Applicazioni e soluzioni

Prodotti

La funzionalità WDR nelle telecamere a 1.3 Megapixel di Hikvision

21/02/2013

VITTORIO VENETO (TV) - La possibilità di ottenere immagini alla risoluzione di 1280x960 pixel, a garanzia della ripresa dei dettagli più remoti di una scena rappresenta una delle prerogative principali della gamma di telecamere a 1.3 Megapixel con WDR presentata da Hikvision. La funzionalità esclusiva Wide Dynamic Range offre infatti una grande nitidezza delle immagini anche in condizioni di elevato back light. La situazione si verifica, ad esempio, quando un fascio di luce intensa proviene dall’esterno. I casi di elevato contrasto luminoso non costituiranno pertanto un problema quando è necessario catturare immagini dettagliate. La gamma di queste avanzate telecamere include la telecamera bullet DS-2CD8264FWD-EI(Z), la telecamera box DS-2CD864FWD-E, la minidome da esterno DS-2CD7264FWD-EIZ e la minidome da interno modello   DS-2CD764FWD-E(I) con sensore Progressive Scan CMOS a 1.3”. Tutte sono in grado di generare video alla massima risoluzione di 1.3mpx a 25 fps. La caratteristica day/night a commutazione meccanica del filtro IR assicura una notevole nitidezza dell’immagine sia a colori, sia in bianco e nero. Le telecamere in versione bullet e minidome integrano un obiettivo Autoiris Varifocal 2.7-9mm.

Nella minidome da esterno DS-2CD7264FWD-EIZ e nella versione bullet DS-2CD8264FWD-EI con opzione “Z”, la presenza dell’ottica motorizzata riduce notevolmente i tempi di installazione. La regolazione della focale dell’obiettivo e la relativa messa a fuoco vengono impostate da remoto (da Client Software), sfruttando la funzionalità One-Touch Focus. I led infrarossi offrono inoltre immagini “illuminate” fino alla portata di 30 m. Varie le peculiarità di questa gamma. La funzionalità di “Edge recording”, la registrazione dello streaming video generato delle telecamere su dispositivo NAS, e la possibilità di configurare tabella oraria e tipologia di registrazione -continua o su evento - rendono queste telecamere del tutto assimilabili a un registratore digitale, unendo le capacità di storage tipiche di un dispositivo NAS. La medesima funzionalità può essere utilizzata anche attraverso l’alloggiamento di una scheda SD interna, della capienza massima di 32GB, per la registrazione dello streaming secondo parametri, tipologie e tabelle orarie configurabili. Sfruttando le elevate prestazioni in rete e la doppia codifica “Dual Stream” con algoritmi di compressione H.264, MPEG4, MJPEG, è possibile una più facile centralizzazione di queste telecamere verso gli NVR Hikvision e verso i software iVMS per pc e smartphones, offrendo quindi all’utente finale una soluzione unica e integrata dei propri siti. Le soluzioni infine supportano i protocolli ONVIF, PSIA e CGI estendendo ulteriormente la compatibilità ad altri sistemi.

Per un approfondimento: Tel. 0438-6902; scrivere a itinfocomm@hikvision.com; www.hikvision.com


Tag:   Hikvision,   telecamere,   tvcc,   videosorveglianza,  

pagina precedente