Applicazioni e soluzioni

Application Case

Videosorveglianza nel fotovoltaico: protegge l’investimento e previene i furti

13/03/2013

Stato di fatto ed esigenze del Committente

Un piccolo Comune sardo abbarbicato su un’appendice del massiccio del Gennargentu, ancora dedito alla vita in campagna, al governo del bestiame e alle attività in foresta, punta sulle fonti rinnovabili di energia. Cogliendo la sfida lanciata dall’Unione Europea di ridurre le emissioni di gas e la dipendenza economica dai paesi produttori di petrolio, il piccolo Comune in provincia di Nuoro ha infatti installato un impianto fotovoltaico, della potenza pari a 19,44 KWp e con producibilità annua di circa 26.244,00 KWh, formato da 81 moduli policristallini e da 2 inverter monofase della potenza di 10,0 KWp, per sfruttare l’energia solare della seconda isola più estesa del mar Mediterraneo. Dato l’elevato contenuto tecnologico e il valore economico dell’impianto fotovoltaico installato, il Comune aveva l’esigenza di proteggere l’investimento e di prevenire manomissioni o furti dei pannelli solari, attraverso l'installazione di un sistema di videosorveglianza. Occorreva però una soluzione preventiva che prendesse in considerazione tutte le criticità ambientali, come l’elevato grado di umidità, l'elevata escursione termia giorno/notte, la scarsa illuminazione ambientale e un perimetro non lineare.

La tecnologia messa in campo

Il progetto di videosorveglianza a protezione dei pannelli solari, preziosi strumenti per l’energia rinnovabile, è stato quindi ideato tenendo conto delle condizioni climatiche, della conformazione del terreno e delle esigenze di sicurezza del cliente. La scelta è ricaduta su D-Link.
Il sistema di videosorveglianza D-Link installato è composto da un sistema perimetrale interrato, un sistema aereo e un CED; adotta 15 telecamere digitali con risoluzione 3 Megapixel di ultima generazione, 15 custodie da esterno certificate IP44 con ventola di raffreddamento e riscaldamento, 2 videoregistratori di rete per visualizzare, salvare e organizzare sullo schermo i contenuti video ripresi e un software di gestione centralizzato, con la possibilità di fare video analisi.

Il sistema perimetrale è interrato, a ridosso della recinzione esterna e sfrutta i pali dell’illuminazione per l’installazione delle videocamere. L’interramento dei cavi sotto il livello del suolo è assolutamente insabotabile e non altera l’aspetto dell’ambiente sorvegliato. Le 12 videocamere perimetrali D-Link DCS-3716 sono in grado di acquisire video nitidi sia in condizioni di scarsa illuminazione che in caso di eccessiva luce; sono in grado di inquadrare soggetti in controluce e neutralizzare l'illuminazione imperfetta generando un'immagine realistica, sia di giorno che di notte. Installate sui pali della luce preesistenti e collegate con linea interrata al CED, queste telecamere sono gestibili da remoto tramite un software di Video Management D-View Cam.

 

Sistema aereo. Le restanti 3 videocamere D-Link DCS-3716 sono state installate in prossimità dei pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto della struttura comunale e connesse tramite cavi aerei alla rete interrata e quindi al CED. Situate in un’area non presidiata, le videocamere sono monitorate da remoto direttamente tramite il software D-View Cam, che avvisa il responsabile sicurezza in caso di eventuali interruzioni di trasmissione dati o manomissione delle stesse.

All’interno della cabina elettrica è stato allestito il CEDper il controllo dell’intero sistema di videosorveglianza. Lì sono stati installati quattro switch Layer2 D-Link DGS-1210-10P, con SmartConsole per la gestione congiunta di più switch, e due videoregistratori di rete D-Link DNR-326 a 2 scomparti. Gli Switch connessi alla rete perimetrale, e quindi alle telecamere, sono in grado di garantire la diagnostica dei cavi, definire la priorità di traffico tra i dati e alimentare le videocamere con la funzionalità PoE, fornendo fino a 30W ciascuno. Nel rispetto del progetto Nuorese ecosostenibile e all’insegna della filosofia D-Link Green, gli switch D-Link DGS-1210-10P sono Green Ethernet di seconda generazione e permettono di ridurre fino al 73% il consumo energetico senza perdere in prestazioni, grazie alla rilevazione dello stato dei collegamenti e della lunghezza dei cavi.

Il monitoraggio remoto sicuro e di alta qualità è garantito dal software D-Link D-View Cam/NVR e dai due videoregistratori di rete (NVR) D-Link DNR-326, una soluzione completa di visualizzazione, storage e gestione dell’intero sistema, 24 ore su 24. Dotati di funzione Smart Search, gli NVR D-Link aiutano gli operatori nella video analisi: selezionando un’area di destinazione sul video e impostando la sensibilità di ricerca, la funzione Smart Search analizza l’intero database sulla base di specifici criteri di ricerca e individua tutti gli eventi significativi. Con i DNS-326 è possibile visualizzare fino a 128 canali, simultaneamente, singolarmente o organizzati in gruppi, impostare allarmi su evento, inviare e-mail con indicazione esatta della zona allarmata, constatare la presenza della rete elettrica e relativo ripristino, verificare se i dati creati dal sistema sono stati manomessi e impostare il backup dei dati.

www.dlink.it  

 


Tag:   D-Link,   fotovoltaico,   videosorveglianza,   tvcc,   sicurezza,  

pagina precedente