Applicazioni e soluzioni

Application Case

Perimetrale sicuro a costi ridotti con le termocamere

26/11/2014

Stato di fatto ed esigenze del committente

Per uno degli impianti fotovoltaici più importanti della parte occidentale della Spagna, Solarpack, controllare una vasta area su cui sono installate attrezzature di elevato valore non era un compito facile. La soluzione di analisi intelligente realizzata da CCTV CENTER di Valencia, che integra termocamere FLIR e il potente software di analisi Aimetis Symphony™, ha permesso a Solarpack di monitorare efficacemente il suo perimetro di 41 ettari. In questo progetto l’obiettivo era il contenimento dei costi di investimento e manutenzione e al contempo la necessità di rendere più efficace e affidabile il sistema di sicurezza con la notifica automatica di allarmi ed eventi. Un ulteriore requisito essenziale era la rapida ricerca e visualizzazione delle immagini video. Diverse prove effettuate con altri sistemi di sicurezza hanno portato Solarpack alla conclusione che le termocamere costituissero la soluzione migliore e, in particolare, le termocamere FLIR. A quel punto Solarpack si è rivolta a CCTV CENTER, distributore ed integratore ufficiale di FLIR in Spagna.

La tecnologia messa in campo

CCTV CENTER ha proposto una soluzione in cui le termocamere FLIR venivano abbinate al software di analisi video Aimetis Symphony. Aimetis Symphony è un premiato software intelligente di videosorveglianza che offre un’unica, innovativa piattaforma video IP aperta per la gestione e l’analisi video, l’integrazione di sistemi e la gestione degli allarmi. Per l’elevato contrasto delle loro immagini, le termocamere sono particolarmente indicate per l’analisi in applicazioni perimetrali. Le termocamere sono in grado di rilevare bersagli umani ad una distanza fino a 2.000 metri e di produrre immagini chiare e nitide nel buio più profondo, attraverso nebbia leggera e pioggia, in condizioni quindi proibitive per le comuni telecamere TVCC. Le termocamere rappresentano una soluzione ideale per la sorveglianza 24/7, eliminando peraltro i costi per illuminatori IR o per altri sistemi di illuminazione supplementari.

Per la protezione perimetrale di questo impianto fotovoltaico sono state installate 21 termocamere FLIR Serie F con una risoluzione di 320x240 pixel su pali alti 2-3 metri, lungo un recinto di filo metallico. Le termocamere Serie F sono completamente abilitate al controllo e funzionamento tramite reti digitali ed analogiche. La Serie F fornisce immagini ad alto contrasto, ottimizzate per ottenere il massimo dal software di analisi video. Le termocamere operano insieme ad un sistema di rilevamento anti-intrusione, entrambi collegati a una CSA (Stazione Centrale di Allarme). Tutte le termocamere sono integrate con il software Aimetis Symphony in modo che possano essere controllate da un PC server installato remotamente. Nel software Aimetis Symphony viene definita una recinzione virtuale, in modo che quando un intruso ne attraversa la linea virtuale, determinata dall’operatore, viene attivato un allarme. L’allarme viene poi inviato al CSA, dove l’operatore ne riceve il segnale.

L'operatore si collega con il client di Aimetis Symphony e controlla il relativo flusso video per verificare se si tratta di un falso allarme o di una minaccia reale. Il sistema è in grado di distinguere gli animali dagli umani. Quando il sistema individua il bersaglio come essere umano, ne avvia il tracciamento. Il software attiva un allarme solo se il bersaglio attraversa la linea virtuale configurata dall’operatore. Quando il sistema identifica un bersaglio come animale od oggetto sconosciuto, non attiva alcun allarme, anche quando un animale attraversa la barriera virtuale. L'elevata qualità delle termocamere e l'affidabilità delle analisi rende possibile questa distinzione, con una conseguente diminuzione drastica del numero di falsi allarmi.

Benefici del breve e medio periodo

Prima dell’installazione del nuovo sistema, occorrevano da 10 a 15 guardie per garantire la sicurezza dell’impianto. Al momento, non ci sono più guardie in pattuglia o a controllo dell’accesso all’impianto fotovoltaico. Ora, tutto può essere gestito da una workstation remota da uno o due operatori. "Il nuovo impianto ci procura un significativo risparmio ed è molto più efficace che avere una squadra di guardie che osservano le telecamere diurne incapaci di produrre immagini di notte o in condizioni meteorologiche avverse. Inoltre, l'uso della tecnologia di imaging termico ci evita i costi di implementazione e manutenzione di un sistema di illuminazione. Infine, è ridotto anche il consumo di energia elettrica ed anche i costi di manutenzione sono ridotti", conclude Pablo Campos di CCTV CENTER, responsabile di questo progetto.

 

www.flir.com 

 


Tag:   Flir,   sicurezza,   termocamere,   tvcc,   videosorveglianza,  

pagina precedente