializzata nella lavorazione delle carni

17/08/2015

Stato di fatto ed esigenze del committente

La Lombarda S.p.A. è un’azienda con una lunga esperienza nell'attività di lavorazione e congelamento delle carni con grandi competenze tecniche specifiche per gestire al meglio la conservazione degli alimenti congelati e surgelati. L’azienda fa parte di un gruppo industriale al cui interno opera un team di addetti al controllo qualità; nei suoi impianti produttivi il gruppo è dotato di un laboratorio di analisi. Questo significa poter offrire ai Clienti, oltre ai servizi convenzionali di deposito e movimentazione, anche un accurato servizio di verifica della merce in ingresso. Le dimensioni del centro di stoccaggio sono ragguardevoli, poichè lo stesso sorge su un'area di 60.000 mq dei quali 30.000 mq di superficie coperta (celle frigorifere e magazzini).

L'esigenza del Committente era quella di proteggere il perimetro con una tecnologia dalla comprovata affidabilità compatibilmente con le esigenze logistiche del cliente e di dotare il sistema di apparati molto performanti dal punto di vista video in termini di visione notturna e di capacità di zoom. Security Trust, system integrator con oltre 25 anni di esperienza nella progettazione, installazione e manutenzione di sistemi integrati di sicurezza, ha fornito consulenza per la progettazione e l’installazione di un sistema di videosorveglianza e antintrusione.

La tecnologia messa in campo

La soluzione tecnica di Security Trust è stata la messa in servizio di un sistema perimetrale su recinzione, resistente a tentativi di taglio, arrampicamento e sfondamento e rispettosa degli stretti vincoli progettuali imposti. La scelta è ricaduta su prodotti DEA PERIMETER, Serir. L'involucro esterno in fibra di vetro del sensore resiste alla costante esposizione ai raggi solari e internamente è sigillato con resina epossidica per impedire infiltrazioni di umidità. Il rivelatore sfrutta la tecnologia piezodinamica, grazie alla quale vengono captate anche le più piccole vibrazioni e trasformate in impulsi elettrici. Il sensore non contiene quindi elementi elettronici attivi e non necessita di alimentazione. I segnali generati dal rivelatore sono quindi trasmessi alle schede di elaborazione che ne riconoscono la causa e attivano lo stato di allarme.

La rete di comunicazione per la centralizzazione dei segnali di allarme avviene tramite l’impiego della DEA NET: da una sola postazione vengono gestite da delle schede a microprocessore (a 4 zone) presenti nell'impianto. L’impiego di dorsali in fibra ottica multimodale garantisce efficienza nella trasmissione e resistenza rispetto a fenomeni magnetici. L’anello perimetrale è stato chiuso in corrispondenza di alcune grate che presentano caratteristiche differenti dal punto di vista della propagazione delle vibrazioni. Per questo tipo di applicazione è stato scelto un prodotto della MICMAR, un sistema che utilizza fibra ottica come sensore, in cui la scheda a microprocessore valuta la variazione dell’intensità luminosa del cavo sensore nel momento dello scavalcamento.

Il sistema è molto affidabile e resiste a intemperie, vento, campi magnetici, frequenze e disturbi radio, vibrazioni. Ad assicurare una visione ottimale nell’area interna sono state installate delle telecamere Ulisse Compact Thermal, che offrono una soluzione integrata per la visione anche nella totale oscurità, con nebbia, pioggia, fumo e grandi distanze. La telecamera offre una doppia uscita video indipendente, con un’avanzata telecamera termica e un modulo day/night. Poiché la telecamera implementa funzioni di rotazione orizzontale continua, rotazione verticale -90° +90° e di zoom (36X), a fronte di segnalazioni di allarme perimetrale, sono stati impostati preset per muovere la camera sulla zona allarmata. L’infrastruttura di collegamento si basa su tecnologia in fibra ottica con l’impiego di convertitori elettro-ottici in grado di trasmettere segnali video e dati per il comando seriale delle telecamere brandeggiabili.

L’impianto è gestito e supervisionato da una postazione di controllo con tastiera dedicata e mediante la piattaforma di centralizzazione sviluppata e customizzata da Security Trust: aperta, bidirezionale per applicazioni di sicurezza multifornitore, con elevatissimi livelli di protezione e ampia libertà di connettere centrali di allarme di più costruttori. Il sistema combina la gestione degli eventi con la videosorveglianza multifornitore, sia mono-direzionale sia in modalità interattiva tra control room e impianto remoto, ed è in grado di centralizzare in modo integrato le segnalazioni provenienti dal sistema interrato e dal sistema video, con possibilità di richiamare mappe grafiche e pop-up relativi alle zone specifiche interessate dall’allarme.

 

www.securitytrust.it

 



pagina precedente