Applicazioni e soluzioni

Focus Product

SDI: il giusto compromesso Megapixel – BNC

17/12/2012

Sempre più spesso le nuove tecnologie si scontrano con la realtà installativa quotidiana e vale quindi la pena esplorare nuove opportunità per coniugare evoluzione tecnologica e semplicità d’installazione. Negli ultimi anni il ritornello è sempre lo stesso: “il mondo della videosorveglianza si sposterà completamente sull’IP”, “l’analogico andrà a scomparire” e via di questo passo. Abbiamo però visto come alla resa dei conti questo tanto pronosticato sorpasso non sia ancora avvenuto, anzi come i tempi siano ancora poco maturi per un massiccio utilizzo quotidiano delle tecnologie IP.

D’altro canto, un’immagine a 2 megapixel fa gola a chiunque, non solo a chi si deve preoccupare di protezioni particolari come stadi od obbiettivi sensibili: ormai l’esigenza è avvertita enormemente negli esercizi commerciali, nelle industrie e – perché no - anche in un residenziale di un certo tipo; e di solito si sente la mancanza di un’ottima risoluzione in due o massimo quattro punti strategici del sito da proteggere (l’ingresso, l’atrio, il magazzino, il locale con la cassaforte, un accesso esterno particolare, etc.). Fino ad oggi, per avere qualche telecamera megapixel era necessario orientarsi verso un’installazione IP, ma conosciamo bene le problematiche che poi si presentano all’installatore: difficoltà tecniche per accedere alla rete e poi alla programmazione delle apparecchiature, costi per l’infrastruttura tecnologica di supporto, oggettivi problemi tecnici di manutenzione e di aggiornamento, etc.

Inoltre, uno dei peggiori nemici delle installazioni IP è senza dubbio la compatibilità delle apparecchiature: nonostante la piattaforma ONVIF permetta il dialogo fra prodotti di marche diverse, abbiamo potuto tutti purtroppo sperimentare come non sia al momento ancora possibile sfruttare appieno le potenzialità di una telecamera IP, se non dal software o dall’NVR del medesimo brand. Ed il problema si complica quando si devono aggiungere in un secondo tempo altri prodotti, magari ancora diversi.

Tecnologia HD-SDI: alta definizione e cavo coassiale

Con i sistemi di videosorveglianza HD-SDI si ovvia a queste controindicazioni:

  • Telecamere 2 MegaPixel con uscita HD-SDI e (nella maggioranza dei casi) uscita BNC analogica
  • Trasmissione segnale su normale cavo BNC RG59 (quindi possibilità di sostituzione immediata di telecamere analogiche con megapixel senza costi aggiuntivi di installazione)
  • Piena compatibilità fra apparecchiature di costruttori diversi
  • Disponibilità di DVR ibridi per il mix-up tra megapixel HD-SDI e telecamere analogiche tradizionali.

L’offerta HD-SDI di Eurogroup

Nella gamma HD-SDI Eurogroup sono disponibili quattro diverse telecamere, tutte a 2 Megapixel:

  • Box Camera tradizionale, a cui aggiungere un qualunque obbiettivo Megapixel, dotata di uscita HDSDI e uscita analogica BNC (utilissima per la taratura dell’immagine su un monitor di servizio tradizionale)
  • Box Camera compatta con zoom 3X, varifocal da 2,8mm a 9mm, zoom motorizzato utilizzabile anche da remoto tramite RS485 in Pelco P/D, quindi sia da DVR che da una tastiera
  • IR Bullet Camera, Varifocal 3,3-12mm, regolazione esterna, dotata di uscita BNC e HD-SDI, con IR fino a 30 metri.
  • IR Vandal Dome Camera, Varifocal 2,8-12mm, dotata di uscita BNC e HD-SDI, con IR fino a 20 metri. E come DVR due sono le proposte, appositamente pensate per applicazioni installative complementari:
  • Un DVR Ibrido, 2 canali HD 1080P e 8 analogici Full D1: la perfetta soluzione per aggiornare un impianto TVCC esistente! Infatti, senza andare a modificare nulla dell’installazione precedentemente effettuata, si può semplicemente sostituire il DVR esistente, collegare le telecamere analogiche già installate al DVR HD-IBRIDO ed aggiungerci 2 telecamere HDSDI per una migliore immagine delle zone più importanti dell’impianto; oppure sostituire due delle otto telecamere esistenti con modelli HD-SDI, mantenendone sei analogiche…
  • Un DVR completamente HD-SDI, 4 canali 1080P: la soluzione ideale per una nuova installazione, oppure per affiancare fino a 4 telecamere HD-SDI ad un impianto esistente che si desidera mantenere separato.

Ovviamente il grande effetto di una telecamera HD-SDI si amplifica con unmonitordi grandi dimensioni, dotato di ingresso HDMI: dai 40 pollici in su la visione è molto gratificante, ed il cliente finale non potrà che complimentarsi per l’ottimo risultato! Eurogroup ha a listino anche un utilissimoconvertitore HD-SDI/HDMIper permettere di collegare una telecamera HD direttamente al televisore, nel caso si voglia dare una diversa destinazione d’immagine ad un’inquadratura particolare. Il convertitore, poi, è davvero indispensabile all’installatore per potersi recare sul luogo dell’installazione per una semplicissima dimostrazione pratica dell’eccezionale qualità d’immagine: visto che ormai nella maggior parte delle abitazioni è presente almeno un televisore a grande schermo, con questo prodotto, un cavo HDMI ed una delle quattro telecamere disponibili, potrà far visionare la bontà di quanto proposto direttamente sul televisore, invogliando sicuramente il cliente all’acquisto.

www.eurogroup-srl.com

 


Tag:   Eurogroup,   IP,   telecamere,   tvcc,   videosorveglianza,  

pagina precedente