Applicazioni e soluzioni

Prodotti

La sfida di S3verify di Checkpoint contro la criminalità organizzata

31/03/2014

MILANO – Tramite le sue innovative soluzioni, Checkpoint Systems si propone di migliorare la disponibilità della merce e l'esperienza d'acquisto dei clienti. Presentata ad Euroshop 2014, si segnala fra di esse S3verify, soluzione che sarà disponibile nel corso del 2014. Come è noto, l'impiego di dispositivi antitaccheggio, che devono essere rimossi alle casse, risulta non di rado problematico: i gruppi della Criminalità Organizzata sono talvolta in grado di rimuoverli, utilizzando calamite o distaccatori sottratti ad altri negozi. A conferma di tale fenomeno, i Retailer trovano in genere i dispositivi antitaccheggio sul pavimento dei camerini o all'esterno del punto vendita.

 

La nuova tecnologia S3verify assicura invece ai Retailer che il dispositivo di rimozione acquistato per il proprio punto vendita, sia unico e destinato all'utilizzo esclusivo dei propri dipendenti. Le chiavi S3verify sono programmate con un codice unico, a seconda del punto vendita, trasmesso via wireless al dispositivo antitaccheggio per permetterne l'apertura. Il tentativo di aprire il dispositivo antifurto, utilizzando una calamita tradizionale o un distaccatore rubato, farà scattare l'allarme e indicherà al personale del negozio che è in corso un tentativo di manomissione. Allo stato attuale uno dei principali Retailer di abbigliamento europei sta testando S3verify con ottimi risultati.

 

www.checkpoint.com

 


Tag:   Checkpoint,   sicurezza,   RFID,  

pagina precedente