Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Sensori a basso assorbimento universali per sistemi radio

19/02/2015

L'industria di settore muove un ulteriore passo verso la protezione integrale degli esterni con il lancio di rilevatori a basso assorbimento, ma altissime prestazioni, per protezioni perimetrali. EEA, azienda leader nel mercato della rilevazione antintrusione, arricchisce infatti la sua offerta con la gamma LAB Line, una serie di sensori doppia tecnologia a basso assorbimento studiati e prodotti per essere integrati in qualsiasi sistema antintrusione via radio. Grazie infatti alla possibilità di essere alimentati attraverso batterie ed alla connettività con i vari trasmettitori via radio presenti sul mercato, i rilevatori LAB LINE possono essere considerati dei veri e propri sensori universali per sistemi via radio.

Basso assorbimento, alte prestazioni

Il primo ad essere introdotto sul mercato sarà, nei primissimi mesi del 2015, il capostipite Velvet DT Factory Lab Line, l’alter ego wireless del già famoso Velvet DT Factory filare, che si è imposto come prodotto di riferimento per le protezioni perimetrali per esterno sul mercato italiano. Il modello Velvet DT Factory Lab Line condivide, con il suo corrispettivo via filo, caratteristiche e funzionalità fino ad oggi impensabili per un rilevatore a basso assorbimento, ossia: efficacia di rilevazione equivalente a rilevatori filari e reiezione ai falsi allarmi, flessibilità installativa e competitività, robustezza e design accattivanti. Questi sono solo alcuni esempi di caratteristiche all'apparenza contrapposte ma che trovano in Velvet DT Factory Lab Line il giusto punto di connubio. Ma quali sono le caratteristiche salienti di questo nuovo rilevatore? Vediamole assieme.

Involucro progettato per esterni

Il rilevatore è completamente stagno (IP65) grazie alla presenza di guarnizioni in tutti i profili di chiusura, grazie al doppio involucro plastico e grazie alla guarnizione presente anche nel foro per il passaggio del cavo di collegamento del rilevatore. Anche il materiale plastico con il quale viene costruito il rilevatore è garantito per l’uso in ambienti esterni grazie alla natura della molecola scelta e agli additivi integrati che stabilizzano il materiale stesso rispetto alla presenza dei raggi UV. La presenza di un inserto poroso per evitare fenomeni di condensa e la “tropicalizzazione” della scheda elettronica, inoltre, evitano qualsiasi possibilità di ossidazione dei componenti montati sulla scheda stessa.

Staffa con alloggio per trasmettitore via radio 

Il sensore Velvet DT Factory Lab Line è dotato di un BOX completamente stagno (IP 65, grazie alla presenza di opportune guarnizioni nei profili di chiusura) che permette l’alloggiamento sia del pacco batterie per l’alimentazione, sia del trasmettitore via radio da integrare con il rilevatore stesso. Il cablaggio tra trasmettitore e scheda elettronica del sensore, poi, avviene tramite il passaggio del cavo attraverso un passa-cavo in gomma che garantisce la tenuta stagna del contenitore plastico.

Alimentazione dedicata

Il sensore Velvet DT Factory Lab Line è dotato di un'alimentazione dedicata con l’utilizzo di batterie da 3,6 V che possono essere alloggiate all’interno della staffa con alloggio e che sono utilizzate come unico alimentatore del sistema sensore-trasmettitore.

Compensazione dinamica della temperatura

Com'è noto, la sezione infrarosso del rilevatore a doppia tecnologia è “sensibile” a variazioni di temperatura che il sensore stesso intercetta. Per rilevare un intruso in uno spazio, infatti, il rilevatore deve percepire la differenza di temperatura tra quella del corpo umano e quella dell’ambiente in cui esso si trova. Il sensore Velvet DT Factory Lab Line, grazie alla presenza di una NTC (sonda di temperatura), riesce ad “amplificare” la rilevazione quando l’ambiente è vicino ai 37°C del corpo umano, ed ad “ammortizzarla” (evitando fenomeni di falsi allarmi) quando l’ambiente è molto lontano dai 37° C (ad esempio gli ambienti freddi nei mesi invernali).

Flessibilità installativa

Il sensore Velvet DT Factory Lab Line, così come il suo omologo filare, viene venduto corredato da differenti staffe di ancoraggio, tutte presenti all’interno del package di vendita. Tali staffe permettono sia il tradizionale montaggio a parete, sia ancoraggi che consentono di montare il rilevatore maggiormente staccato dal muro lasciando gradi di libertà per la rotazione del rilevatore vicini ad un quarto di sfera. Oltre alle staffe, il rilevatore è dotato dell’accessorio Pro -Masck (che si presenta come un guscio di protezione), che protegge il rilevatore in presenza di forti piogge.

Work in progress

Nell’offerta di rilevatori doppia tecnologia Lab Line proposti da EEA, saranno poi introdotti nel corso del 2015 anche il Myni DT Cut Lab Line, rilevatore doppia tecnologia pensato e progettato per la protezione di varchi (finestre, portoni, porte finestre), ed il Polaris SI Lab Line, sensore doppia tecnologia per installazioni a soffitto.
Come tutti i sensori della gamma EEA, anche i rilevatori della linea Velvet DT sono interamente progettati e costruiti all’interno degli stabilimenti della EEA s.r.l.


www.eea-security.com

 


Tag:   EEA,   sicurezza,   sensore,   radio,  

pagina precedente