Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Rivelazione incendi anticipata ad aspirazione per ambienti critici

20/11/2013

In un mondo ormai dominato dall'IT, la business continuity è una priorità per qualsiasi realtà operativa. Un'interruzione del flusso di dati – che sia originata da fatti dolosi o da eventi infausti come un incendio - può generare perdite molto significative e danni all'immagine di non minore importanza. Nel caso dell'incendio, il bene più prezioso è il tempo: occorre infatti tempo per gestire la migrazione dei dati, per spegnere gli hardware più a rischio e per preservare almeno le piattaforme più critiche per l'attività aziendale. Un sistema capace di allertare precocemente dell'innesco di un incendio offre questo tempo, essenziale per salvaguardare il vero cuore di ciascun business ormai: le informazioni.


Falsi allarmi in ambienti critici

 

Ma rilevare precocemente un incendio non basta: soprattutto nelle aree più a rischio come gli impianti produttivi dove è necessario intervenire tempestivamente, ma anche nelle aree più soggette a falso allarme e malfunzionamenti, ad esempio zone con un alto tasso di polvere e sporcizia, è altrettanto importante disporre di sistemi altamente affidabili e pressoché immuni da allarmi impropri. Parliamo di stabilimenti chimici e farmaceutici, camere bianche di micronizzazione, mulini (per la presenza di farine), cementifici, l'intera industria alimentare, l'industria di produzione e lavorazione del legno, l'industria di produzione vernici e affini, le cabine e le aree di verniciatura, le industrie per le lavorazioni meccaniche, etc.

 

La rilevazione dei fumi in questi ambienti è resa assai poco affidabile dalla presenza di sporco e di particolato fine. Se la rivelazione fumo puntiforme risulta fortemente disturbata da questi fattori, la rivelazione fumi ad aspirazione, prevedendo sistemi di filtraggio sia interni che esterni, offre invece discreti risultati per quanto riguarda la presenza di polveri e umidità in ambiente, ma presenta due limiti. Il primo è che il solo sistema di filtraggio attraverso membrane non riesce a bloccare a lungo gli elementi esterni di disturbo; il secondo è che nelle applicazioni con polvere talmente fine da poter essere assimilata al particolato carbonioso, il rivelatore fumo ad aspirazione tende a riconoscerla come fumo.


L'unica opzione è a questo punto la rivelazione termica, che tuttavia non permette di intervenire rapidamente in caso di incendio.


Rivelazione incendi anticipata ad aspirazione


Notifier, società del gruppo Honeywell che si annovera tra i maggiori produttori di sistemi di rivelazione incendio, ha sviluppato un sistema che risponde a tutte queste esigenze applicative.
Si chiama FAAST ed è il nuovo sistema di rivelazione incendi anticipata ad aspirazione ad elevata immunità ai falsi allarmi, ideale per installazioni in ambienti critici, dove la rivelazioni fumi puntiforme è poco affidabile e la rivelazione termica comporta un intervento eccessivamente ritardato.

 

Membrane di filtraggio + aspirazione delle ventole

 

Il nuovo rivelatore FAAST8100, unico nel suo genere, ha un sistema di filtraggio che combina la presenza di membrane ad un'azione meccanica, utilizzando la forza di aspirazione delle ventole.
In tal modo, il campione d'aria indirizzato alla camera di analisi viene "depurato" da elementi in sospensione (corpi solidi, pulviscolo, umidità), mentre permette all'eventuale fumo di continuare il suo percorso verso la camera di analisi. Tale camera, unica in queste applicazioni, utilizza due diverse sorgenti laser, una di colore rosso e una di colore blu (gli altri costruttori utilizzano una sola sorgente di colore rosso).

 

In questo modo è in grado di identificare univocamente se le particelle transitanti sono di fumo o di altri elementi comunque presenti nell'ambiente: in quest'ultimo caso, FAAST non darà alcuna segnalazione di allarme.

Il principio della doppia sorgente laser di FAAST8100 è talmente efficace che il rivelatore disponde di due display a barre: uno, analogamente agli altri ASD, che ci informa circa il livello di fumo rilevato e misurato, e l'altro, dedicato solo e unicamente alla presenza di pulviscolo. Questa caratteristicha, unica nel suo genere, fornisce ulteriori indicazioni circa il livello di pulizia dell'ambiente protetto dal FAAST8100.

FAAST incorpora dunque delle funzioni ed un principio di rivelazione altamente innovativi e destinati a rivoluzionare il mercato della rivelazione incendi anticipata.

 

www.notifier.it

 

 

 

 


Tag:   Notifier,   sicurezza,   antincendio,  

pagina precedente