Applicazioni e soluzioni

Application Case

Antintrusione + TVCC + antincendio + controllo accessi = integrazione totale

13/10/2012

Stato di fatto ed esigenze del committente

 

Il gruppo Tesi è fornitore di servizi e soluzioni informatiche ottimizzate per le esigenze di ogni cliente, sviluppate con metodologie e competenze altamente professionali e all’avanguardia. Opera sul mercato italiano dal 1995 e la sua sede centrale è situata in provincia di Cuneo, con filiali a Torino, Milano, Padova e Roma.

 

La tecnologia messa in campo

 

Il progetto proposto è stato realizzato presso la sede centrale a Roreto di Cherasco (Cn), dove sono stati progettati e realizzati i sistemi antintrusione, di videosorveglianza, antincendio e controllo accessi.

 

Antintrusione

L’impianto antifurto consiste nel posizionamento di rivelatori digitali e contatti magnetici blindati con collegamento della centrale su IP, GPRS, GSM. L’impianto è integrato con un sistema di terze parti per il controllo 24h/24dell’impianto fotovoltaico di 40 stringhe di pannelli. L’impianto è integrato con un software studiato appositamente per la gestione degli accessi dei dipendenti: il controllo accessi è stato configurato su vari livelli di accessi e schedulazioni. Inoltre sulle sedi remote di Milano, Padova e Torino vi sono altrettante centrali collegate in IP per la gestione e configurazione degli utenti e dell’impianto. I dipendenti delle varie sedi, in base alla programmazione, possono accedere o no agli altri siti. L’impianto di allarme intrusione è inoltre integrato all’impianto di corrente delle torrette delle postazioni di lavoro per lo sgancio della corrente in assenza di personale: quando l’allarme è inserito in parziale o in totale, viene disattivata la tensione.

 

Videosorveglianza

L’impianto di videosorveglianza è costituito da 15 telecamere e una speed dome che fanno capo ad un DVR digitale collegato tramite internet alla centrale di vigilanza, come l’impianto di allarme. L’impianto di rivelazione antincendio è costituito da una centrale 2 loop digitale con un centinaio di rivelatori di fumo e termovelocimetrici, e targhe ottico acustiche. Anche questo impianto è collegato alla centrale di vigilanza tramite combinatore telefonico e ponte radio. Tutti gli impianti risultano integrati fra di loro, permettendo all’intero sistema di gestire al meglio ogni tipo di allarme e di situazione.

 

Tipologia e tecnologie impiegate

Impianto antintrusione e controllo accessi Paradox Dias Impianto di videosorveglianza Mesa Sicurezza Impianto rivelazione antincendio Esser Impianto controllo stringhe fotovoltaico STS. La realizzazione dei vari impianti non ha creato molte difficoltà logistiche di realizzazione in quanto il sito si presentava come nuova costruzione. La difficoltà più rilevante riguardava la soddisfazioni delle esigenze particolari del committente e l’integrazione dei vari sistemi: è stato tutto risolto grazie alle ottime tecnologie in commercio e alla una buona caparbietà della ditta installatrice. Il progetto si distingue soprattutto per l’elevata estensione degli impianti, che hanno dovuto coprire un intero stabile di diversi piani. Per la realizzazione degli impianti sono state impiegate da 2 a 4 persone (il tempo di realizzazione non è definibile in quanto l’impianto è in continuo ampliamento).

 

La parola al committente

 

Il committente è rimasto molto soddisfatto dalle soluzioni proposte e dall’estrema flessibilità dei vari impianti che, nonostante la loro diversità di applicazione, sono stati integrati tra loro. A questo impianto è valsa la selezione di finalista al Premio H d’Oro 2011 per impianti realizzati nel 2010. Il premio è stato lanciato nel 2006 da HESA Spa ed è ora passato sotto la governance di Fondazione Enzo Hruby, che con il Premio condivide la finalità di promuovere la professionalità delle imprese di installazione e, nello specifico del Concorso, di valorizzare la qualità e l’originalità delle realizzazioni.

 

 


Tag:   Hesa,   Dias,  

pagina precedente