Applicazioni e soluzioni

Prodotti

Ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII: Sony e Connexxa insieme per un innovativo sistema di videosorveglianza

02/01/2014

BERGAMO - Con i suoi 320.000 mq complessivi è il più grande tra gli ospedali lombardi. Stiamo parlando del Papa Giovanni XXIII di Bergamo, un’azienda ospedaliera pubblica ad alta specializzazione e rilievo nazionale, che include tutte le specialità cliniche. La nuova struttura, attiva dal 15 dicembre 2012, dispone di oltre 1.000 posti letto e ogni giorno è meta di circa 11.000 persone, tra operatori sanitari, pazienti ambulatoriali, visitatori, fornitori.

 

Era dunque comprensibilmente forte l'esigenza di garantire la massima sicurezza, intesa sia in termini di tutela delle persone e degli spazi nelle ore diurne, sia di monitoraggio di ambulatori e uffici nelle ore notturne. Doveva essere individuata una soluzione di videosorveglianza in grado di visualizzare le immagini riprese dalle telecamere in tempo reale, da qualsiasi luogo, e di assicurare la continuità del servizio senza perdita delle immagini. Era importante inoltre ottimizzare gli investimenti già effettuati, all'insegna della flessibilità e possibilità di espansione.

 

Un sodalizio vincente

L’Azienda Ospedaliera Ospedale Papa Giovanni XXIII ha indetto una gara pubblica riguardante l’impianto di videosorveglianza, così da poter ottenere affidabilità e innovazione. La gara è stata vinta da Connexxa con la propria soluzione di videosorveglianza eSurv, in grado di monitorare l’intera struttura. Sono stati installati oltre 100 encoder di Sony per operare la migrazione verso IP di tutto il sistema di videosorveglianza analogico precedentemente installato. La collaborazione dei due partner Sony e Connexxa si è dimostrata vincente e ha portato a individuare la soluzione ottimale per le esigenze del cliente. Il software eSurv, interamente sviluppato da Connexxa, è una soluzione di videosorveglianza intelligente e innovativa: accessibile da qualunque tipologia di PC, Mac e dispositivo mobile (tablet e smartphone) tramite un browser web, permette l’accesso da remoto, consentendo a più utenti autorizzati di visualizzare le immagini live e registrate, in qualsiasi momento e da qualsiasi postazione.

 

Grazie ai suoi Smart Plug-in, potenti e precisi algoritmi di analisi video, eSurv è in grado, inoltre, di analizzare le immagini in maniera intelligente e autonoma, per rilevare azioni ed eventi potenzialmente pericolosi. Utilizzabile in ambienti cloud o con server fisici e virtualizzati, eSurv è modulare e scalabile. Gli encoder Sony scelti fanno parte della serie SNT-EP e consentono anche a chi utilizza un sistema analogico di ottenere le immagini di qualità superiore normalmente associate alla tecnologia IP. Le esclusive tecnologie di Sony, VE (Visibility Enhancer) e XDNR (Execellent Dynamic Noise Reduction) ottimizzano la qualità visiva dei segnali originali permettendo contemporaneamente la conversione dei segnali video analogici in un flusso digitale utilizzabile su reti IP. Questa possibilità favorisce l'integrazione tra i sistemi e consente di semplificare e ridurre i costi del passaggio al digitale.

 

L'accesso alla tecnologia IP è ulteriormente agevolato dall'ampia scelta di modelli a 1 e 4 canali e di stazioni in rack 1U e 3U che accettano configurazioni blade a 4 canali, oltre che dal fatto che tutti gli encoder supportano il doppio streaming dei formati video H.264/JPEG, H.264/MPEG-4 o MPEG-4/JPEG alla massima risoluzione. Tutti i prodotti di Sony, come anche il software eSurv di Connexxa, sono conformi all’ONVIF (Open Network Video Interface Forum) che definisce un protocollo comune per lo scambio di informazioni tra i dispositivi video di rete e che comprende il riconoscimento automatico dei dispositivi e lo streaming di video.

 

Per un approfondimento: www.pro.sony.eu

 


Tag:   Sony,   sicurezza,   videosorveglianza,   tvcc,   Connexxa,  

pagina precedente