Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Alimentazione no problem per telecamere a 12V in corrente continua

20/08/2014

Il collegamento è troppo lungo, oppure avete usato cavi di sezione ridotta e ora non c'è più tensione sufficiente sulla telecamera? Alla telecamera arrivano solo 10 Volt?

  • Volete realizzare una linea di alimentazione in bassa tensione, magari in alternata con soli 12V o anche 24V?
  • Disponete di un alimentatore per sistemi di allarme a 13,7 V e sapete che non è adatto all'alimentazione delle telecamere con led infrarossi?
  • Volete alimentare le telecamere sotto batteria con 13,7 V o 27,4 V in corrente continua?
  • A monitor compaiono strane fasce grigie che rollano lentamente? Avete mai sentito parlare di Loop di Massa?

Wolf presenta Vantage, il riduttore di tensione che risolve tutti i problemi.

Riduttore di tensione, azzeratore di problemi

Ecco tre casi emblematici delle problematiche di alimentazione delle telecamere analogiche:


1) Lunghe tratte di collegamento con cavi già posati e di sezione inadeguata. Alla telecamera arriva una tensione soggetta a caduta di alcuni Volt rispetto alla tensione di partenza. La soluzione deve partire dal presupposto di elevare la tensione di partenza, ma il diverso assorbimento delle telecamere all’accensione notturna degli illuminatori, porta ad una sensibile variazione della caduta di tensione e diventa quindi impossibile stabilizzare la tensione di partenza in modo da dare a tutte le telecamere la corretta alimentazione. La soluzione di Wolf Safety: stabilizzare in loco, sulla telecamera, partendo da una tensione iniziale di 24V o addirittura 27V impiegando gli stessi alimentatori dei sistemi antincendio. Questa soluzione si presta anche all’impiego con batterie in tampone, sfruttando l’intero range di tensione da 27,6 V della batteria carica, fino ai 20V di batteria completamente scarica recuperando la massima autonomia. Prerogativa del circuito di stabilizzazione deve essere un elevato rendimento (> 80%), in modo da ridurre l’assorbimento in ingresso rispetto alla corrente di uscita, abbassando così la caduta lungo i cavi e aumentando l’autonomia della eventuale batteria. Il circuito deve anche avere dimensioni contenute per facilitarne l’alloggiamento a ridosso della telecamera. Il prodotto prescelto è stata l’unità di alimentazione W-UA-2740 con 2 batterie da 7,2 Ah come alimentazione centralizzata e, come stabilizzatore, la nuovissima Vantage o anche la piccola scheda W-AC-4012.

2) L’installatore ha già predisposto un alimentatore centralizzato con batteria in tampone del tipo usato per sistemi di allarme a 13,7V. Di fatto questa è la corretta tensione di carica della batteria, ma è inadatta alle telecamere ad infrarossi, che richiedono 12V per non usurare gli illuminatori. Inoltre l’ultima telecamera, la più lontana, nella condizione peggiore con gli illuminatori accesi, è alimentata con una tensione di 11V, insufficiente a garantirne il funzionamento. La risposta di Wolf Safety: assumendo che per problemi installativi non si voglia cambiare l’alimentatore (ed escludendo quindi la soluzione del caso precedente), la risposta si chiama Vantage, il nuovo stabilizzatore universale in grado di ridurre - ma anche di elevare - la tensione in ingresso, fornendo sempre in uscita il 12Volt stabilizzato. Questa prerogativa risolve anche la stabilizzazione da 13,7V a 12, operazione complessa a causa del margine di regolazione così basso (1,7 V) e anche variabile, appena la tensione di rete viene a mancare lasciando la sola batteria.

3) Fasce grigie che rollano lentamente sul monitor. Impianto semplice, con 4 telecamere e alimentatore centralizzato a 24V in corrente alternata con raddrizzatore e stabilizzatore localizzato in prossimità della telecamera stessa, nella scatoletta stagna delle connessioni: collegando tutte e 4 le telecamere sul monitor, si presenta una banda grigia, molto lieve ma visibile perché in lenta rotazione. L’effetto è comune a tutte le telecamere, ma se si lascia alimentata una sola telecamera, la zona grigia sparisce per ricomparire appena si collega al VCR, o anche all’alimentazione, la seconda telecamera. Dopo vari test, si scopre che inserendo un isolatore video sulla linea di segnale di una telecamera, lì si vede scomparire la banda grigia. Siamo in presenza di Ground-Loop, problema molto diffuso e a volte confuso con problemi di qualità della connessione video o “disturbi” non meglio definiti. La risposta di Wolf Safety: ancora una volta è lo stabilizzatore universale Vantage: voltage adapter anti ground loop, un piccolo circuito di 6x5 cm in contenitore plastico isolato. Questa nuovissima proposta di Wolf Safety permette di stabilizzare 12V in uscita fino a 1A, con ingresso da 11V a 30V (l'ingresso è minore dell’uscita!) in corrente continua e da 12 a 24 in corrente alternata con funzione Anti Ground Loop. Una soluzione che si integra perfettamente nelle già consolidate proposte di alimentazione per TVCC, parte qualificante come tutta la produzione di alimentatori di Wolf Safety.

www.wolfsafety.it

 


Tag:   ELP,   Wolf safety,   sicurezza,   telecamere,   tvcc,  

pagina precedente