Applicazioni e soluzioni

Prodotti

Sicurezza all'Aeroporto di Napoli Capodichino: GESAC sceglie i varchi BoardSec di Gunnebo

02/08/2013

VIMODRONE (MI) - Quasi 6 milioni di persone utilizzano ogni anno l’Aeroporto internazionale di Napoli Capodichino, scalo partenopeo amministrato da GESAC (gruppo F2i Aeroporti), società di gestione aeroportuale nota per l’eccellente livello qualitativo dei suoi servizi e per la sua costante propensione al miglioramento, con particolare riguardo alla sicurezza delle persone e alla salvaguardia dell’ambiente. Recentemente la società ha integrato i sistemi di sicurezza dell’aeroporto: nell’ambito della ristrutturazione sono stati installati tre nuovi varchi BoardSec, al fine di automatizzare gli accessi all'area dei controlli Security dei passeggeri in partenza muniti di carta d'imbarco. Il software di controllo è stato realizzato dalla Software Design S.p.A. I BoardSec sono prodotti da Gunnebo, multinazionale specialista in soluzioni di sicurezza per tutti i settori, che in questo specifico ambito contribuisce a migliorare l'esperienza di viaggio degli utenti. Da segnalare che siamo dinanzi alla prima installazione in Italia di questi varchi rivoluzionari, studiati per garantire la massima sicurezza, non disgiunta però dalla scorrevolezza delle procedure d’imbarco.

 

Una procedura automatizzata


Con i punti d’imbarco automatizzati BoardSec, l’intero processo di imbarco viene automatizzato. La procedura corrisponde agli standard in uso presso le compagnie AEA (Association of European Airlines) e si può eseguire con facilità. La totale compatibilità con i sistemi aeroportuali di uso comune (CUTE, o Common User Terminal Equipment) consente un processo fluido di conferma dell’imbarco e di raccolta e controllo dei dati dei passeggeri. Per quanto riguarda i tre varchi installati a Napoli, questi permetteranno un rapido transito dei passeggeri con o senza bagaglio a mano. Le linee eleganti e compatte dei BoardSec consentono un ideale accostamento ai tradizionali banchi d’imbarco, che potranno essere utilizzati per i passeggeri che richiedono assistenza, come le persone disabili o le famiglie con bambini. L’interfaccia ergonomica e intuitiva permette anche ai viaggiatori meno esperti di comprendere quali sono le operazioni richieste, e l’uso di simboli non verbali universalmente riconosciuti aiuta a superare eventuali barriere linguistiche.

 

BoardSec è disponibile con varco largo 600 o 900 mm, mentre le robuste ante in cristallo, a seconda del livello di sicurezza richiesto, possono misurare dai 900 ai 1800 mm in altezza. Anche le ante più alte, praticamente invalicabili ma trasparenti, permettono una buona visione dell’andamento del processo d’imbarco. BoardSec consente normalmente il passaggio di una sola persona prima di richiudersi, ma questa opzione può essere disattivata nel caso di impiego del varco per l’accesso dei passeggeri al terminal dopo lo sbarco dall’aereo, o per l’uso in uscita dalle lounge degli aeroporti. Il varco può inoltre essere dotato di lettore di passaporti o altri documenti, o collegato a lettori di dati biometrici per una sicurezza al massimo livello. L’automazione della procedura non implica alcuna riduzione del personale, piuttosto agevola la valorizzazione dei ruoli. I compiti che BoardSec assolve, anche se importanti e complessi, sono infatti ripetitivi, e il pregio dei varchi è la rapidità con cui eseguono mansioni che al personale richiederebbero tempo. L’intervento del personale rimane insostituibile in alcuni casi: con passeggeri con esigenze particolari, documenti con irregolarità giustificabili, per fare alcuni esempi.

Per un approfondimento: siteprotection.it@gunnebo.com, www.gunnebo.it


Tag:   Gunnebo,   sicurezza,   Capodichino,  

pagina precedente