Applicazioni e soluzioni

Innovation Case

Soluzione per un'integrazione tra centrale e videosorveglianza in un solo cavo

23/07/2014

INNOVARE: COSA? L’idea

 La soluzione proposta nasce con l'obiettivo di semplificare e rendere più flessibile e affidabile lo scambio di informazioni tra centrale antintrusione e videosorveglianza. Lo scambio di informazioni tra videoregistratore e centrale di allarme ha infatti sempre previsto un uso imponente di cavi, oltre all'aggiunta di schede IN/OUT alla centrale di allarme (quando possibile) nei limiti dei canali I/O del videoregistratore e con costi importanti. La soluzione proposta da Videotrend nasce per ovviare a queste problematiche.

INNOVARE: COME? La soluzione

Grazie all'integrazione diretta tra centrali Technolife e DVR/NVR Dahua, l'integrazione si semplifica in un solo cavo, una seriale RS485 tra i due apparati dove i due sistemi possono scambiarsi centinaia di informazioni. Il cablaggio è notevolmente ridotto, i costi si riducono ed aumenta le potenzialità di integrazione. Inoltre, grazie ai nuovi sistemi di analisi video Dahua, gli eventi generati dall'analisi video possono diventare ingressi del sistema di allarme per lavorare in abbinamento alla sensoristica del sistema antintrusione, aumentando così il livello di sicurezza e di affidabilità dell'impianto.

Unità e Componenti

Modulo Expander TL-TVEX

La macchina connette bidirezionalmente gli NVR\DVR Dahua (equipaggiati con “Special Fw Videotrend”, interfaccia seriale o TCP\IP) con le centrali d’allarme TechnoLan (interfaccia RS485), fornendo le seguenti funzionalità:

1. TechnoLan -> NVR\DVR: l’expander monitora lo stato degli ingressi d’allarme della centrale e, in caso di allarme sulla centrale, può comandare al VideoRecorder di compiere una o più delle seguenti azioni:

  • Registrare uno o più canali (fino a 32 canali contemporaneamente)
  • Mandare in pop-up una o più camere (da 1 a 32 canali contemporaneamente)
  • Scatenare uno o più allarmi locali (fino a 16 allarmi contemporaneamente)
 

2. NVR\DVR -> TechnoLan: viceversa l’expander può ricevere dal VideoRecorder lo stato di alcuni eventi e, in base ad essi, simulare verso la centrale la presenza di uno o più allarmi. Gli eventi principali che l’expander può ricevere dal VideoRecorder sono:

  • a) Video Motion (presenza di movimento in una o più telecamere)
  • b) Video Loss (perdita del segnale video da una o più telecamere)
  • c) Video Blind (oscuramento di una o più telecamere)
  • d) Alarm Local (allarme locale del VideoRecorder)
  • Altri eventi minori legati allo stato del VideoRecorder (hard disk pieno, connessione persa, conflitto di indirizzo IP, etc..)
 

Queste azioni sono completamente configurabili tramite una matrice di configurazione che permette il massimo grado di flessibilità (lo stesso allarme può essere legato a più eventi o a più telecamere oppure viceversa, la stessa telecamera può scatenare più allarmi contemporaneamente).

Centrale TechnoLan

Le Centrali TechnoLan di Technolife soddisfano, a seconda del modello, tutte le necessità di protezione antintrusione per tipologie di installazione civili, terziarie e industriali. Ogni centrale di base è composta da un'unità dotata di microprocessore in grado di controllare da 0 a 248 ingressi cablati, da 2 a 252 uscite, fino a 64 sensori radio, telecomandi e sirene radio bidirezionali. Le zone sono suddivisibili in 8 aree ed ogni area può essere a sua volta inserita su 3 livelli di parzializzazione. La centrale governa due BUS dati RS485, sui quali sono collegabili tastiere LCD remote per inserimenti e disinserimenti, attivatori per chiavi elettroniche di prossimità, espansioni di ingresso, espansioni di uscita, alimentatori supplementari, ricevitori radio e un comunicatore telefonico GSM/PSTN per inviare messaggi vocali, digitali e/o SMS. E' dotata di porta seriale RS232 che, con l’ausilio dello specifico software di programmazione SECURLINK, risulta utile per la programmazione tramite PC della centrale. Tutte le versioni possono essere equipaggiate del modulo TCP/IP e, sempre tramite il software SECURLINK, la programmazione di una centrale può migrare su un’altra e viceversa (particolarmente comodo in caso di upgrade sull’impianto).

