Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Termocamere portatili ultracompatte per la visione notturna

19/12/2012

Spesso i reati si consumano al buio, ma proprio al buio i sistemi tradizionali di videoripresa mostrano le maggiori debolezze, non riuscendo nel loro obiettivo primario, ossia fornire sicurezza. Le nuove termocamere FLIR Serie LS offrono invece la possibilità di vedere nel buio più totale agli esponenti delle forze dell’ordine, alle pattuglie della vigilanza privata e in generale a chiunque abbia necessità di vedere con chiarezza nel buio della notte... senza esser visto a propria volta. Queste termocamere forniscono alle forze dell’ordine e agli addetti alla sicurezza le informazioni necessarie per prendere delle decisioni importanti, per migliorare l’efficacia delle loro missioni, per massimizzare le capacità operative e per implementare la sicurezza. E da oggi, tutti i responsabili delle forze dell’ordine possono essere dotati di una termocamera perché il costo non è più un ostacolo. Con i modelli FLIR Serie LS non è più necessario ricorrere a tecnologie di visione notturna meno efficaci.

Immagini termiche nitide

Le termocamere FLIR Serie LS sono dotate di detector microbolometrici non raffreddati che non richiedono manutenzione. Producono immagini termiche nitide in qualsiasi situazione notturna o diurna. La termo camera FLIR LS64 produce immagini termiche da 640 x 480 pixel. Gli utenti che non necessitano di tale elevata risoluzione possono optare per il modello FLIR LS32, che produce immagini da 320 x 240 pixel. Tutte le termo camere sono dotate di un avanzato software integrato che fornisce un’immagine nitida senza necessità di interventi da parte dell’utente. Il modello FLIR LS32 è dotato di zoom digitale 2x. Il modello FLIR LS64 è dotato di zoom digitale 2x e 4x e di uno zoom elettronico continuo. Il modello FLIR LS64 è dotato di obiettivo da 35 mm. Consente di individuare soggetti umani perfino ad una distanza di 1080 metri. Il modello FLIR LS32 è dotato di obiettivo da 19 mm che consente di individuare soggetti umani ad una distanza di 640 metri 

Portatili e robuste, ideali per missioni di lunga durat 

I modelli della FLIR Serie LS sono dotati di batterie ricaricabili a lunga durata agli ioni di litio.Le termocamere FLIR Serie LS operano tipicamente con un’autonomia di 5-7 ore per ogni ricarica. Con un peso di 340 grammi incluse le batterie, i modelli FLIR Serie LS sono strumenti estremamente compatti e leggeri. Sono ideali per operazioni condotte ovunque e in qualsiasi circostanza. Sono classificati IP67 ed operano con temperature comprese tra -20 °C e +50 °C.

Facili da utilizzare

Ergonomici e facili da usare, i modelli FLIR Serie LS sono controllabili utilizzando solamente i pulsanti posti sopra l’unità e facilmente accessibili. Entrambi i modelli della FLIR Serie LS sono dotati di un laser integrato per individuare i sospetti in piena oscurità in modo rapido e sicuro. L’esclusiva funzione InstAlert colora di rosso le parti più calde dell’area esaminata. Diventa quindi estremamente facile individuare i sospetti nell’immagine termica.

I limiti dell’intensificazione di immagine (I2)

L’intensificazione di immagine, anche chiamata tecnologia I2, amplifica migliaia di volte le piccole quantità di luce visibile, per poter vedere degli oggetti di notte. L’intensificazione di immagine richiede un livello minimo di luce ambientale, ma anche la luce delle stelle può consentire di rilevare un’immagine in una notte tersa. Poiché il sistema richiede un livello minimo di luce ambientale, condizioni quali il cielo coperto ne possono limitare l’efficacia. Allo stesso modo, troppa luce può sovraccaricare il sistema e ridurne l’efficacia. Le termocamere come i modelli FLIR Serie LS offrono significativi vantaggi rispetto all’intensificazione di immagine. Il loro funzionamento si basa sulla rilevazione del calore radiato e non necessita di alcuna luce per produrre un’immagine nitida anche negli ambienti più bui. Le termo camere non sono influenzate dalla quantità di luce, e non vengono saturate se puntate verso una sorgente luminosa.

La termografia a infrarossi

Si chiama termografia ad infrarossi l’utilizzo di camere realizzate con speciali sensori che “vedono” l’energia termica emessa da un oggetto. Gli infrarossi ci consentono di percepire ciò che i nostri occhi non possono vedere. Le termocamere traducono in immagini la radiazione invisibile dell’infrarosso: il calore. Sfruttando le differenze di temperatura tra gli oggetti, la termografia genera immagini nitide. La termografia produce valide immagini a prescindere dai livelli d’illuminazione e dalle condizioni meteorologiche. È in grado di vedere nella più completa oscurità, attraverso la nebbia, a grande distanza, attraverso il fumo. Viene impiegata nei settori sicurezza e sorveglianza, marittimo, automotive, antincendio e in moltissime altre applicazioni.

www.flir.com/it/


Tag:   Flir,  

pagina precedente