Applicazioni e soluzioni

Prodotti

Contradata presenta la serie di memorie Flash iSLC InnoDisk, affidabili e competitive

10/12/2012

MONZA - Attiva da più di 30 anni nel settore dei PC industriali e delle soluzioni embedded, Contradata ha presentato la serie di memorie Flash 2IE di InnoDisk basate sulla tecnologia iSLC, garanzia di un incremento della durata e delle prestazioni rispetto alle classiche soluzioni MLC.Le nuove memorie flash della serie 2IE sono infatti state sviluppate da InnoDisk mediante l’impiego di questa innovativa tecnologia, il cui scopo è quello di superare i limiti di resistenza, durata e affidabilità dei dispositivi basati su architettura MLC. Attraverso la selezione accurata di flash e l’integrazione con sofisticati algoritmi di gestione, i dispositivi iSLC SSD sono in grado di prolungare i parametri del dispositivo fino a 30000 cicli di scrittura, incrementando così le aspettative di vita fino a 10 volte rispetto ai tradizionali dispositivi MLC.

 

La medesima tecnologia migliora inoltre le prestazioni dei dischi a stato solido, incrementando le velocità di scrittura e lettura a livelli paragonabili a quelli delle soluzioni MLC. La famiglia InnoDisk iSLC è, quindi, caratterizzata da dispositivi estremamente competitivi che garantiscono prestazioni elevate alla metà del prezzo rispetto alle classiche soluzioni SLC. Il mercato ha sempre considerato l’architettura SLC NAND come la più affidabile e duratura ed è quindi sempre stata la prima scelta in applicazioni industriali ed enterprise nonostante i costi elevati. L’architettura MLC ha, invece, guadagnato terreno come alternativa low cost e prettamente consumer, ma le prestazioni in termini di qualità e durata sono destinate e peggiorare in futuro. Per compensare le riduzioni di geometria della tecnologia flash (da 4xnm a 2xnm) i produttori di memorie dovrebbero specificare ECC sempre più sofisticati per raggiungere durate maggiori. In accordo con i più recenti test di durata, le 5xnm MLC richiedono capacità ECC di 8 Bit mentre le 2xnm MLC richiedono un incremento di capacità ECC fino a 24 Bit.

 

InnoDisk sta letteralmente stravolgendo il mercato, fornendo una risposta economicamente vantaggiosa grazie alla nuova tecnologia iSLC che caratterizza i prodotti della serie 2IE.In accordo con gli ultimi test InnoDisk sui prodotti della serie 2IE, un SSD da 32GB potrebbe essere interamente scritto 10 volte al giorno (320 GB al giorno) per 7.6 anni, superando quindi i limiti della tradizionale architettura MLC di 10 volte. InnoDisk è inoltre in grado di personalizzare il prodotto secondo le specifiche esigenze del cliente. I prodotti standard della serie 2IE comprendono una varietà di formati differenti, tra cui SSD da 2.5” SATA, mSATA, SATA Slim e CFast. Le capacità degli SSD 2.5” basati su interfaccia SATA II possono ad esempio variare da 16GB a 256GB con velocità di scrittura e lettura fino a 220/240 MB/sec su 8 canali: questi dati sono comparabili alle prestazioni dei dispositivi SLC (a titolo di riferimento, le velocità di scrittura e lettura SLC sono nell’ordine dei 250/230 MB/sec su 8 canali). 

 

www.contradata.com


Tag:   Contradata,   informatica,  

pagina precedente