Se è installato il plug-in TCP/IP, la programmazione è garantita anche tramite collegamento LAN sia con cavo CROSSOVER che da qualsiasi indirizzo di rete. Il modulo TCP/IP per connessione tramite LAN con centrali serie TL-N, consente gestione, programmazione, invio email e controllo tramite Pc, tablet o smartphone con supporto Java, montaggio ad innesto direttamente su mainboard centrale.

Analisi Video

Il mercato richiede prodotti sempre più precisi nell’analisi degli eventi: un'integrazione importante, a supporto di un buon sistema di sorveglianza, consiste quindi nella dotazione di un sistema per analisi video. La tecnologia dell'analisi video supporta il personale addetto alla sicurezza attraverso un sistema completo ed efficiente di rilevazione dei segnali. L'elaborazione digitale delle immagini di ultima generazione permette di mantenere sempre sotto controllo ogni scena sottoposta ad analisi video, elevando il livello di sicurezza. Tutti gli eventi vengono visualizzati immediatamente, mentre i dati possono essere registrati per riproduzioni successive. In quanto soluzione completa, il sistema di analisi video acquisisce tutti i dettagli delle scene registrate, offrendo la possibilità di trovare qualsiasi evento, anche quelli meno rilevanti che non hanno innescato allarmi.

Funzioni di rilevazione del sistema analisi video

  • Attraversamento Linee - attiva l'allarme al superamento dei limiti, anche virtuali, di un'area sensibile
  • Movimenti Sospetti - attiva l'allarme quando un soggetto rimane per un tempo troppo prolungato nell'area di parcheggio visualizzata.
  • Oggetti Abbandonati – segnala il parcheggio di una nuova auto e il riconoscimento di oggetti abbandonati
  • Oggetti Rimossi – segnala se un oggetto scompare dalla sua posizione abituale e si attiva l'allarme
  • Tracking Traiettorie - individua quali veicoli hanno seguito un percorso specifico
  • Supporto Telecamere Tecniche - supporta anche le sorgenti da telecamere a sensore termico (infrarossi distanti).

Impostazioni particolari sulla speed-dome

Sulla speed dome è possibile impostare l’analisi video per una singola scena oppure per più scene (viene eseguito un tour fra le scene impostate). Per ogni scena è possibile impostare fino a 10 diverse regole; è possibile impostare le dimensioni minime e massime dei soggetti. Le dimensioni e le proporzioni sono insite nel software della speed dome e pertanto non è necessario definirle.

Impostazioni particolari sui web-server

Per configurare i web-server è necessario utilizzare il software PSS con modalità IVS. Le regole per ogni canale del web-server devono essere configurate da PSS.

Step 1:

  • Tipo di scena (interno o esterno)
  • Area o aree di interesse
  • Altezze (3) e livello (1) per ogni area

Formare un triangolo con le altezze per un'analisi 3D accurata.

 

Step 2:

  • Impostare la sensibilità di analisi
  • Discriminare la dimensione dei soggetti
 

 Step 3:

  • Disegnare le regole

 

Per i web server analogici è possibile gestire le uscite di allarme presenti sullo stesso. Tramite la gestione degli allarmi del PSS (o DSS) è possibile ricevere le segnalazioni di analisi video e salvare dei fotogrammi dell’evento.

 

www.videotend.net


Tag:   Videotrend,   sicurezza,   tvcc,   videosorveglianza,  

pagina precedente