Applicazioni e soluzioni

Application Case

Videosorveglianza IP HD per un importante complesso scolastico paritario

03/04/2013

Esigenze del committente

Sin dal 1829 la Congregazione religiosa delle Figlie di N.S. dell’Orto (Gianelline), fondata dal Santo Antonio M. Gianelli, cominciò ad operare a Chiavari per la rieducazione delle fanciulle meno abbienti. La Congregazione religiosa delle Figlie di N.S. dell’Orto e le rispettive attività educative, oltre che l’importante opera missionaria, si è estesa negli anni ben oltre la Liguria. Oggi l’offerta educativa dell’Istituto A.Gianelli di Chiavari è ad ampissimo spettro e comprende: asilo nido, scuola d’infanzia (materna), scuola primaria (elementare), scuola secondaria di I (media) e di II grado (superiore) ed un’ulteriore struttura, rivolta ai minori, all’interno della quale vengono perseguite forme di socializzazione e percorsi di crescita, solidarietà e promozione della cultura giovanile (Ca’Gianelli). L’esigenza di mettere in sicurezza il vasto complesso scolastico è nata, purtroppo, da un fatto di cronaca, ossia da un episodio di aggressione ai danni di un’insegnante avvenuto proprio all’interno della struttura. I genitori degli alunni hanno esercitato forti pressioni perché venisse implementato un sistema di videosorveglianza che desse maggior sicurezza al personale docente e, naturalmente, ai giovani ospiti della struttura.

La tecnologia messa in campo

La scelta è ricaduta su un sistema di Videosorveglianza messo in campo è rappresentato da 4 telecamere Arecont da 8 megapixel e da 3 telecamere Arecont da 20 megapixel. Tutto l’impianto è stato cablato da cavo di rete: non vi sono apparati radio. La centrale di controllo sarà installata nell’apposito ufficio del direttore, dal quale sarà possibile controllare in tempo reale l’intera struttura. Il sistema di sicurezza all’interno del complesso è basato sulla tecnologia di sensori volumetrici a telecamera incorporata, che permette di disporre in tempo reale sia di materiale video, sia di audio in caso di allarme. Completa la soluzione il collegamento alla stazione di Chiavari dell’Arma dei Carabinieri. Alcune telecamere punteranno anche sul muraglione che separa il giardino della scuola e il parco Villa Rocca, per evitare intrusioni, come pure sui passaggi scolastici (non anche le aule). Un accorgimento particolare è stata la ripresa di un’area interna circoscritta ad un passaggio ben preciso, per rispettare le severe regole di riservatezza delle Suore di Clausura.

Il system integrator coinvolto, CMCasasicura di Chiavari, dopo un’accurata disamina dei sistemi e delle tecnologie ad oggi esistenti, rafforzata da un consolidato scambio con gli esperti di Compass Distribution, ha scelto una risposta risolutiva per la protezione delle persone, ma anche dell’attività delle Suore Gianelline e dei beni ed asset contenuti nella struttura. Il rapporto tra distributore di sicurezza ed installatore è risultato essenziale per valutare e proporre la soluzione più adeguata alle esigenze espresse, ma al contempo congrua alla disponibilità finanziaria del committente. La scelta di Arecont è risultata vincente per svariati motivi. L’uso di una telecamera a quattro ottiche ha infatti permesso di coprire aree a 180° utilizzando soltanto un’unità di ripresa, mentre in tutti gli altri casi sarebbe stato necessario installare almeno due o tre telecamere singole, con un evidente aggravio dei costi. Un altro aspetto tecnico, altrettanto rilevante per l’aspetto economico, è che con una sola telecamera Arecont è sufficiente utilizzare una sola licenza Milestone, mentre con qualsiasi altro brand sarebbe stato necessario mettere in campo più licenze – con i relativi costi. Un solo cavo di rete impone infatti l’utilizzo di un’unica licenza, anche se il sistema implementato prevede, di fatto, l’uso - e i correlati vantaggi prestazionali - di “quattro telecamere in una”.

Benefici a breve e lungo termine

I lavori verranno ultimati a marzo 2013. A regime, l’impianto porterà numerosi vantaggi all’intera struttura delle Suore Gianelline e soddisferà la richiesta di sicurezza elevata a gran voce dai genitori degli alunni. Saranno monitorate tutte le entrate e le uscite; le auto saranno soggette ad un sistema di lettura targhe e verranno controllate anche le strutture destinate all’attività motoria (palestre). La sede di Genova centrale controllerà poi in tempo reale l’inizio e la fine delle lezioni, incluse le sempre delicate operazioni di riconsegna dei bambini ai genitori.

www.arecont.it

 


Tag:   Arecont,   videosorveglianza,   tvcc,   IP,   telecamere,  

pagina precedente